THE WINNER IS…

CFDA FASHION AWARDS 2016

copertina_i_sentieri_della_moda.jpg

Lo scorso sei giugno si è tenuta al New York City’s Hammerstein Ballroom la cerimonia in cui sono stati assegnati gli CFDA Awards considerati gli oscar della moda che per il quindicesimo anno di fila è stata organizzata in collaborazione con Swarovski. Gli ambiti riconoscimenti che ogni anno premiano le personalità più meritevoli del fashion system sono stati assegnati dal Council of Fashion Designers of America (associazione di cui fanno parte 350 stilisti americani) e come per le scorse edizioni è stata una parata di star, di noti stilisti e giornalisti del settore tra cui la temutissima Anna Wintour (Direttrice di Vogue America).

cms_4068/foto_1.jpg

Anche quest’anno ad aggiudicarsi il premio più ambito: l’International Award è stato l’italiano Alessandro Michele direttore creativo della maison Gucci, lo scorso anno era toccato ai direttori creativi della maison Valentino, Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli.

A fargli buona compagnia ci hanno pensato Marc Jacobs, nominato designer donna dell’anno, Thom Browne, nominato designer uomo dell’anno e il duo Rachel Mansur e Floriana Gavriel, nominate designer accessori dell’anno.

cms_4068/foto_2.jpg

Ad aggiudicarsi, per mia grande sorpresa, il premio Fashion Icon Awards è stata la regina dell’ R’ n’ B, la pop star Beyoncé, accompagnata dal marito Jay Z e dalla figlia Blue che poi è stata raggiunta dagli altri parenti, ha ritirato il premio in un completo di Givenchy Haute Couture disegnato per l’occasione da Riccardi Tisci e cappello nero over size. Di sicuro c’è che Beyoncé è un’apprezzata cantante, ma icona di stile non lo è mai stata e anche il completo che ha sfoggiato, se pur di Givenchy, non era affatto chic. L’anno scorso il premio era andato alla cantante Rihanna…credo che gli americani abbiano un concetto tutto loro di icona di stile! Invece mi ha particolarmente commosso il suo discorso di ringraziamento che ha suscitato le lacrime di sua madre. La cantante ha detto che sin da piccola la moda ha fatto parte della sua vita perché sua nonna era una sarta e che a sua volta ha passato il testimone alla madre che ha cucito tutti i vestiti delle Destiny’s Child che non potevano permettersi, agli esordi, di certo famosi stilisti. Beyoncé ha continuato dicendo: “mia madre era rifiutata da qualsiasi showroom di New York, ma ha usato il suo talento per permettere alle sue figlie di realizzare i loro sogni. Ha messo sempre tanta passione in quello che ha fatto, in ogni piccolo dettaglio.”

Perfettamente d’accordo con il premio ad Alessandro Michele, che resta il designer più innovativo del momento nel fashion system e quello come miglior designer femminile a Marc Jacobs che aveva già ricevuto nel 1987 il premio Perry Ellis dedicato al nuovo fashion talent dell’anno e nel 1993 nuovamente come miglior designer femminile dell’anno.

Nel corso della serata è stato tributato un omaggio allo scomparso David Bowie, cantante che tanto ha influenzato il mondo della moda.

Ma l’attenzione è stata tutta catalizzata dagli outfit sfoggiati dalle top model, attori e cantanti che hanno calcato il red carpet degli oscar della moda, portando in scena abiti da sogno eleganti o con provocatori spacchi e scollature. Una gara nella gara, oltre a quella fra gli stilisti, c’è stata quella per aggiudicarsi lo scettro di più elegante della serata. Le più eleganti, a pari merito, sono state: la it girl Olivia Palermo con un originale top bianco e gonna rosa acceso con accessori perfettamente coordinati tra loro.

cms_4068/foto_4.jpg

l’attrice Kirsten Dunst abbagliante nel suo abito longuette metallizzato. Molto belli anche gli outfit delle top model Irina Shayk che esce dal solito schema: festa di gala = abito, indossando una jumpsuit rosso fiesta con pantalone palazzo e bustino legato al collo che lascia la schiena scoperta, Alessandra Ambrosio fasciata in un bellissimo abito monospalla luccicante in un particolarissimo viola fluo e Karli Kloss che indossa un abito tempestato da borchie con tagli asimmetrici e volant a go go che disegnano una sorta di farfalla sulla sua schiena, sognanti le sue décolleté rosa.

cms_4068/foto_5.jpg

Inarrivabili, anche per le più giovani, per stile e portamento sono le inossidabili: Heidi Klum in un abito color block bianco, nero e beige, tre colori che non passeranno mai di moda e la pantera delle passerelle

cms_4068/foto_6.jpg

Naomi Campbell sensualissima nel suo abito nero e lunghissima treccia. Anna Wintour con il suo inossidabile caschetto biondo ha indossato un vestito in seta stampata della maison Gucci e non sbaglia, resta sempre una maestra in fatto di stile.

Lo scettro di peggio vestite va pari merito

cms_4068/foto_7.jpg

alla cantante ed attrice Jennifer Hudson che indossa sul palco per la sua esibizione canora una jumpsuit tempestata da milioni di cristalli swarovski e due tende a farle da maniche…e dire che aveva calcato il red carpet con un abito color block rosso e nero non affatto male.

cms_4068/foto_8.jpg

All’attrice e sceneggiatrice Lena Dunham inguardabile il suo outfit completamente sbagliato, soprattutto perché per la fretta (spero!) ha dimenticato di indossare le scarpe ed è uscita in pantofole!

cms_4068/foto_9.jpg

E alla giovanissima cantante Ciara con un abito firmato Roberto Cavalli incomprensibile, troppa stoffa e pizzo che appesantisce la silhouette.

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos