L’AMMINISTRAZIONE BIDEN ALLENTA ALCUNE RESTRIZIONI DEGLI STATI UNITI SU CUBA

1652836370BIDEN_ALLENTA_ALCUNE_RESTRIZIONI_DEGLI_STATI_UNITI_SU_CUBA(AMERICA_bandiera_Licenze_Creative_Commons).jpg

Gli Stati Uniti stanno allentando alcune restrizioni su Cuba, imposte durante l’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump, tra cui i limiti sulle rimesse familiari e i viaggi verso le isole caraibiche mirando a sostenere il popolo cubano.

Nel gennaio 2021 l’entrata in carica del presidente Joe Biden ha segnato una serie di cambiamenti significativi nell’approccio di Washington verso L’Avana.

In una recente dichiarazione, infatti, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha annunciato che Washington ripristinerà un programma di riunificazione familiare noto come Cuban Family Reunification Parole e continuerà a potenziare la capacità dei propri servizi consolari.

Inoltre verranno ampliati i viaggi autorizzati, accrescerà il sostegno agli imprenditori cubani e si farà sì che le rimesse fluiscano più liberamente verso il popolo cubano senza arricchire coloro che perpetrano abusi dei diritti umani.

cms_26082/Foto_1.jpg

Lo scopo dei cambiamenti sarà proprio quello di sostenere il popolo cubano, fornendo loro strumenti aggiuntivi per perseguire una vita libera dall’oppressione del governo locale e sviluppare e cercare maggiori opportunità economiche.

Le nuove misure saranno attuate nelle prossime settimane, tuttavia le tensioni tra le due nazioni persistono. Il ministro degli Esteri cubano Bruno Rodriguez ha sminuito il progetto proposto dagli USA definendolo “un passo limitato nella giusta direzione”. Secondo quest’ultimo, il piano d’azione non cambierà la maggior parte delle misure di pressione massima coercitiva esercitate da parte di Trump, l’embargo e l’inclusione fraudolenta che ancora oggi interessano il popolo cubano.

In quest’ultimo periodo un annoso motivo di discussione a Washington DC, tra alti funzionari del Dipartimento di Stato e il vice ministro degli Esteri di Cuba, ha riguardato il fenomeno della migrazione, con gli Stati Uniti desiderosi di frenare un numero crescente di cubani che cercano di entrare nel paese.

Il ministro degli esteri di Cuba ha recentemente accusato l’amministrazione Biden di esercitare pressioni sui paesi della regione per cercare di escludere L’Avana dal prossimo vertice delle Americhe a Los Angeles, in California.

Il Dipartimento di Stato ha detto che gli USA aumenteranno il tetto sulle rimesse familiari, ma ha chiarito che non saranno rimosse le entità dalla Cuba Restricted List, una lista del Dipartimento di Stato delle società cubane allineate al governo e ai militari con le quali le imprese e i cittadini statunitensi non possono fare affari.

Washington cercherà di emettere 20.000 visti per immigrati all’anno, in linea con un accordo di migrazione, e di espandere i viaggi autorizzati a Cuba, consentendo voli di linea e charter per utilizzare aeroporti diversi dall’Avana.

Gli Stati Uniti aumenteranno anche il sostegno agli imprenditori cubani indipendenti con l’obiettivo di facilitare l’accesso ad Internet e promuovere un approccio verso la microfinanza e la formazione degli interessati.

Marlen Cirignaco

Tags:

Commenti per questo articolo

[*COMMENTI*]

<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


News by ADNkronos


Salute by ADNkronos