VIOLENZE INACCETTABILI

Il Congo sotto lo scacco dei ribelli

1651279450Il_Congo_sotto_lo_scacco_dei_ribelli.jpg

Una terra martoriata, da sempre scenario di indescrivibili brutalità, continua a far parlare di sé a causa di innumerevoli lotte interne. La Repubblica democratica del Congo, nello specifico la regione nord-est, non riesce a trovare pace nelle regioni di Kivu e dell’Ituri. Villaggi saccheggiati e bande armate disposte a tutto, anche a compiere violenze contro gli stessi abitanti. Il livello di allerta è ai massimi storici ed è per questo che oltre al Congo si è deciso di schierare una forza regionale per combattere i ribelli. Tale provvedimento è sopraggiunto a Nairobi, in un dialogo che ha visto coinvolti Kenya, Burundi, Uganda, RDC e Rwanda.

cms_25847/Foto_1.jpg

È noto a tutti che i paesi sopracitati vantano grandi interessi nella regione, che da sempre si presenta come un territorio ricco di materie prime. Per questo, i cinque paesi hanno inviato ai ribelli un invito a partecipare senza condizioni al processo politico. Ovviamente, schierare una forza regionale non è la soluzione più idonea per arrivare alla tanto desiderata pace. Infatti, molti militanti alla forza regionale operano per procura, perché hanno svariati interessi. È giusto sottolineare che la forza regionale affianca una sostanziosa presenza di caschi blu (la Monusco), che conta 15mila soldati.

cms_25847/Foto_2.jpg

Tante le questioni delicate sul tavolo, al fronte delle quali la stessa Onu non è riuscita nell’intento di ristabilire la pace. L’Onu è presente sul territorio da oltre 20 anni, ma senza portare risultati concreti. Un cittadino si sfoga apertamente: "Purtroppo è da diversi anni che sono presenti e le violenze non si sono mai fermate anzi, spesso avvengono davanti alle aree del Monusco". Tanta è la sfiducia verso l’Onu dinanzi a un popolo che ormai sembra rassegnato alla propria sorte. Il desiderio legittimo di pace si infrange dinanzi alla cruda realtà, dove i cittadini esclamano apertamente: "Possono anche partire senza problemi".

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos