UNA BOCCATA D’ARTE

Giugno eventi IWP: 20 artisti 20 borghi 20 regioni

1655092827una-boccata-arte_ITALIA_Bandiera.jpg

Per la rassegna di eventi di questo mese vi segnalo una fantastica opportunità: godere la bellezza dell’arte in 20 meravigliosi borghi italiani.

Da sabato 25 e domenica 26 giugno 2022 potrete “respirare” Una Boccata d’Arte, il progetto d’arte contemporanea diffuso in tutta Italia promosso da Fondazione Elpis in collaborazione con Galleria Continua, con la partecipazione di Threes Productions, che valorizza l’incontro tra arte e patrimonio storico, artistico e paesaggistico. Per tutta l’estate, fino al 18 settembre, 20 borghi tra i più belli ed evocativi d’Italia, uno per ogni regione, saranno teatro di 20 interventi d’arte realizzati da 20 artisti e artiste di età, culture, provenienza geografica e linguaggi artistici differenti.

Novità di questa terza edizione sarà inoltre la presenza di un ventunesimo artista con un progetto speciale che metterà in connessione tutti i borghi.

cms_26407/2_1655092056.jpg

Per il Lazio sarà il borgo di Fumone (FR) a ospitare un progetto di arte contemporanea realizzato in situ dall’artista Dessislava Madanska (1991, Smolyan, Bulgaria, l’artista bulgara nata nel 1991, formata in Architettura (BArch, Mendrisio Academy of Architecture/AR-CHIP),

Il borgo di Fumone

cms_26407/1.jpg

Con circa 2.000 abitanti, Fumone è un borgo in provincia di Frosinone, situato tra i monti Ernici e quelli Lepini, arroccato su un isolato monte a 783 metri s.l.m.

Proprio questa suggestiva vista fu di ispirazione a Curzio Malaparte, nella prima metà del Novecento, per la celebre espressione con cui definì il Comune “Olimpo di Ciociaria”. Le origini di Fumone sono antiche e sfumano nella leggenda: si è creduto, erroneamente, che essa fosse l’antica antenna degli Ernici, favoloso rifugio di Tarquinio il Superbo in fuga da Roma mentre, più probabilmente, la posizione geograficamente favorevole fu di certo sfruttata dagli Ernici prima e dai Romani poi. Il nome stesso, Fumone, deriva da una pratica militare a scopo difensivo risalente al Medioevo, che prevedeva di far innalzare dall’alta torre di avvistamento una colonna di fumo, segnale dell’arrivo di un imminente pericolo. Al paese si accede attraverso due ingressi: Porta Romana, la principale, e Porta Napoletana, che invece rappresentava un’uscita di sicurezza. L’edificio più rilevante del centro storico è il Castello Longhi - De Paolis, menzionato per la prima volta in un documento del X secolo, ma probabilmente risalente ad un periodo precedente. Presidio militare prima, prigione pontificia poi, il Castello venne infine acquistato dalla famiglia Longhi, ai cui discendenti tuttora appartiene. Annessi al Castello, troviamo il suggestivo Giardino Pensile, da cui si gode di una splendida vista, e Casa - Museo Ada e Giuseppe Marchetti Longhi, in cui sono conservate collezioni di interesse storico e antropologico. Percorrendo le vie del centro storico si scoprono case, mura, torri, bifore appartenenti al periodo medievale, come i resti di una cucina in via Cavone, un robusto portico in via Torricelle, le tracce di mura poligonali in piazza di Porta Romana e lungo via della Croce. Gli edifici religiosi di principale interesse sono certamente la Chiesa Collegiata della Santissima Maria Annunziata, che risale al XIV secolo e la Chiesa di San Gaugerico, della prima metà del XIV secolo. Da visitare è la Riserva Naturale Lago di Canterno, uno dei bacini carsici più estesi del Lazio.

Progetto corale e originale, nato nel 2020 in piena pandemia, Una Boccata d’Arte si configura come uno speciale itinerario culturale che invita il pubblico a scoprire ogni anno 20 nuovi borghi italiani,ricchi di tradizioni secolari e bellezze paesaggistiche, lontani dai principali flussi turistici e dai circuiti dell’arte. Grazie alla loro dimensione raccolta, i borghi diventano il luogo privilegiato per dar vita a un incontro autentico e ravvicinato con l’arte contemporanea, reso unicodal sorprendente dialogo che si genera fra territorio, opere d’arte, abitanti e visitatori.

Da nord a sud, dalla Valle d’Aosta alla Sardegna, 20 artisti e artiste, selezionati dai promotori dell’iniziativa per il loro talento e la loro ricerca, tra voci emergenti e nomi più affermati, daranno vita a 20 interventi che abbracciano le diverse forme d’arte, dalla pittura alla scultura fino alla fotografia, al video, al suono e alla performance, frutto della comprensione del luogo e del prezioso dialogo intessuto con i suoi abitanti. Visibili per tutta l’estate, le installazioni realizzate contribuiscono alla crescita di un turismo di prossimità rivolto a un pubblico ampio e trasversalee invitano a riscoprire, con uno sguardo nuovo, storie e angoli di bellezza diffusi in tutta Italia.

cms_26407/3.jpg

Una Boccata d’Arte è un progetto diffuso, di respiro nazionale e di partecipazione collettiva alla bellezza e alla cultura, all’aperto e in sicurezza, nato come reazione alla pandemia per portare un segnale di incoraggiamento alle comunità locali e creare allo stesso tempo un’opportunità di espressione e sperimentazione per i giovani artisti di talento”, spiega Marina Nissim, Presidente di Fondazione Elpis. “Sono felice che stia diventando un appuntamento annuale riconosciuto e atteso, in grado di proporre al pubblico itinerari sempre interessanti, borghi da scoprire e artisti pieni di energia creativa, attivando un circolo virtuoso che valorizza il patrimonio e il territorio italiano attraverso l’arte”.

RaccontaMaurizio Rigillo, Direttore di Galleria Continua: “Fin dalla prima edizione abbiamo prestato grande attenzione alle combinazioni borgo-artista, cercando di guardare sia alla specificità dei luoghi sia alla ricerca condotta da ciascun artista. Ne è scaturito un mosaico di opere eccellenti, che hanno saputo trarre ispirazione dalle realtà locali, coinvolgere gli abitanti, creare meraviglia e stupore nei visitatori confermando quanto sia peculiare nella creazione dell’opera il contesto fisico e di relazione con le persone”.

Con la volontà di creare un progetto capillare su tutto il territorio nazionale, in ciascuna regione è presente un coordinatore a supporto di ciascun artista in ogni fase progettuale, che ne agevola l’inserimento all’interno del borgo attraverso occasioni di incontro con la cittadinanza, di co-progettualità con le maestranze e gli artigiani locali, e facilita il dialogo tra l’artista stesso, i promotori dell’iniziativa e l’amministrazione pubblica.

cms_26407/4.jpg

Di seguito gli artisti e i borghi della terza edizione di “Una Boccata d’Arte”:

Valle d’Aosta | Antonio Della Guardia nel borgo di Morgex (AO)

Piemonte | Natália Trejbalová nel borgo di Neive (CN)

Liguria | Alice Ronchi nel borgo di Montemarcello, frazione di Ameglia (SP)

Lombardia | Alina Kleytman nel borgo di Cigognola (PV)

Trentino Alto-Adige | Giulia Mangoni nel borgo di San Lorenzo Dorsino (TN)

Veneto | Lucia Cantò nel borgo di Malamocco, frazione di Venezia (VE)

Friuli-Venezia Giulia | Riccardo Benassi nel borgo di Pesariis, frazione di Prato Carnico (UD)

Emilia-Romagna | Diana Policarpo nel borgo di Montegridolfo (RN)

Toscana | Serhiy Horobets nel borgo di Sorano (GR)

Umbria | Luis López-Chávez nel borgo di Panicale (PG)

Marche | Eva Marisaldi nel borgo di San Costanzo (PU)

Lazio | Dessislava Madanska nel borgo di Fumone (FR)

Abruzzo | Victor Fotso Nyie nel borgo di Rocca San Giovanni (CH)

Molise | Tommaso Spazzini Villa nel borgo di Castropignano (CB)

Campania | Fabrizio Bellomo nel borgo di Albori, frazione di Vietri sul Mare (SA)

Puglia | Simone Bacco nel borgo di Spinazzola (BT)

Per la rassegna di eventi di questo mese vi segnalo una fantastica opportunità: godere la bellezza dell’arte in 20 meravigliosi borghi italiani.

Da sabato 25 e domenica 26 giugno 2022 potrete “respirare” Una Boccata d’Arte, il progetto d’arte contemporanea diffuso in tutta Italia promosso da Fondazione Elpis in collaborazione con Galleria Continua, con la partecipazione di Threes Productions, che valorizza l’incontro tra arte e patrimonio storico, artistico e paesaggistico. Per tutta l’estate, fino al 18 settembre, 20 borghi tra i più belli ed evocativi d’Italia, uno per ogni regione, saranno teatro di 20 interventi d’arte realizzati da 20 artisti e artiste di età, culture, provenienza geografica e linguaggi artistici differenti.

Novità di questa terza edizione sarà inoltre la presenza di un ventunesimo artista con un progetto speciale che metterà in connessione tutti i borghi.

Per il Lazio sarà il borgo di Fumone (FR) a ospitare un progetto di arte contemporanea realizzato in situ dall’artista Dessislava Madanska (1991, Smolyan, Bulgaria, l’artista bulgara nata nel 1991, formata in Architettura (BArch, Mendrisio Academy of Architecture/AR-CHIP), Product design (MA, Sir John Cass Faculty of Art, Architecture and Design) e Spatial design (MFA, KONSTFACK), famosa in Svizzera, Italia, Praga, Copenaghen, Londra e Stoccolma.

Il borgo di Fumone

Con circa 2.000 abitanti, Fumone è un borgo in provincia di Frosinone, situato tra i monti Ernici e quelli Lepini, arroccato su un isolato monte a 783 metri s.l.m.

Proprio questa suggestiva vista fu di ispirazione a Curzio Malaparte, nella prima metà del Novecento, per la celebre espressione con cui definì il Comune “Olimpo di Ciociaria”. Le origini di Fumone sono antiche e sfumano nella leggenda: si è creduto, erroneamente, che essa fosse l’antica antenna degli Ernici, favoloso rifugio di Tarquinio il Superbo in fuga da Roma mentre, più probabilmente, la posizione geograficamente favorevole fu di certo sfruttata dagli Ernici prima e dai Romani poi. Il nome stesso, Fumone, deriva da una pratica militare a scopo difensivo risalente al Medioevo, che prevedeva di far innalzare dall’alta torre di avvistamento una colonna di fumo, segnale dell’arrivo di un imminente pericolo. Al paese si accede attraverso due ingressi: Porta Romana, la principale, e Porta Napoletana, che invece rappresentava un’uscita di sicurezza. L’edificio più rilevante del centro storico è il Castello Longhi - De Paolis, menzionato per la prima volta in un documento del X secolo, ma probabilmente risalente ad un periodo precedente. Presidio militare prima, prigione pontificia poi, il Castello venne infine acquistato dalla famiglia Longhi, ai cui discendenti tuttora appartiene. Annessi al Castello, troviamo il suggestivo Giardino Pensile, da cui si gode di una splendida vista, e Casa - Museo Ada e Giuseppe Marchetti Longhi, in cui sono conservate collezioni di interesse storico e antropologico. Percorrendo le vie del centro storico si scoprono case, mura, torri, bifore appartenenti al periodo medievale, come i resti di una cucina in via Cavone, un robusto portico in via Torricelle, le tracce di mura poligonali in piazza di Porta Romana e lungo via della Croce. Gli edifici religiosi di principale interesse sono certamente la Chiesa Collegiata della Santissima Maria Annunziata, che risale al XIV secolo e la Chiesa di San Gaugerico, della prima metà del XIV secolo. Da visitare è la Riserva Naturale Lago di Canterno, uno dei bacini carsici più estesi del Lazio.

Descrizione: Dessislava Madanska, Credits: Rosina Pencheva Photography

Dessislava Madanska ( foto: Rosina Pencheva Photography )

Progetto corale e originale, nato nel 2020 in piena pandemia, Una Boccata d’Arte si configura come uno speciale itinerario culturale che invita il pubblico a scoprire ogni anno 20 nuovi borghi italiani,ricchi di tradizioni secolari e bellezze paesaggistiche, lontani dai principali flussi turistici e dai circuiti dell’arte. Grazie alla loro dimensione raccolta, i borghi diventano il luogo privilegiato per dar vita a un incontro autentico e ravvicinato con l’arte contemporanea, reso unicodal sorprendente dialogo che si genera fra territorio, opere d’arte, abitanti e visitatori.

Da nord a sud, dalla Valle d’Aosta alla Sardegna, 20 artisti e artiste, selezionati dai promotori dell’iniziativa per il loro talento e la loro ricerca, tra voci emergenti e nomi più affermati, daranno vita a 20 interventi che abbracciano le diverse forme d’arte, dalla pittura alla scultura fino alla fotografia, al video, al suono e alla performance, frutto della comprensione del luogo e del prezioso dialogo intessuto con i suoi abitanti. Visibili per tutta l’estate, le installazioni realizzate contribuiscono alla crescita di un turismo di prossimità rivolto a un pubblico ampio e trasversalee invitano a riscoprire, con uno sguardo nuovo, storie e angoli di bellezza diffusi in tutta Italia.

Una Boccata d’Arte è un progetto diffuso, di respiro nazionale e di partecipazione collettiva alla bellezza e alla cultura, all’aperto e in sicurezza, nato come reazione alla pandemia per portare un segnale di incoraggiamento alle comunità locali e creare allo stesso tempo un’opportunità di espressione e sperimentazione per i giovani artisti di talento”, spiega Marina Nissim, Presidente di Fondazione Elpis. “Sono felice che stia diventando un appuntamento annuale riconosciuto e atteso, in grado di proporre al pubblico itinerari sempre interessanti, borghi da scoprire e artisti pieni di energia creativa, attivando un circolo virtuoso che valorizza il patrimonio e il territorio italiano attraverso l’arte”.

Racconta Maurizio Rigillo, Direttore di Galleria Continua: “Fin dalla prima edizione abbiamo prestato grande attenzione alle combinazioni borgo-artista, cercando di guardare sia alla specificità dei luoghi sia alla ricerca condotta da ciascun artista. Ne è scaturito un mosaico di opere eccellenti, che hanno saputo trarre ispirazione dalle realtà locali, coinvolgere gli abitanti, creare meraviglia e stupore nei visitatori confermando quanto sia peculiare nella creazione dell’opera il contesto fisico e di relazione con le persone”.

Con la volontà di creare un progetto capillare su tutto il territorio nazionale, in ciascuna regione è presente un coordinatore a supporto di ciascun artista in ogni fase progettuale, che ne agevola l’inserimento all’interno del borgo attraverso occasioni di incontro con la cittadinanza, di co-progettualità con le maestranze e gli artigiani locali, e facilita il dialogo tra l’artista stesso, i promotori dell’iniziativa e l’amministrazione pubblica.

Descrizione: Dessislava Madanska, Multiverse, 2021, Sofia. Green granite, 5mm solid brass (polished), brass pipes, 24cm x 27cm x 88cm (H), Credits and courtesy: Dessislava Madanska

Dessislava Madanska, Multiverse, 2021, Sofia. Green granite, 5mm solid brass (polished), brass pipes, 24cm x 27cm x 88cm (H) (Credits: Dessislava Madanska)

Di seguito gli artisti e i borghi della terza edizione di “Una Boccata d’Arte”

Valle d’Aosta | Antonio Della Guardia nel borgo di Morgex (AO)

Piemonte | Natália Trejbalová nel borgo di Neive (CN)

Liguria | Alice Ronchi nel borgo di Montemarcello, frazione di Ameglia (SP)

Lombardia | Alina Kleytman nel borgo di Cigognola (PV)

Trentino Alto-Adige | Giulia Mangoni nel borgo di San Lorenzo Dorsino (TN)

Veneto | Lucia Cantò nel borgo di Malamocco, frazione di Venezia (VE)

Friuli-Venezia Giulia | Riccardo Benassi nel borgo di Pesariis, frazione di Prato Carnico (UD)

Emilia-Romagna | Diana Policarpo nel borgo di Montegridolfo (RN)

Toscana | Serhiy Horobets nel borgo di Sorano (GR)

Umbria | Luis López-Chávez nel borgo di Panicale (PG)

Marche | Eva Marisaldi nel borgo di San Costanzo (PU)

Lazio | Dessislava Madanska nel borgo di Fumone (FR)

Abruzzo | Victor Fotso Nyie nel borgo di Rocca San Giovanni (CH)

Descrizione: Immagine che contiene edificio, esterni, via, vecchio

Descrizione generata automaticamente

Il palazzo comunale di Rocca San Giovanni, Chieti. Credits: Zitumassin

Molise | Tommaso Spazzini Villa nel borgo di Castropignano (CB)

Campania | Fabrizio Bellomo nel borgo di Albori, frazione di Vietri sul Mare (SA)

Puglia | Simone Bacco nel borgo di Spinazzola (BT)

Ilaria Leccese

Spinazzola (Puglia) Ph. Pietro Amendolare. Courtesy: Comune di Spinazzola.

Basilicata | Hanne Lippard nel borgo di Grottole (MT)

Calabria | Anna Zvyagintseva nel borgo di San Donato di Ninea (CS)

Sicilia | Isaac Chong Wai nel borgo di Castiglione di Sicilia (CT)

Sardegna | Ludovica Carbotta nel borgo di Aggius (SS)

Ilaria Leccese

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos