VARIANTE OMICRON, SINTOMO E MAPPA CONTAGI.RIUNIONE EMERGENZA G7

In Italia ulteriori 12.932 contagi e altri 47 morti - I dati dalle Regioni - Variante Omicron, Ciccozzi: "Da primi dati sembra più contagiosa" - Omicron, Ricciardi: "Sintomi e test, primi elementi positivi"

29_11_2021.jpg

cms_23974/g7_omicron.jpg

Variante Omicron, sintomi e mappa contagi. Riunione emergenza G7

Fari puntati sulla variante Omicron del covid, sui sintomi e sulla mappa dei contagi in Europa - compresa l’Italia - e nel mondo. Il governo britannico, che occupa attualmente la presidenza del G7, ha convocato per oggi una riunione di emergenza dei ministri della Sanità. Il G7 è composto da Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti.

SINTOMI - L’Organizzazione mondiale della Sanità precisa che "non è ancora chiaro se Omicron sia più contagiosa rispetto ad altre varianti, inclusa la variante Delta. Il numero di persone risultate positive è aumentato nelle aree del Sud Africa colpite da questa variante, ma sono in corso studi epidemiologici per capire se sia a causa di Omicron o altri fattori". E "non è ancora chiaro se l’infezione da Omicron causi una malattia più grave rispetto alle infezioni con altre varianti, inclusa Delta", spiega l’Oms.

"I dati preliminari suggeriscono che ci sono tassi crescenti di ospedalizzazione in Sud Africa, ma ciò potrebbe essere dovuto all’aumento del numero complessivo di persone infettate, piuttosto che a un’infezione specifica con Omicron. Al momento non ci sono informazioni che suggeriscano che i sintomi associati a Omicron siano diversi da quelli di altre varianti".

Le persone in Sudafrica che hanno contratto il ceppo Omicron del coronavirus hanno manifestato sintomi "insoliti ma lievi", riferisce l’associazione medica del Paese, la South African Medical Association (Sama). In un’intervista alla Bbc la presidente dell’Associazione, Angelique Coetzee, spiegando che la ricerca sulla variante è ancora in una fase iniziale, ha detto che "i pazienti si lamentano principalmente di un corpo dolorante e stanchezza, estrema stanchezza, e lo vediamo nelle giovani generazioni, non nelle persone anziane".

Anche il 55enne della Campania positivo alla variante Omicron - il ’paziente zero’ in Italia - fa sapere che i sintomi sono blandi. Il discorso vale anche per la famiglia, che comprende persone tra 8 e 81 anni di età: l’infezione, dice, si è manifestata in modo lieve. L’uomo è in isolamento nella sua casa di Caserta ed è monitorato costantemente dai medici e dall’autorità sanitaria.

VON DER LEYEN: "CORSA CONTRO IL TEMPO" - Contro la variante Omicron "adesso è una corsa contro il tempo". Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, in una conferenza stampa a Riga. "Gli scienziati hanno bisogno di due o tre settimane per avere un quadro completo sulla qualità delle mutazioni di questa variante", ha affermato, sottolineando la necessità di "guadagnare tempo" e rinnovando l’invito ai cittadini a vaccinarsi, a proteggersi e a mantenere il distanziamento.

OMS - L’Organizzazione mondiale della Sanità chiede di tenere aperti i confini. L’Oms "sta con le nazioni africane e chiede che le frontiere rimangano aperte" è l’appello dell’Oms. "Poiché i Paesi impongono divieti di volo alle nazioni dell’Africa meridionale a causa delle preoccupazioni sulla nuova variante del Covid Omicron, l’Oms esorta i Paesi a seguire le normative scientifiche e sanitarie", sottolinea l’Organizzazione mondiale della Sanità.

PRESIDENTE SUDAFRICA - Il presidente del Sudafrica chiede di togliere le restrizioni ai viaggi. "Chiediamo a tutti quei Paesi che hanno imposto divieti di viaggio nei confronti del nostro Paese e ai nostri Paesi fratelli dell’Africa meridionale di invertire urgentemente le loro decisioni e revocare il divieto che hanno imposto prima che venga arrecato ulteriore danno alle nostre economie e ai mezzi di sussistenza della nostra gente, non vi è alcuna giustificazione scientifica per mantenere in vigore queste restrizioni" afferma il presidente del Sudafrica, Cyril Ramaphosa, secondo quanto riferiscono i media sudafricani. Per Ramaphosa le restrizioni ai viaggi "non saranno efficaci nel prevenire la diffusione di questa variante. Potrebbero causare solo ulteriori danni alle economie dei Paesi colpiti e minare la loro capacità di rispondere e riprendersi dalla pandemia".

MAPPA CONTAGI - La mappa dei contagi in Europa vede attualmente 13 casi accertati di nuova variante nei Paesi Bassi, in un gruppo di persone arrivate venerdì a bordo di voli in provenienza dal Sudafrica. In tutto 61 persone sono risultate positive dopo essere sbarcate dagli ultimi due voli che hanno raggiunto il Paese prima della chiusura e per tutte è stato disposto l’isolamento. Intanto sono iniziati gli esami per stabilire se si trattasse o meno di variante Omicron. I test stanno ora proseguendo "e la nuova variante potrebbe emergere in altri risultati", hanno riferito le autorità.

In Francia ci sono otto possibili casi sospetti di infettati con la variante Omicron del Covid. Mentre sono tre i casi confermati rilevati in Germania, due casi confermati in Danimarca, un caso sospetto in Austria. C’è poi un terzo caso di contagio da variante Omicron nel Regno Unito.

In Israele è stato identificato un secondo caso della variante. La paziente è una donna vaccinata tornata dal Sudafrica ed è stata trovata positiva in un test di sequenziamento genetico condotto dal ministero della Salute. Due casi di variante Omicron del Covid sono stati certificati in Australia, due casi di persone infette a Ottawa, in Canada. Intanto lo Stato di New York ha dichiarato lo stato di emergenza come misura eccezionale per fronteggiare la nuova variante.

cms_23974/4.jpg

cms_23974/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 12.932 contagi e altri 47 morti

Sono 12.932 i contagi da coronavirus in Italia, secondo numeri e dati covid - regione per regione - nel bollettino di Protezione Civile e ministero della Salute.

Registrati altri 47 morti. I nuovi casi, mentre anche l’Italia registra il primo contagio da variante Omicron, sono stati individuati su 512.592 tamponi. Il tasso di positività è al 2,5%. Sono 638 (+14)i pazienti in terapia intensiva in Italia nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 39.

cms_23974/italia.jpg

I dati dalle Regioni

(Bollettino Covid-19 delle ore 18,00 - 28 Novembre 2021)

LOMBARDIA - Sono 2.493 i contagi da coronavirus in Lombardia oggi, 28 novembre 2021, secondo numeri e dati del bollettino covid di Protezione Civile e ministero della Salute. Registrati altri 5 morti, che portano il totale delle vittime a 34.349 dall’inizio dell’emergenza covid. Gli attuali positivi nella regione sono 29.660 (+ 1.916) mentre i dimessi/guariti sono 865.461 (+ 572).

SICILIA - Sono 777 i nuovi contagi da coronavirus in Sicilia oggi, 28 novembre 2021, secondo i numeri covid del bollettino della regione. Si registrano altri 4 morti. Il dato dei ricoveri oggi per coronavirus negli ospedali siciliani rispetto a ieri vede un decremento complessivo di 8 unità. In terapia intensiva sono in cura 45 persone (0 in più rispetto a ieri). Il dato dei guariti è pari a 302 persone. I tamponi molecolari processati sono stati 5.986. I tamponi rapidi sono stati 18.799.

Questo il report dei nuovi positivi nelle province: 31 Agrigento, 27 Caltanissetta, 275 Catania, 13 Enna, 110 Messina, 153 Palermo, 27 Ragusa, 87 Siracusa, 54 Trapani.

LAZIO - “Oggi nel Lazio su 14.883 tamponi molecolari e 26.620 tamponi antigenici per un totale di 41.503 tamponi, si registrano 1.255 nuovi casi positivi (+51), sono 4 i decessi (-2), 716 i ricoverati (+1), 94 le terapie intensive (+5) e +664 i guariti. il rapporto tra positivi e tamponi è al 3%. i casi a roma città sono a quota 572’’. Lo comunica in una nota l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Nella Asl Roma 1: sono 226 i nuovi casi e 3 i decessi nelle ultime 24h. Asl Roma 2: sono 319 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h. Asl Roma 3: sono 27 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h. Asl Roma 4: sono 50 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h. Asl Roma 5: sono 150 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h. Asl Roma 6: sono 120 i nuovi casi e 1 decesso nelle ultime 24h.

Nelle province si registrano 363 nuovi casi: Asl di Frosinone: sono 103 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h. Asl di Latina: sono 156 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h. Asl di Rieti: sono 28 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h. Asl di Viterbo: sono 76 i nuovi casi e 0 i decessi nelle ultime 24h.

CALABRIA - Sono 236 i nuovi contagi da coronavirus oggi 28 novembre 2021 in Calabria, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri tre decessi.

I nuovi casi di positività sono stati rilevati su 5.161 tamponi effettuati. Sono +131 i guariti. Da inizio emergenza 1.495 decessi. Il bollettino, inoltre, registra +102 attualmente positivi, +100 in isolamento, +2 ricoverati e, infine, terapie intensive stabili (per un totale di 16).

FRIULI VENEZIA GIULIA - Sono 534 i contagi da coronavirus in Friuli Venezia Giulia oggi, 28 novembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Si registrano 7 morti. Nel dettaglio, su 5.025 tamponi molecolari sono stati rilevati 478 nuovi contagi con una percentuale di positività del 9,51%. Sono inoltre 14.214 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 56 casi (0,39%).

Nella giornata odierna si registrano 7 decessi: quattro donne di Trieste, rispettivamente di 98 anni (deceduta all’ospedale di Trieste), 87 anni (deceduta in residenza protetta per anziani), 87 anni (deceduta all’ospedale di Gorizia) e di 76 anni (deceduta all’ospedale di Trieste); un uomo di 82 anni di Trieste deceduto al nosocomio triestino; un uomo di 79 anni di Gemona deceduto all’ospedale di Palmanova e una donna di 86 anni di Brugnera deceduta all’ospedale di Pordenone. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 27, mentre i pazienti in altri reparti risultano essere 276, come comunica il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.

PIEMONTE - Sono 566 i contagi da coronavirus in Piemonte oggi, 28 novembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Si registra un morto.

I nuovi casi (di cui 261 dopo test antigenico) sono pari all’1,4% di 40.118 tamponi eseguiti, di cui 34.718 antigenici. Dei 566 nuovi casi gli asintomatici sono 367 (64,8%). I ricoverati in terapia intensiva sono 33 (invariati rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 357(+22 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 9.423

I tamponi diagnostici finora processati sono 9.770.523 (+ 40.118 rispetto a ieri), di cui 2.495.931 risultati negativi. I pazienti guariti diventano complessivamente 380.193 (+283 rispetto a ieri).

EMILIA ROMAGNA - Sono 1.344 i contagi da coronavirus in Emilia Romagna oggi, 28 novembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati altri 7 morti. Nel dettaglio, i nuovi casi sono stati individuati su un totale di 28.277 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 4,7%.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 41,1 anni. ’’Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 16.857 tamponi molecolari. A questi si aggiungono anche tamponi rapidi 11.370. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 357 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 420.386. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 19.470 (+980). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 18.776 (+937), il 95,6% del totale dei casi attivi.

Si registrano sette decessi: due in provincia di Bologna (due uomini rispettivamente di 76 e 78 anni), due in provincia di Reggio Emilia (due uomini di 55 e 60 anni), uno in provincia di Piacenza (una donna di 93 anni), un decesso in provincia di Parma (un uomo di 85 anni), uno in provincia di Rimini (un uomo di 89 anni). In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.774.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 62 (+4 rispetto a ieri), 632 quelli negli altri reparti Covid (+39).

CAMPANIA - Sono 1.147 i contagi da coronavirus in Campania oggi, 28 novembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino regionale. Registrati altri 2 morti. I nuovi casi sono stati rilevati su 29.578 tamponi. I pazienti covid ricoverati in area non critica sono 300. In terapia intensiva, invece, 25 persone.

PUGLIA - Sono 129 i contagi da coronavirus in Puglia oggi, 28 novembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Non si registrano morti. I nuovi casi sono stati individuati su 19.468 tamponi. Spiccano i 45 contagi in provincia di Bari e i 28 in provincia di Foggia. Le persone attualmente positive sono 4.023. I pazienti covid ricoverati in area non critica sono 137. In terapia, invece, 22 malati.

ABRUZZO - Sono 138 i contagi (di età compresa tra 2 e 82 anni) registrati in Abruzzo oggi, 28 novembre 2021, secondo i numeri del bollettino.

Eseguiti 3140 tamponi molecolari e 11409 test antigenici, nessun deceduto, 80566 guariti (+1), 4311 attualmente positivi (+137), 106 ricoverati in area medica (+8), 9 in terapia intensiva (invariato), 4196 in isolamento domiciliare (+129). I nuovi positivi sono residenti in provincia dell’Aquila (11), Chieti (57), Pescara (39), Teramo (26), in accertamento (5).

TOSCANA - In Toscana sono 595 i nuovi contagi da coronavirus secondo il bollettino di oggi, 28 novembre. Si registra inoltre un altro morto. 561 i casi confermati con tampone molecolare e 34 da test rapido antigenico, che portano il totale a 300.647 dall’inizio dell’emergenza sanitaria al Coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 284.145 (94,5% dei casi totali). ù

Oggi sono stati eseguiti 9.050 tamponi molecolari e 21.034 tamponi antigenici rapidi, di questi il 2% è risultato positivo. Sono invece 8.343 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 7,1% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 9.103, +4,8% rispetto a ieri. I ricoverati sono 295 (1 in più rispetto a ieri), di cui 46 in terapia intensiva (2 in meno). Si registra 1 nuovo decesso: una donna di 78 anni di Siena.

cms_23974/CORONAVIRUS-_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

cms_23974/Massimo_Ciccozzi.jpegVariante Omicron, Ciccozzi: "Da primi dati sembra più contagiosa"

"Dai primi dati epidemiologici la variante Omicron" sudafricana del Covid "sembrerebbe davvero più contagiosa della Delta. Al momento nei laboratori del Sudafrica, con i quali siamo in costante contatto, sono già stati fatti più di 500 sequenziamenti. L’epidemiologia ci dice che sta soppiantando la variante Delta. Le informazioni certe, però, arriveranno dai dati molecolari, sia per quanto riguarda la contagiosità, sia per quanto riguarda la capacità dei vaccini di proteggere. E le analisi sono già in corso". Lo spiega Massimo Ciccozzi, responsabile dell’unità di Statistica medica ed Epidemiologia della facoltà di Medicina e Chirurgia del Campus Bio-Medico di Roma, già attivato sullo studio della nuovissima variante.

Secondo i dati provenienti dai laboratori sudafricani "nel Paese, con la variante Omicron, si ha un R0 di 1,34. Questo vuol dire che l’epidemia non è più sotto controllo. Il fenomeno può essere legato alla maggiore contagiosità della nuova variante, ma va tenuto conto anche di altri elementi come la bassissima percentuale sulla copertura vaccinale nel Paese, circa al 20%, e lo scarso utilizzo delle misure anti Covid, molto lontano dai nostri standard. E’ certo, però, che, al momento, in Sudafrica, Omicron corre più della Delta".

In questa variante, aggiunge Ciccozzi, "ci sono tutte le mutazioni delle singole varianti fino ad ora viste. Tutte insieme sulla stessa proteina Spike. E, almeno sul piano epidemiologico, la Omicron al momento sembra avere spiccato una corsa".

cms_23974/Walter_Ricciardi.jpgOmicron, Ricciardi: "Sintomi e test, primi elementi positivi"

Sintomi lievi e test efficaci. Sono i primi due elementi positivi alla variante Omicron -individuata anche in Italia- emersi in attesa di dati più accurati. Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, interviene a Che tempo che fa. "La variante Omicron è definita una variante di preoccupazione, ci sono elementi che dobbiamo monitorare. E’ presto per qualsiasi conclusione, ci sono comunque alcuni elementi. Quello negativo è la grandissima possibilità di diffondersi. In 2 settimane in Sudafrica è passata dall’1% al 30%, la contagiosità è persino superiore a quella della Delta. C’è una grande quantità di mutazioni, di per sé non è un fatto negativo. Quando sono tante, aumenta la probabilità che ce ne sia una" pericolosa.

Non mancano elementi positivi. "Ci stanno arrivando comunicazioni dal chief medical officer del Sudafrica secondo cui non ha una maggiore gravità. L’altro dato positivo, appena arrivato da Israele, è che i test attualmente disponibili continuano a diagnosticarla. Non ha bypassato i test e c’è una buona probabilità che questo valga anche per i vaccini, ma questo lo sapremo nelle prossime settimane", dice Ricciardi.

Nei prossimi giorni potrebbe arrivare il via libera dell’Aifa alla vaccinazione per i bambini della fascia 5-11 anni. "La vaccinazione dei bambini è un passaggio epocale, è il tassello più importante per la diminuzione della circolazione del virus. In America hanno vaccinato oltre 3 milioni di bambini, la vaccinazione si sta dimostrando straordinariamente sicura e protettiva", dice Ricciardi.

International Web Post

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos