TASSE, LO STATO HA OLTRE 1.200MLD DI CREDITI NON INCASSATI

TASSE,_LO_STATO_HA_OLTRE_1.jpg

Al 31 dicembre 2023 l’Erario ha un arretrato di crediti fiscali non incassati di oltre 1.200 miliardi di euro e la maggior parte non potranno essere riscossi.

Il 40%, 483 miliardi appare irrecuperabile perché intestato a persone morte, nullatenenti o imprese chiuse o fallite.

Un altro 42%, 502 miliardi, riguarda soggetti sui quali sono state già svolte attività di riscossione senza risultati.

Per ulteriori 100 miliardi l’azione è sospesa da provvedimenti giudiziari.

Queste stime sui crediti fiscali vanno ancora aggiornate con i risultati dell’ultima rottamazione, ma danno comunque un’idea della mole dell’arretrato: fanno capo a 18,9 milioni di persone fisiche, quasi un italiano su tre, e a 3 milioni e mezzo di società, fondazioni ed enti.

cms_33414/Maurizio-Leo.jpg

In un’audizione parlamentare,il viceministro all’Economia, Maurizio Leo, ha definito l’evasione un "macigno, tipo il terrorismo" da contrastare con la collaborazione di tutti, anche scandagliando i social network con il cosiddetto data scraping, alla ricerca di elementi significativi del tenore di vita dei contribuenti, come vacanze e cene in ristoranti di lusso, anche se poi ritornando sul tema e ha assicurato che "non ci sarà nessuna caccia alle streghe" dicendosi dispiaciuto per essere stato interpretato diversamente.

Non ci sarà un fisco che vuole colpire gli italiani, tutt’altro, ha spiegato Leo: "vogliamo tendere una mano al contribuenti , fare in modo che si allineano e dichiarino in relazione alla loro capacità contributiva, gradualmente e, a fronte di questo, abbassare le aliquote", ha detto prospettando una riduzione per l’Irpef già dal 2025.

cms_33414/Luigi_Sbarra.jpg

Sul tema è intervenuto anche il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra che, in un’intervista su La7, ha ribadito la richiesta rafforzare l’azione contro evasione ed elusione fiscale e destinare i risultati a ridurre la tassazione sul ceto medio. "Gli evasori - ha detto Sbarra - rubano due volte: alle casse dello Stato e alle tasche dei lavoratori dipendenti e dei pensionati che pagano le tasse fino all’ultimo centesimo".

Redazione Economia

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram