TIK TOK: RIMOSSI 81 MILIONI DI VIDEO

L’app svela i dati sui contenuti rimossi nel primo trimestre

1634271636TIK_TOK_RIMOSSI_81_MILIONI_DI_VIDEO.jpg

Ogni giorno gli utenti di TikTok pubblicano circa 90 milioni di video (oltre 8,1 miliardi nel trimestre aprile-giugno di quest’anno), ma non tutti i video rispettano le regole del social, e per questo vengono rimossi della piattaforma. Recentemente TikTok ha rilasciato un aggiornamento sulla trasparenza sui contenuti rimossi dalla piattaforma nel secondo trimestre del 2021, ovvero il 1° aprile e il 30 giugno 2021, confermando di aver rimosso più di 81 milioni di filmati nello specifico, i quali per un motivo o per un altro avrebbero violato le linee guide della community, risultando quindi idonei al ban. Questa cifra, che a prima vista potrebbe sembrare enorme, in realtà si tratta dell’1% dei contenuti pubblicati dagli utenti in quel trimestre, e di questi il 93% è stato rimosso nel giro di 24 ore dalla pubblicazione.

cms_23484/foto_1.jpg

Il merito di questi risultati è dato anche grazie ad una nuova tecnologia implementata dall’azienda a luglio, che rimuoverebbe in automatico tutti i contenuti che violano le linee guida come video problematici per la salute dei minori, la nudità e le attività sessuale, i contenuti violenti e le attività illegali. L’app ha quindi automatizzato la rimozione di questi contenuti perché assicurano che in questi ambiti i loro algoritmi di intelligenza artificiale hanno la più grande accuratezza, ma il social assicura anche di avere un numero di moderatori in carne e ossa che controllare i contenuti segnalati.

cms_23484/foto_2.jpg

Lo stesso social ha però affermato che il tasso di falsi positivi per la rimozione (ovvero quando si rimuovono contenuti che in realtà non infrangono le regole) è circa del 5% e questo numero si riflette nel Rapporto sulla trasparenza pubblicato oggi, poiché circa 4,6 milioni degli 81 milioni di video rimossi sono stati ripristinati. Questo generalmente non rappresenterebbe un dato allarmante, se non fosse che in quel 5% sono contenuti anche alcuni esempi preoccupanti di falle nell’intelligenza artificiale: come ad esempio l’aver moderato l’hashtag o video del movimento “Black lives matter”, tornati online solo dopo un controllo da parte di moderatori umani. Infine, nel secondo trimestre, TikTok ha lanciato funzioni per eliminare o segnalare commenti multipli e account che usano espressioni di bullismo. La campagna #CreateKindness mira invece a sensibilizzare sul tema del bullismo online, con video dedicati.

Francesco Maria Tiberio

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos