UCRAINA,RUSSIA:" ZELENSKY RIFIUTA DI NEGOZIARE CON PUTIN? MAI DIRE MAI"

ZELENSKY-PUTIN.jpg

cms_27861/Yuri_Ushakov.jpg"Mai dire mai". Così ha risposto Yuri Ushakov, consigliere per la politica estera di Vladimir Putin, commentando in un punto stampa il rifiuto del presidente ucraino Volodymyr Zelensky a negoziare con il numero 1 del Cremlino. "Tutti conoscono le dichiarazioni di Zelensky secondo cui non negozierà con Putin. A questo proposito, mi limiterò a ricordare la famosa frase ’mai dire mai’ ", ha detto Ushakov.

Quanto al vertice di domani ad Astana tra Vladimir Putin e il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, la Russia, ha riferito Ushakov, si aspetta che il leader turco esponga formalmente proposte su possibili negoziati tra Mosca e l’Occidente.

"I turchi stanno offrendo la loro mediazione. Se ci saranno colloqui, molto probabilmente saranno sul loro territorio: a Istanbul o ad Ankara", ha affermato, aggiungendo che "Erdogan probabilmente proporrà qualcosa di ufficiale. Ci attende una discussione molto interessante e, spero, utile", ha concluso.

E la mediazione turca finora "qualche successo l’ha registrato", ricorda in un’intervista Carlo Marsili, ex ambasciatore in Turchia: dall’accordo sull’esportazione del grano ucraino allo scambio di prigionieri, e Ankara può "convincere la parte russa ad andare al negoziato con meno pretese di quelle che può avere", afferma.

Secondo il diplomatico però ora Putin deve fare "qualche passo indietro" e accettare che si tenga nelle regioni contese un vero referendum sotto l’egida internazionale "e anche l’Ucraina deve accettarlo". Non solo. Sarebbe importante, nell’ottica di un processo negoziale serio, che Putin e Biden "parlassero veramente di negoziati di pace" in occasione del prossimo G20 a Bali, anche se poi il presidente americano, sottolinea Marsili, "dovrà convincere l’Ucraina, ma questo è un suo problema".

Ma con il vertice di domani "vi sarà un primo test anche delle reali volontà russe di trattare", sottolinea Arduino Paniccia, presidente Asce, Scuola di Competizione Economica Internazionale di Venezia e Docente di Studi Strategici. Perché nell’incontro di Astana "Erdogan e Putin devono affrontare la decisione confermata della fornitura Usa di missili avanzati antiaerei Atacms di ultima generazione all’Ucraina che, sostanzialmente, impedirebbe la prosecuzione della strategia dei bombardamenti terroristici sulle città e le infrastrutture".

Redazione Esteri

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram