VARIANTE OMICRON,FAUDI:"SEGNALI INCORAGGIANTI SU SINTOMI E MALATTIA"

In Italia ulteriori 15.021 contagi e altri 43 morti - I dati dalle Regioni - Super green pass oggi: regole e Faq per bar, ristoranti e palestre

6_12_2021.jpg

cms_24042/Omicron_coronavirus-variante-sudafricana.jpg

cms_24042/fauci_Anthony__afp.jpgVariante Omicron, Fauci: "Segnali incoraggianti su sintomi e malattia"

"Ci sono segnali incoraggianti sui sintomi della variante Omicron e sulla severità della malattia. Ma bisogna essere prudenti". Il professor Anthony Fauci, immunologo e consigliere del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, fotografa così il quadro relativo alla variante Omicron. I contagi aumentano, in particolare in Sudafrica, mentre ricercatori di numerosi paesi sono all’opera per rispondere in maniera precisa più possibile ad una serie di domande: la variante Omicron è più contagiosa? I sintomi sono più lievi? I vaccini sono efficaci? "La variante sta diventando la variante dominante in Sudafrica. E’ qui negli Usa in almeno 15 stati ed è in almeno 40 nazioni. Cosa succederà quando la variante Omicron sarà in competizione con la variante Delta?", si chiede l’immunologo delineando uno scenario ancora fluido in collegamento con la Cnn.

"I vaccini che stiamo utilizzando sono diretti al ceppo originario del virus. Stiamo ottenendo una buona protezione contro la variante Delta, in particolare con la dose booster. Con il booster, ci sarà un livello di protezione probabilmente considerevole anche contro la variante Omicron", aggiunge.

Riflettori puntati sul Sudafrica, che ha scoperto la variante ed è visto ora come punto di riferimento nell’analisi della situazione. La variante Omicron viene collegata ad un picco di reinfezioni nel paese il rischio di reinfezioni in soggetti già guariti potrebbe essere doppio rispetto alle varianti precedenti, come ipotizza uno studio ancora non sottoposto a peer review.

Gli scienziati, evidenzia la Bbc, hanno analizzato circa 36.000 campioni ’sospetti’ per verificare dati relativi a seconde infezioni. I dati non hanno evidenziato picchi durante le ondate dominate nel paese dalla varianti Beta o Delta che pure, secondo risultati ottenuti in laboratorio, avrebbero avuto la parziale capacità di superare la barriera del vaccino. Ora si registra un’impennata di reinfezioni: non tutti i pazienti sono stati sottoposti ad analisi finalizzate ad individuare la variante, ma il timing suggerisce che Omicron sia coinvolta nel fenomeno. La professoressa Juliet Pulliam, della Stellenbosch University, è una delle firmatarie dello studio. La scienziata fa riferimento ad "una maggiore capacità di infettare individui precedentemente contagiati".

cms_24042/4.jpg

cms_24042/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 15.021 contagi e altri 43 morti

Sono 15.021 i contagi da coronavirus in Italia, secondo numeri e dati covid - regione per regione - nel bollettino di Protezione Civile e ministero della Salute.

Registrati altri 43 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 525.108 tamponi, il tasso di positività è al 2,9%. I pazienti ricoverati per covid sono 5.597 (+169). In terapia intensiva, 736 persone (+4).

cms_24042/italia.jpg

I dati dalle Regioni

(Bollettino Covid-19 delle ore 18,00 - 5 Dicembre 2021)

CAMPANIA - Sono 1.325 i contagi da coronavirus in Campania secondo i numeri del bollettino. Si registra un morto. I nuovi casi sono stati individuati su 31.268 test. I pazienti covid ricoverati in ospedale in area non critica sono 330. In terapia intensiva, invece, 22 persone.

LAZIO - Sono 1.549 i nuovi contagi da coronavirus oggi 5 dicembre nel Lazio, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 2 morti. A Roma i nuovi casi sono 702.

“Oggi nel Lazio su 14.071 tamponi molecolari e 24.673 tamponi antigenici per un totale di 38.744 tamponi, si registrano 1.549 nuovi casi positivi (-283), sono 2 i decessi (-5), 716 i ricoverati (+4), 95 le terapie intensive (+4) e +555 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3,9%. I casi a Roma città sono a quota 702. Ieri effettuate oltre 45mila somministrazioni ovvero +13 mila rispetto al target e con un incremento del 55% rispetto alla settimana precedente’’. Lo comunica in una nota l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

PIEMONTE - Sono 906 i contagi da coronavirus in Piemonte oggi, 5 dicembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Non si registrano morti. I nuovi casi (di cui 368 dopo test antigenico) sono pari al 2,1% di 42.284 tamponi eseguiti, di cui 35.312 antigenici. Dei 906 nuovi contagi gli asintomatici sono 579 (63,9%).

I ricoverati in terapia intensiva sono 36 (-1 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 440 (+21 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 12.933. I tamponi diagnostici finora processati sono 10.165.214 (+42.284 rispetto a ieri), di cui 2.532.918 risultati negativi. I pazienti guariti diventano complessivamente 383.317 (+422 rispetto a ieri).

FRIULI VENEZIA GIULIA - Sono 595 i nuovi contagi da coronavirus oggi 5 dicembre in Friuli Venezia Giulia, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 5 morti. Su 5.117 tamponi molecolari sono stati rilevati 532 nuovi casi con una percentuale di positività del 10,4%.

Sono inoltre 11.782 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 63 casi (0,53%). Le persone ricoverate in terapia intensiva risultano essere 28, mentre i pazienti in altri reparti sono 288. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi evidenziando che "anche oggi, come da settimane, la fascia di popolazione maggiormente colpita dall’infezione risulta essere quella sotto i vent’anni’’.

SARDEGNA - Sono 133 i nuovi contagi da coronavirus oggi 5 dicembre in Sardegna, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Non si registrano morti. Sono 1.800 le persone testate nelle ultime 24 ore. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 8.350 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 13 (come ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 77 (5 in più di ieri) mentre 2.998 sono i casi di isolamento domiciliare (+81 rispetto a ieri).

TOSCANA - Sono 669 i contagi da coronavirus in Toscana oggi, 5 dicembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Si registrano 3 morti. In Toscana sono 304.725 i casi di positività al Coronavirus: 630 delle ultime 24 ore sono stati confermati con tampone molecolare e 39 da test rapido antigenico. I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 286.787 (94,1% dei casi totali).

Oggi sono stati eseguiti 9.682 tamponi molecolari e 22.205 tamponi antigenici rapidi, di questi il 2,1% è risultato positivo. Sono invece 8.313 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui l’8% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 10.515, +4,7% rispetto a ieri.

PUGLIA - Sono 249 i contagi da coronavirus in Puglia oggi, 5 dicembre 2021, secondo i numeri covid del bollettino della regione. Spiccano i 93 positivi in provincia di Foggia. Non si registrano morti. I nuovi casi sono stati individuati su 19.343 test. Le persone attualmente positive nella regione sono 4.600. I pazienti covid ricoverati in area non critica sono 139, mentre le persone in terapia intensiva sono 21.

ALTO ADIGE - Sono 378 i contagi da coronavirus in Alto Adige oggi, 5 dicembre 2021, secondo i numeri del bollettino covid. Registrati un morto. Tra i nuovi casi nella provincia - dove nei giorni scorsi è stato individuato un caso di variante Omicron - 210 sono stati confermati da tampone molecolare e 168 da test antigenici. Le vittime dall’inizio della pandemia sono 1.249. I pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva sono 16, ieri erano 14. A livello provinciale ad oggi sono stati effettuati in totale 736.095 tamponi su 263.996 persone.

I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 93 mentre i ricoverati nelle strutture private convenzionate sono 71 e quelli in isolamento nelle strutture di Colle Isarco 5. Le persone in isolamento domiciliare sono 10.272 e quelle che hanno lo concluso sono 163.385. Persone alle quali sinora sono state imposte misure di quarantena obbligatoria o isolamento sono 173.657. I guariti totali sono 85.441 (+273).

EMILIA ROMAGNA - Sono 1.707 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, domenica 5 dicembre 2021, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino dell’Emilia Romagna. Da ieri ci sono stati 10 morti nella Regione. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 29.952 tamponi, di cui 12.438 antigenici rapidi, con un tasso di positività del 5,7%. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 40,7 anni. Nelle ultime 24 ore i guariti sono stati 600. In isolamento domiciliare 24.526 persone. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 79, 2 in più rispetto a ieri, 728 quelli negli altri reparti Covid, 25 in più rispetto a ieri.

Alle ore 14 di oggi sono state somministrate complessivamente 7.558.742 dosi; sul totale sono 3.564.688 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 644.132.

ABRUZZO - Sono 196 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, domenica 5 dicembre 2021, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino dell’Abruzzo. Da ieri c’è stato un morto, un 53enne della provincia di Teramo. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 4.800 tamponi molecolari e 12565 test antigenici. Da ieri ci sono stati 3 guariti. I ricoverati in area medica sono 115, 7 le terapie intensive occupate e 4.958 in isolamento domiciliare. Nella Regione al momento ci sono 5.080 positivi.

Tra le province con il maggior numero di nuovi casi L’Aquila (45), Chieti (85), Pescara (24) e Teramo (43).

CALABRIA - Sono 228 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, domenica 5 dicembre 2021, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione Calabria. Da ieri i morti sono stati 2 che porta il totale da inizio pandemia a 15.07. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 3.808 tamponi. Da ieri sono guarite 120 persone.

In isolamento 102 persone, 5 i ricoverati e 19 le terapie intensive occupate, una in meno rispetto a ieri.

LOMBARDIA - Sono 2.628 i nuovi contagi da Coronavirus in Lombardia oggi, domenica 5 dicembre 2021, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Regione. Da ieri sono stati registrati 8 morti che portano il totale delle vittime a 34.445 da inizio pandemia. Nelle terapie intensive ci sono 124 persone, 3 in più rispetto a ieri, mentre i ricoverati sono 1.079 con l’ingresso negli ospedali di altre 34 persone nelle ultime 24 ore.

LIGURIA - Sono 486 i nuovi contagi da Coronavirus oggi, domenica 5 dicembre 2021, secondo i dati Covid-19 dell’ultimo bollettino della Liguria. Nessun altro morto da ieri. I ricoverati nei reparti Covid sono 194, mentre le terapie intensive occupate sono 22, tre in meno rispetto a ieri. Da ieri sono guarite 200 persone. Nella Regione al momento i positivi sono 6.800. Tra le province con il maggior numero di nuovi casi Genova a 229, Savona a 110, Imperia a 78 e La Spezia a 48.

cms_24042/CORONAVIRUS-_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

cms_24042/super_green_pass.jpgSuper green pass oggi: regole e Faq per bar, ristoranti e palestre

Super green pass in vigore da oggi, 6 dicembre, con nuove regole fino al 15 gennaio 2022 anche in zona bianca e non solo nelle regioni e nei comuni in zona gialla, arancione o rossa. Bar e ristoranti, cinema e teatri, mezzi pubblici e palestre: le novità, tra green pass rafforzato e semplice, sono tante. Il governo ha pubblicato una tabella con le Faq per chiarire cosa si può fare e cosa non è consentito.

Il primo chiarimento: cos’è il Super green pass? E’ il certificato verde che viene rilasciato a chi è vaccinato o guarito dal covid. Il semplice tampone negativo - 72 ore di validità per quello molecolare, 48 ore per quello antigenico - dà diritto al green pass base. Chi possiede già un Green pass valido per vaccinazione o guarigione non deve scaricare una nuova Certificazione perché sarà l’app Verifica C19 a riconoscerne la validità.

BAR E RISTORANTI

In zona bianca e gialla la consumazione al banco e al tavolo (all’aperto) in bar e ristoranti è consentita in zona bianca e zona gialla senza green pass. In zona arancione, le stesse attività sono consentite solo ai possessori di Super green pass. Al chiuso, la consumazione al tavolo è consentita solo a chi ha il Super green pass a prescindere dal colore della zona.

PALESTRE E PISCINE

In palestre e piscine all’aperto in zona bianca o zona gialla è consentito l’ingresso anche senza green pass. In zona arancione, serve il Super green pass. Discorso diverso per le strutture al chiuso. Il green pass base è sufficiente in zona bianca e gialla, in zona arancione serve il certificato rafforzato. In zona bianca e gialla serve il tampone negativo per accedere agli spogliatoi.

ALBERGHI E HOTEL

L’obbligo di Super green pass non riguarda l’ingresso in hotel né la consumazione dei pasti in albergo in zona bianca e gialla. Per gli ospiti in hotel è sufficiente avere il green pass base, ottenibile anche semplicemente con tampone molecolare o antigenico. In zona arancione serve il Super green pass. Allo stesso modo, ricorda Federalberghi, chi soggiorna in un hotel può tranquillamente accedere alla sala ristorante, al bar, al centro benessere e alla piscina dell’hotel esibendo il green pass base.

Dal prossimo 6 dicembre 2021, l’accesso ai servizi di ristorazione svolti all’interno di alberghi o di altre strutture ricettive e riservati esclusivamente ai clienti ivi alloggiati, sarà consentito ai possessori della certificazione verde non “rafforzata”.

MATRIMONI E CERIMONIE RELIGIOSE

Battesimi, matrimoni, comunioni e altri eventi che seguono cerimonie civili e religiose sono esclusi dalle attività per cui è richiesto il super green pass. Per questi continuerà a bastare il green pass base anche dopo il 6 dicembre in zona bianca e gialla. In zona arancione, semaforo verde solo con il certificato rafforzato. Nella circolare del Viminale si legge infatti: "Per effetto di tale disposizione – il decreto del 26 novembre, ndr -, ai soggetti muniti della predetta certificazione verde "rafforzata", sarà consentito l’accesso a: spettacoli, eventi sportivi in qualità di spettatori, ristoranti al chiuso, feste (tranne quelle conseguenti a cerimonie civili e religiose), cerimonie pubbliche, sale da ballo, discoteche e locali assimilati.

TRASPORTI PUBBLICI, REGOLE BUS E METRO

Dal 6 dicembre obbligo di certificazione verde base anche per il trasporto pubblico locale, come autobus e metro e per quanto riguarda i mezzi di media e lunga percorrenza (aerei, navi, treni Intercity e Alta Velocità, corriere funivie, cabinovie, impianti sciistici). Sull’intera rete ferroviaria e per i mezzi pubblici resta sufficiente la certificazione verde semplice.

MENSE AZIENDALI

Escluse dall’obbligo del green-pass rafforzato le mense e i servizi di catering.

MUSEI, CINEMA E TEATRI

Le nuove regole riguardano anche i luoghi della cultura e prevedono che nei musei, archivi e biblioteche, in zona bianca e in zona gialla, non è necessario il super green pass. Si continuerà pertanto ad accedere con green pass, nel pieno rispetto delle norme e dell’obbligo di indossare la mascherina. Diverso il caso dei cinema, teatri e sale da concerto, che rimarranno aperti con capienza al 100%, dove l’ingresso sarà possibile solo con il super green pass.

IL PASSAGGIO DI ZONA

In sostanza, in caso di passaggio di un comune o di una regione dalla zona bianca o gialla fino a quella arancione, lle attività possono accedere i soli detentori del Green Pass rafforzato. Chi ha aderito alla campagna vaccinale (anche senza la terza dose) o è guarito dal Covid potrà accedere a tutti quei locali e servizi anche se il luogo in cui abita diventa zona gialla o arancione quindi. Limitazioni sugli spostamenti e chiusure per tutti (non solo per i no vax) in zona rossa. Particolare il caso degli impianti di risalita sulle piste da sci: in zona bianca e gialla richiedono il Green pass semplice, in zona arancione il Super green pass.

VALIDITA’

Chi possiede già un Green pass valido per vaccinazione o guarigione non deve scaricare una nuova Certificazione perché sarà l’app Verifica C19 a riconoscerne la validità. Dal 15 dicembre 2021 la durata di validità del Green Pass viene ridotta dagli attuali 12 a 9 mesi.

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos