UCRAINA, "RUSSIA RECLUTA DONNE DA MANDARE IN GUERRA"

UCRAINA_RUSSIA_RECLUTA_DONNE_DA_MANDARE_IN_GUERRA_Pagina_Internazionale_5.jpg

La Russia avrebbe iniziato a reclutare donne da mandare nella guerra in Ucraina. Lo rivela il portale Important Stories (istories), che si definisce una delle poche fonti di giornalismo investigativo independente in Russia, secondo cui verrebbero reclutate donne cecchino e operatrici dei droni per un’unità mercenaria sotto il comando del ministero della Difesa.

Nell’articolo intitolato ’Create non solo per la cucina e i bambini’ si sostiene che alle donne viene offerto un contratto di sei mesi con un salario mensile di 220mila rubli, circa 2.300 euro, con un bonus, nel caso di ferimento sul campo, tra uno e 3 milioni di rubli e in caso di morte, per gli eredi, di 5 milioni.

La ’pubblicità’ del reclutamento è apparsa sul social media russo Vkontakte. Uno dei reclutatori ha raccontato a istories che si cercano donne già addestrate all’uso delle armi, mentre quelle che non lo sono faranno un addestramento di un mese.

Secondo il media ucraino Ukrianska Pravda, ad annunciare il reclutamento è stata la compagnia militare privata ’Redut’, controllata dal Ministero della Difesa della Federazione Russa, per le specialità di combattimento nel battaglione ’Borz’. Se le candidate non hanno le competenze per maneggiare le armi, viene loro promesso che verranno addestrate a Donetsk temporaneamente occupata".

Volontari per evitare la mobilitazione

Qualche settimana fa, l’intelligence britannica affermava che era "realistico che la pratica del ministero della Difesa russo di reclutare unità ’volontarie’ abbia contribuito a evitare ulteriori mobilitazioni impopolari". "La presunta Compagnia Militare Privata (Pmc) Redut sta reclutando mercenari sotto la veste di "volontari", tra cui ex personale Wagner. A partire dalla fase di reclutamento, è con ogni probabilità il Direttorato principale dell’intelligence dello Stato Maggiore russo a supervisionare e finanziare le attività del gruppo", hanno fatto sapere gli 007 di Londra.

Dall’inizio dell’invasione, Redut ha combattuto negli oblast di Donetsk, Kharkiv, Kiev e Luhansk. Secondo l’intelligence britannica "è molto probabile che il gruppo abbia più di 7.000 effettivi". Redut, si legge ancora, è "attualmente una delle numerose Pmc e unità di corpi di volontari utilizzate dal Ministero della Difesa russo per incrementare le proprie forze regolari".

Anna Di Fonzo

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

info@internationalwebpost.org
Privacy Policy

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram