IL SOGNO DI MARCO

IL_SOGNO_DI_MARCO.jpg

Marco sogna. Sogna ad occhi aperti, sogna in classe, guarda fuori dalla finestra della sua classe e osserva il cielo, sognando di essere lì fuori, di volare, di andare sopra le nuvole e scrutare ciò che avviene al di sotto. Marco sogna come può sognare un bambino di 12 anni, sogna di essere forte, sogna di essere un supereroe, di sgominare i cattivi, di trovare alleati. Ma quando torna alla realtà si sente solo: lui un supereroe non è, mentre i cattivi esistono davvero. Quelli che lo prendono in giro per i capelli arruffati, per come si veste, perché legge fumetti, perché non parla come loro, non agisce come loro, perché non è loro amico. Ma non ha scelto Marco di chi essere amico, è stato solo escluso, dopo la prima presa in giro a cui non si è ribellato anche se, nel sogno, dava un pugno a chi rideva di lui. Ma poi, quelle mani troppo piccole, quella timidezza che lo faceva sudare, le risate delle ragazzine, anche di quella che gli piaceva. Le prese in giro sono aumentate col passar del tempo, e lei ogni volta rideva, anche quando lui le si avvicinava per parlare.

cms_7987/2.jpg

Marco non parla in casa: come potrebbe lui, un ometto, dire alla madre che lo prendono in giro? Quando in televisione si parla di bullismo la madre parla di denunce, di responsabilità degli insegnanti, e allora no mamma, scusa, va tutto bene, sono solo stanco, sto leggendo, sto studiando, sto giocando. Nel gioco, sullo schermo, la sua armatura è resistente a tutto, la sua spada spezza le catene, i nemici scappano, ed è pieno di amici. Mentre di amici Marco ne ha pochi, e sono come lui, sognatori che cavalcano la stessa nuvola. È più forte Superman o Batman? Ma da grande ti immagini diventare come Fedez, pieno di donne e di amici, rispettato e con i soldi... quando arriveremo con la nostra Ferrari ci vendicheremo di quelli, perché noi siamo più buoni, più bravi, e se diventassimo cattivi? Almeno avrebbero paura. Ma papà dice che la paura la mettono i vigliacchi, che agiscono in branco, che l’educazione e la cultura vincono su tutto. Allora, papà, non posso dirti che sogno di menare a quelli lì, perché poi non mi difenderesti; allora sai, appena divento grande mi iscrivo a karate, così posso difendermi da solo.

cms_7987/3.jpg

Marco sogna, e intanto dalla bontà germoglia un fiore diverso, che profuma di vendetta, di amicizie cattive: così se mi dà fastidio qualcuno mi difenderanno loro, e che importa se la gente li giudica male? Se i cattivi mi difendono e i buoni mi offendono allora sto dalla parte loro, perché Marco sogna solo di non essere più ferito, sogna di una bambina che lo bacia, sogna di non essere più costretto a sognare. Prima sognava anche di essere un poliziotto, ma poi i suoi nuovi amici gli hanno detto che la polizia a loro li tratta male. Se la polizia non mi difende da chi mi insulta e prende in giro, allora hanno ragione: non voglio essere un poliziotto, a che serve la polizia, a che serve la famiglia, a che serve studiare. Le lacrime non danno forza, e gli incubi di notte non fanno bene, perché poi gli incubi ci sono anche di giorno, in palestra quando sei in tuta e, per ridere, i cattivi la abbassano davanti a tutti. E per ridere in classe ti lanciano le palline di carta. E per ridere ti chiamano in modi brutti, e per ridere ti danno le spinte, e per ridere quando dici che chiami l’insegnante ti fanno il verso e ti chiamano vigliacco. Allora non chiamo l’insegnante, chiamo i miei amici, quelli che menano, quelli che rubano, quelli che come me vivono isolati dagli altri, ma non sono da soli. A mamma però non lo dico, perché quando li vede fuori da scuola li chiama delinquenti solo perché fumano, perché non sono educati, perché non sono belli. Ma non è bello anche sognare di scappare via mamma, non è bello sognare di volare, perché un giorno io, mamma, su quella terrazza ci salirò, e scapperò via dalla vita, volando, aggrappandomi alle lacrime che saliranno verso l’alto mentre io ti manderò un bacio.

Paolo Varese

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos