Traduci

Coronavirus, Speranza: “Crisi senza precedenti”(Altre News)

Coronavirus, Speranza: “Crisi senza precedenti”

“Voglio continuare a credere che questo sia un grande Paese, che si ritrova di fronte ad una situazione di effettiva difficoltà e di serietà. Inedita rispetto al passato. E’ un fatto completamente nuovo, non è mai accaduto prima, a livello globale. Ci troviamo ad affrontare una crisi che, sinceramente, è senza precedenti. Penso che il Paese abbia la forza e l’energia per andare avanti”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, rispondendo a Lucia Annunziata durante la trasmissione ’In mezz’ora’, su Rai Tre.

“Abbiamo bisogno di un patto vero con le persone. I comportamenti virtuosi di ciascuno sono decisivi. I decreti non bastano. Tutto quello che stiamo facendo è sicuramente utile e importante. Ma senza una scelta di natura individuale, senza comportamenti corretti da parte di ciascuno, la battaglia diventerà sempre più complicata da giocare”, ha aggiunto.

“La blindatura delle prime zone rosse è sostanzialmente superata. Anche perché la situazione epidemiologica è cambiata”, ha detto soffermandosi sui provvedimenti appena varati. “Queste decisioni che stiamo assumendo sono ispirate dai nostri scienziati – ha ricordato – Il messaggio di fondo che diamo è molto netto all’opinione pubblica: questo virus non è uno scherzo. E’ una questione seria, che mette a dura prova le nostre strutture sanitarie, che stiamo provando a rinforzare” anche con atti presi nelle scorse ore. Ma l’obiettivo è quello di “contenerne la diffusione, e dunque atteggiamenti consoni e il rispetto di queste norme” è importante.

Coronavirus, Renzi: “Il peggio deve ancora arrivare”

“Sono ore molto delicate per l’Italia, forse tra le più delicate della storia recente del nostro Paese. L’emergenza sanitaria non è ancora al picco, il peggio deve ancora arrivare. Dirselo è segno di maturità, perché è la verità, per questo dobbiamo seguire le regole”. Lo dice Matteo Renzi, in un video postato su Facebook, in relazione all’emergenza coronavirus.

“Se siamo in una situazione di emergenza e non seguiamo le regole -aggiunge- siamo in anarchia. Seguire le regole significa rispettare i decreti che il governo ha deciso di attuare. Se c’è una catena di comando va rispettata”.

“Mi permetto di suggerire al governo per il futuro di affiancare alla struttura valida che già sta lavorando, personalità che abbiano un’esperienza nella gestione delle crisi. Ci vuole Guido Bertolaso, una personalità che abbia una capacità di lavorare con governi di tutti i colori e che sia anche capace di mettere le mani nella comunicazione istituzionale durante la crisi, che è un tema fondamentale, lo abbiamo visto anche stanotte, e nella gestione dell’emergenza”, aggiunge.

Sull’economia “o interveniamo adesso o rischiamo di perdere un pezzo delle piccole e medie imprese del nostro Paese. Mercoledì interverrò in Senato votando a favore della richiesta del ministro Gualtieri di avere più deficit in Europa, ma soprattutto per dire che occorre liquidità immediata anche alle famiglie”, prosegue. Bisogna prendere le misure necessarie per la nostra economia, “a cominciare, probabilmente domani da tener chiusa la Borsa”.

“Tutti gli esperti -dicono- dicono che queste crisi sono devastanti all’inizio ma poi si risale velocemente. Il grafico di queste crisi è a ’v’: il problema nostro è riuscire ad arrivare al momento più basso della ’v’ con le aziende ancora vive”.

Coronavirus, Calenda: “Nuovo decreto è un mix assurdo”

“La ’fuga di notizie’ è solo il più apparente dei problemi. Le previsioni del decreto sono da un lato durissime (quarantena di 10 mil di persone), dall’altro indefinite (chi ha gravi motivi) e impossibili da imporre (blocchi con l’esercito strade e trasporti?). Un mix assurdo”. Così Carlo Calenda in un tweet, rispondendo a un utente che gli scrive: “Per il bene del Paese è necessario che si verifichi la professionalità dell’ufficio stampa del governo e del suo responsabile Casalino e si prenda qualche decisione”.

L’utente si riferisce alla pubblicazione di una bozza, quindi una versione non definitiva, del nuovo Dpcm che contiene nuove misure restrittive per arginare il coronavirus, circolata prima della firma del premier Conte.

Coronavirus, Meloni: “Caos per indiscrezioni su decreti”

“Indiscrezioni confuse sui decreti del Governo sul Coronavirus creano caos e apprensione. Andavano gestiti con grande discrezione e poi comunicati direttamente dal Premier o tramite note formali”. Lo scrive su Twitter la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. “FDI offre aiuto, ma il Governo faccia la sua parte: non si possono più fare errori”, aggiunge.

Il sondaggio: FdI supera M5S

Fratelli d’Italia, partito guidato da Giorgia Meloni, supera il M5S. Lo afferma un sondaggio Winpoll-Scenari Politici pubblicato dal quotidiano Libero. Secondo la rilevazione, infatti, FdI si attesterebbe al 13,3 per cento, mentre il Movimento fondato da Beppe Grillo scenderebbe al 12,5. Si tratta di un dato che “per la prima volta in chiave nazionale”, scrive Libero, “testimonia il trend anticipato con i voti reali delle ultime tornate regionali: l’exploit di FdI, che diventa terzo partito italiano scalzando dal podio proprio i grillini scivolati drammaticamente, nel giro di due anni, dal primo posto, con la ’preistorica’ percentuale del 32% delle Politiche del 4 marzo 2018, al quarto”. Per quanto riguarda gli altri partiti, la Lega di Matteo Salvini è al 31,1%, Forza Italia al 4,6. Quanto al centrosinistra, il Pd è al 22,9%, Italia Viva al 3, La Sinistra al 2,9.

Autore:

Data:

9 Marzo 2020