TRUMP CALA ANCORA NEI SONDAGGI

Il contagio da covid-19 può essergli fatale alle elezioni

1601851788Copertina.jpg

Con tutto il bene che gli si può augurare di pronta guarigione dal covid-19, non so quanto gioverà a Donald Trump l’aver contratto il virus durante la fase cruciale della campagna elettorale e a meno di un mese dalle presidenziali. Resosi a dir poco ridicolo in tutte le fasi di diffusione della pandemia con le dichiarazioni negazioniste riguardo alla virulenza del coronavirus e all’inutilità delle procedure di contrasto della malattia (compreso il rifiuto nell’indossare la mascherina), il Presidente degli Stati Uniti, probabilmente, vedrà abbassarsi ancor di più l’indice di gradimento per il rinnovo del mandato a inquilino della Casa Bianca. Non a caso, è di queste ore il sondaggio del New York Times-Siena College in cui viene riportato il vantaggio di Joe Biden, in due grandi Stati solitamente ostici per il partito Democratico: +5% in Florida (47% a 42%) e +7% in Pennsylvania (49% a 42%), rispetto a Trump.

cms_19350/Foto_1.jpg

Questa è la prima indagine rilevata dopo il duello tv di martedì scorso tenuto a Cleveland. Un faccia a faccia che ha visto i due candidati darsele di santa ragione a suon di offese e insulti; anche se, dei due, quello con più aplomb politico si è dimostrato Biden. Si può dire che non è proprio un bel momento per il Tycoon newyorkese, costretto a dover rimediare a un calo delle preferenze nei sondaggi che arriva, guarda caso, all’indomani dell’inchiesta del New York Times sul mancato pagamento delle tasse per un decennio, al nervosismo durante il dibattito in Ohio e al ricovero in ospedale.

cms_19350/Foto_2.jpg

Un ricovero necessario che, in alcuni casi, ha richiesto anche l’utilizzo dell’ossigeno. Comunque, stando al bollettino delle ultime ore del Walter Reed National Military Medical Center, diramato dal medico della White House (laureato in Osteopatia), Sean P. Conleyfamoso al mondo intero per aver somministrato a maggio l’idrossiclorochina a Trump, le condizioni del presidente stanno migliorando, non escludendo le dimissioni nella giornata di oggi. Ce lo auguriamo vivamente, perché, prima del 3 novembre (7, 15 e 22 ottobre), sono in programma ancora 3 dibattiti tv. E la curiosità di vedere quale atteggiamento terrà “super” Donald, all’indomani di un ricovero che avrebbe potuto tenerlo intubato a testa in giù, dinnanzi al suo avversario politico e a milioni di elettori, è molto forte. Mi auguro che le ore trascorse nel letto di un ospedale, gli abbiano tolto quel sorriso beffardo che da sempre sfoggia, almeno per rispetto delle vittime che il covid continua a mietere in tutto il mondo.

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos