VIOLENZA SESSUALE A SCUOLA SU UNA STUDENTESSA DI PARMA

VIOLENZA_SESSUALE_A_SCUOLA_SU_UNA_STUDENTESSA_DI_PARMA.jpg

Nell’istituto Tecnico Superiore “Bodoni” di Parma una studentessa del quarto anno ha denunciato ai Carabinieri un suo compagno di scuola 19enne per violenza sessuale. L’episodio è avvenuto lunedì intorno a mezzogiorno, alla presenza di due compagni, all’interno di un’aula in quel momento deserta. Secondo quanto riferito dalla ragazza prima alla Preside della Scuola e poi a Carabinieri del luogo, il 19enne si sarebbe dapprima impossessato del suo cellulare, poi l’avrebbe immobilizzata, baciata e palpeggiata senza il suo consenso. I due compagni presenti non l’avrebbero in alcun modo difesa.

cms_9391/2.jpg

Secondo quanto dichiarato dalla studentessa, dopo una ventina di minuti il ragazzo avrebbe desistito dall’azione, decidendo di liberarla per poi andare via. La stessa ha testualmente dichiarato ai CC: “Mi ha preso il cellulare e non voleva ridarmelo, io l’ho inseguito e ho cercato di riprenderlo. Mi ha stretto le mani intorno al collo, spingendomi verso il muro, mi ha messo le mani su tutte le parti del corpo, ho provato a spingerlo via e a dirgli di fermarsi. Io ero terrorizzata e con la mano libera cercavo di fermarlo, di togliergli le mani dalle mie parti intime, continuavo a dirgli di fermarsi”.

La Preside della scuola, Luciana Donelli, ha dichiarato di essere “allibita”, aggiungendo: “Stiamo ricostruendo i fatti con l’aiuto delle testimonianze e, al più presto, prenderemo i provvedimenti necessari”. La dirigente scolastica si dichiara essere molto sensibile di fronte al problema della violenza sulle donne. A tal proposito, ha ricordatotutte quelle attività che la scuola ha portato e continua a portare avanti all’interno dell’istituto tra i vari appuntamenti, tenendo a mente l’importante testimonianza di Lucia Annibali.

cms_9391/3.jpg

La madre della giovane si è sfogata dicendo: “Gli altri ragazzi avrebbero potuto fare qualcosa, intervenire, chiedere aiuto, ma non l’hanno fatto”. Nel frattempo i Carabinieri stanno proseguendo le indagini sul ragazzo indagato, di origini africane, e stanno inoltre ascoltando alcuni giovani testimoni per vagliare la credibilità del racconto della studentessa. Sembra, in base alle dichiarazioni, che ci siano state delle avances respinte.

Anna Di Fonzo

Tags:

Lascia un commento



Autorizzo il trattamento dei miei dati come indicato nell'informativa privacy.
NB: I commenti vengono approvati dalla redazione e in seguito pubblicati sul giornale, la tua email non verrà pubblicata.

International Web Post

Direttore responsabile: Attilio miani
Condirettore: Federica Marocchino
Condirettore: Antonina Giordano
Editore: Azzurro Image & Communication Srls - P.iva: 07470520722

Testata registrata presso il Tribunale di Bari al Nrº 17 del Registro della Stampa in data 30 Settembre 2013

Email: redazione@internationalwebpost.org

Collabora con noi

Scrivi alla redazione per unirti ad un team internazionale di persone dinamiche ed appassionate!

Le collaborazioni con l’International Web Post sono a titolo gratuito, salvo articoli, contributi e studi commissionati dal Direttore responsabile sulla base di apposito incarico scritto secondo modalità e termini stabiliti dallo stesso.


Seguici sui social

Newsletter

Lascia la tua email per essere sempre aggiornato sui nostri contenuti!

Iscriviti al canale Telegram