Traduci

Coronavirus, Oms: “In Cina raggiunto picco, ora rallenta”

L’epidemia di coronavirus in Cina “sta rallentando, è stato raggiunto un picco dei nuovi contagi, quindi c’è stata una stabilizzazione e ora si vede un calo dei nuovi casi”.

Lo ha spiegato Druce Aylward, a capo della task force di 25 esperti dell’Oms che è stata in missione in Cina, durante la conferenza stampa dell’Organizzazione mondiale della sanità a Ginevra. Aylaward ha fatto un resoconto completo del viaggio degli esperti, da Pechino a Wuhan, sottolineando che nonostante gli errori fatti il mondo “ha bisogno dell’esperienza della Cina” e che occorre “cambiare mentalità nel preparaci ad eventi simili”.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, la Cina “ha affrontato in modo pragmatico un nuovo virus che fa molta paura e si diffonde velocemente. Hanno varato misure drastiche, mai viste in precedenza, per cercare di contenere la diffusione del virus”.

In Italia

Salgono a 11 i morti in Italia per il coronavirus. Tre i decessi nelle ultime ore in Lombardia: sono due uomini di 91 e 84 anni e una donna di 83 anni. Lo ha spiegato Angelo Borrelli, commissario straordinario per l’emergenza coronavirus.

A questi si aggiunge la morte di una 76enne a Treviso che era ricoverata presso il reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Treviso ed è risultata positiva al coronavirus. La donna è deceduta alle 18.10 a causa delle complicanze respiratorie sopraggiunte nelle ultime ore.

Sono 325 le persone contagiate in 8 regioni e in una Provincia autonoma, secondo il monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del coronavirus sul territorio nazionale diffuso dalla Protezione civile. Di queste una persona è guarita, mentre 11 sono decedute.

Nel dettaglio, i casi accertati di coronavirus sono 240 in Lombardia, 45 in Veneto, 26 in Emilia-Romagna, 3 in Piemonte, 3 nel Lazio, 3 in Sicilia, 2 in Toscana e 2 in Liguria, uno nella Provincia autonoma di Bolzano.

(Fonte AdnKronos – Foto dal Web)

Autore:

Data:

26 Febbraio 2020