TROPPO “GIOCO CHAMPAGNE” PER GLI AZZURRI

Gli Azzurri giocano solo 15 minuti del primo tempo, mentre la seconda frazione di gara è solo di marca francese.

1489261696SEI_NAZIONI_Vince_la_Francia_18-40.jpg

Oltre 50 mila spettatori all’Olimpico per un match dal sapore dolce amaro. Italia e Francia sono scese in campo cercando di riscattare, almeno con il gioco e la combattività, un Torneo alquanto deludente. Obiettivo messo a segno, purtroppo, solo dai Bleu che sono riusciti nel primo tempo a reagire a un avvio fulminante degli Azzurri, recuperando la meta messa a segno da Parisse e sfruttando una serie di calci piazzati regalati con troppa facilità dagli uomini di O’Shea. Il secondo tempo, tolti alcuni minuti, è solo di marca francese. L’Italia sembra non essere scesa in campo. Non riesce o forse, è meglio dire che non vuole placcare. Costruisce gioco solo per le vie centrali, infrangendo gli attacchi sul muro difensivo avversario. Per gran parte della seconda frazione di gara, la nostra linea di attacco non è mai schierata. Gli avversari ubriacano i nostri ragazzi con troppo “gioco champagne”. E la linea difensiva è paragonabile a un panetto di burro. Solo nel finale, al 80’, i padroni di casa portano l’ovale oltre la linea di meta con Esposito. Il match si conclude con la trasformazione di Carlo Canna. Queste le parole del Capitano Parisse nel post partita: “Il match bisogna vederlo sotto tre punti vista: troppi placcaggi sbagliati, tanta difficoltà in mischia e i calci contro. Il primo tempo è stato buono, ma nel secondo non siamo riusciti a concretizzare. Non sono uno che si piange addosso cercherò di cambiare al meglio le cose. Sostengo Connor (N.d.R. si riferisce a O’Shea) perché credo nel potenziale che abbiamo.". Appuntamento a sabato prossimo a Edimburgo. Ad attenderci c’è una Scozia rinata da un torpore rugbystico che durava da troppi anni.

1 TEMPO: Avvio forte degli Azzurri che riescono a condurre il gioco per i primi 15 minuti. Al 3’ Parisse suona la carica e recupera un upload di canna portando l’ovale in meta. Canna, non trasforma. Al 7’, Lopez accorcia per i francesi un calcio di punizione. Al 10’, Italia ancora pericolosa nei 22 avversario, portando la linea di attacco, per ben due volte, a pochi metri dalla linea di meta. Al 16’ Canna realizza ancora su punizione, da facile posizione. Tra il 17’ e il 25’, invece, le menti dei giocatori azzurri si spengono per otto minuti creando dei varchi che permette ai galletti di salire con linea di attacco, e di realizzare un piazzato con Lopez al 18’ e una meta con Fickou al 20’. Il punteggio è di 8-13 per la Francia. Al 27’ conquistiamo un calcio piazzato che realizza il numero 10 Canna. Sul finire, al 34’, dagli sviluppi di una mischia in nostro favore, i transalpini ottengono un calcio di punizione che decide di mettere tra i pali con Camille Lopez. Si va negli spogliatoi sul risultato di 11-16 per gli ospiti.

cms_5747/FOTO_1.jpg

2 TEMPO: La seconda frazione di gara inizia a ruoli invertiti, rispetto al primo tempo. Sono i francesi a dettare il gioco, realizzando al 47’ una meta con Vakatawa; trasforma, Lopez. Al 51’ si fanno vedere gli azzurri, tenendo fino al 56’ i francesi nei loro 22. Da segnalare la 57’ una meta di Bronzini, non assegnata dal TMO. Al 61’ finisce il breve momento di euforia italiana: la Francia va in meta due volte con Picamoles e Dulin; le trasformazioni sono sempre di Lopez. Sul finire, con i galletti “già sotto la doccia”, arriva la meta di Esposito e la trasformazione di Canna. Finisce con il “triste” risultato di 18-40.

cms_5747/FOTO_2.jpg

IL TABELLINO — ITALIA-FRANCIA 18-40
MARCATORI: p.t. 3’ m. Parisse, 8’ c.p. Lopez, 16’ c.p. Canna, 19’ c.p. Lopez, 21’ m. Fickou tr. Lopez, 28’ c.p. Canna, 34’ c.p. Lopez; s.t. 3’ c.p. Lopez, 9’ m. Vakatawa tr. Lopez, 27’ m. Picamoles tr. Lopez, 37’ m. Dulin tr. Lopez, 41’ m. Esposito tr. Canna.
ITALIA: Padovani (32’ s.t. Sperandio); Esposito, Campagnaro (24’ s.t. Benvenuti), McLean, Venditti; Canna, Gori (10’ s.t. Bronzini); Parisse, Favaro (10’ s.t. Mbandà), Steyn; Van Schalkwyk, Fuser (17’ s.t. Biagi); Cittadini (1’ s.t. Chistolini), Ghiraldini (22’ s.t. D’Apice), Lovotti (26’ s.t. Panico). All. O’Shea.

FRANCIA: Dulin; Nakaitaci, Lamerat (29’ s.t. Trinh-Duc), Fickou, Vakatawa (23’ s.t. Huget); Lopez (38’ s.t. Dupont), Serin; Picamoles (33’ s.t. Le Roux), Gourdon, Sanconnie; Maestri, Le Devedec (19’ s.t. Jedrasiak); Slimani (14’ s.t. Ben Arous), Guirado (15’ s.t. Tolofua), Baille (14’ s.t. Atonio). All. Noves.
ARBITRO: O’Keeffe (Nuova Zelanda).
NOTE: p.t. 11-16. Gialli: nessuno. Calci: Canna 3 su 4 (8 punti); Lopez 8 su 8 (20 punti). Uomo del match: Serin. Punti: Italia 0; Francia 5.

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos