TORODYNA, LA NUOVA CREAZIONE DELL’ISTITUTO ITALIANO DI TECNOLOGIA

Il dispositivo che ricava energia elettrica dalle dispersioni: un passo in più verso la sostenibilità

1608232831Copertina.jpg

È frutto di una ricerca dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) il dispositivo innovativo che consente di ricavare energia elettrica dalle dispersioni delle tubature di impianti industriali. Il generatore di cui stiamo parlando è stato ribattezzato Torodyna (TORoidal DYNAmo), e il suo funzionamento è stato illustrato sulla rivista Applied Energy dal gruppo di Alessandro Chiolerio, del Centro per le future tecnologie sostenibili dell’Iit (Csft-Iit Torino), in collaborazione in collaborazione con il Politecnico di Torino con il quale IIT condivide il dottorando Erik Garofalo.

cms_20357/Foto_1.jpg

La tecnologia alla base del dispositivo si fonda sul fatto che il 72% del consumo primario di energia finisce disperso sotto forma di calore, attraverso gli attriti degli organi meccanici, il passaggio di correnti elettriche nei dispositivi elettronici. Prima dell’introduzione di Torodyna era possibile riutilizzare tale energia eccedente solo con l’ausilio di materiali pregiati, tossici e a volte fragili, come quelli termoelettrici.

Il nuovo macchinario ideato è invece composto di plastica biocompatibile, ed è in grado di generare energia a partire da variazioni di temperatura di poco più di un grado con un’efficienza del 38%. Ciò potrebbe rappresentare una nuova fonte sostenibile di energia.

cms_20357/Foto_2.jpg

È già allo studio una versione più semplice ed efficiente del dispositivo, per la quale è stato depositato un secondo brevetto, che potrà essere installata come pannello di separazione tra l’ambiente caldo e l’ambiente freddo, per ottenere nel 2021 un prototipo pre-industriale che possa essere sperimentato in un ambiente operativo.

Antonio Iasillo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos