Traduci

COVID, ITALIA ROSSA E ROSSO SCURO IN MAPPA ECDD

cms_24310/mappa_EdCd.jpg

Covid, Italia rossa e rosso scuro in mappa Ecdc

cms_24310/Ecdc.jpgCovid in Italia, la penisola passa tutta in rosso e in rosso scuro nella mappa aggiornata dell’Ecdc sulla situazione epidemiologica Covid-19 in Europa, che continua ad essere basata sulle notifiche di positivi negli ultimi 14 giorni ogni 100mila abitanti e sulla percentuale di positivi sul totale dei test effettuati.

Sono rosse Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna; tutte le altre regioni del nostro Paese sono in rosso scuro. Nella mappa precedente resistevano in giallo solo tre regioni (Puglia, Molise e Sardegna). Tutta l’Europa è rossa o rossa scuro, le fasce che segnalano la maggior circolazione del Ssars-CoV-2, fatta eccezione per la Romania, quasi tutta in giallo, salvo Bucarest, che è rossa, e la regione meridionale dell’Oltenia, che è verde, l’unica in tutta Europa.

La Romania ha vissuto un’ondata molto dura di Covid-19 all’inizio dell’autunno, che ha provocato decine di migliaia di morti e che è stata combattuta con chiusure e restrizioni, dato che i tassi di vaccinazione sono molto bassi. La Commissione Europea ha proposto tempo fa di cambiare i criteri con cui la mappa viene redatta, inserendo i tassi di vaccinazione, ma la raccomandazione non è ancora stata tradotta in pratica.

cms_24310/4.jpg

cms_24310/Min_Sanita_ISS_Prot_Civ.jpgIn Italia ulteriori 126.888 contagi e altri 156 morti

Sono 126.888 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia, secondo i dati e i numeri Covid – regione per regione – del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute.

Si registrano, inoltre, altri 156 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 1.150.352 tamponi con un tasso di positività all’11%.

Sono stati 134 gli ulteriori ingressi in terapia intensiva, per un totale di 1.226, mentre sono stati 288 i ricoverati con sintomi che portano il numero complessivo a 10.866.

Dall’inizio della pandemia sono state contagiate dal Coronavirus 5.981.428 persone, mentre le vittime salgono a 137.247. In totale i guariti sono 5.064.718, 22.246 nelle ultime 24 ore. Ad oggi in Italia ci sono 779.463 positivi al covid-19, 104.598 in più.

cms_24310/italia.jpg

I dati delle Regioni

(Bollettino Covid-19 delle ore 18,00 – 30 Dicembre 2021)

LOMBARDIA – Sono 39.152 i nuovi contagi da Coronavirus in Lombardia secondo il bollettino di oggi, giovedì 30 dicembre 2021, con i dati della Regione. Nella tabella si fa riferimento ad altri 36 morti che porta il totale da inizio pandemia a 35.044. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 229.059 tamponi, tra molecolari e antigenici, con un tasso di positività del 17%.

I ricoverati negli ospedali della regione sono 1.831, invariati rispetto a ieri, e quelli in terapia intensiva 204, in aumento di 13 unità da ieri.

CAMPANIA – Sono 11.492 i nuovi contagi da Coronavirus in Campania secondo il bollettino di oggi, giovedì 30 dicembre 2021, con i dati della Regione. Nella tabella si fa riferimento ad altri 10 morti, di cui 2 avvenuti in precedenza e registrati ieri. Per il terzo giorno consecutivo la Campania registra il record di nuovi casi di Covid-19.

Nelle ultime 24 ore sono stati processati 115.863 tamponi, tra molecolari e antigenici. In aumento i ricoveri: sono 41 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 4 in più rispetto a ieri, e 651 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 64 in più rispetto al dato diffuso ieri.

LAZIO – E’ record di nuovi contagi da coronavirus oggi 30 dicembre nel Lazio: secondo i dati dell’ultimo bollettino Covid-19 sono 5.843. Si registrano altri 6 morti. “Oggi nel Lazio su 25.240 tamponi molecolari e 60.273 tamponi antigenici per un totale di 85.513 tamponi, si registrano 5.843 nuovi casi positivi (+595), sono 6 i decessi (-4), 1.127 i ricoverati (+57), 150 le persone nelle terapie intensive (+3) e +1.219 i guariti – comunica, in una nota, l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, dopo la videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e aziende ospedaliere, policlinici universitari e l’ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Il rapporto tra positivi e tamponi è al 6,8%. I casi a Roma città sono a quota 2.872. Oggi, inoltre, si registra nuovo record di casi positivi, e su sei decessi cinque hanno riguardato non vaccinati”.

SARDEGNA – Sono 735 i nuovi contagi da Coronavirus in Sardegna secondo il bollettino di oggi, giovedì 3 dicembre 2021, con i dati della Regione. Nella tabella si fa riferimento ad altri 3 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 18.702 tamponi, tra molecolari e antigenici. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 15 come ieri. I pazienti ricoverati in area medica sono 144, 2 in più di ieri. In isolamento a casa 6.826 persone.

PIEMONTE – Non si arresta la corsa dei nuovi contagi in Piemonte: oggi 30 dicembre – secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19 – sono stati 11.515 (di cui 9.254 dopo test antigenico). Si registrano altri 8 morti. I casi delle ultime 24 ore sono pari al 12,7% di 90.662 tamponi eseguiti, di cui 75.969 antigenici: gli asintomatici sono 7.950 (69,0%). I casi sono così ripartiti: 8.956 screening, 1.929 contatti di caso, 630 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi diventa 487.296, di cui 40.455 Alessandria, 23.296 Asti, 16.100 Biella, 69.116 Cuneo, 37.946 Novara, 256.310 Torino, 17.029 Vercelli, 17.751 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 2.163 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 7.130 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

ABRUZZO – Sono 3.167 i nuovi contagi da coronavirus oggi 30 dicembre 2021 in Abruzzo, secondo dati e numeri dell’ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 4 decessi. I nuovi casi di positività in Abruzzo portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 101.800. Il bilancio dei pazienti deceduti sale a 2.638. Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 86448 dimessi/guariti (+862 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 12714 (+2301 rispetto a ieri), nel totale sono ricompresi anche 3548 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche. Sono 168 i pazienti (-4 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in area medica; 21 (-3 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 12525 (+2308 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 6.966 tamponi molecolari (1.720.365 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 29600 test antigenici (1.751.382). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 8.66 per cento.

VALLE D’AOSTA – Sono 295 i nuovi contagi da Coronavirus in Valle d’Aosta secondo il bollettino di oggi, giovedì 30 dicembre 2021, con i dati della Regione. Nella tabella si fa riferimento a un altro morto.

I positivi attuali sono 1.865 di cui 1.834 in isolamento domiciliare, 29 ricoverati in ospedale, due in terapia intensiva. Il totale delle persone guarite sale a 13.488, 15 in più rispetto a ieri. Da inizio pandemia i morti sono stati 488 nella Regione.

EMILIA ROMAGNA – Sono 7.088 i nuovi contagi da Coronavirus in Emilia Romagna secondo il bollettino di oggi, giovedì 30 dicembre 2021, con i dati della Regione. Nella tabella si fa riferimento ad altri 20 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 57.953 tamponi di cui 24.890 test antigenici rapidi. Da ieri sono guarite 1.244 persone. In isolamento 66.869 persone.

Sono 121 i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna, 8 in più rispetto a ieri; l’età media è di 62,2 anni. Sul totale, 88 (quindi il 73%) non sono vaccinati (età media 60,6 anni), mentre 33 sono vaccinati con ciclo completo (età media 66,4 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.334, 29 in più rispetto a ieri con un’età media di 69,1 anni.

PUGLIA – Sono 4.200 i contagi da coronavirus in Puglia oggi, 30 dicembre 2021, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati altri 6 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 93.009 tamponi. I nuovi contagi divisi per provincia: Bari 1.251; Bat 534; Brindisi 514; Foggia 469; Lecce 1.003: Taranto 311; residenti fuori regione 103; in definizione 15.

Le persone attualmente positive sono 19.740. In ospedale, i pazienti covid ricoverati in area non critica sono 241. In terapia intensiva, invece, 30 persone.

TOSCANA – Sono 15.830 i contagi da coronavirus in Toscana oggi, 30 dicembre 2021, secondo i numeri Covid del bollettino anticipato dal governatore Eugenio Giani su Telegram. Il dato sotto la spinta della variante Omicron è nettamente il più alto mai registrato nella regione.

“I nuovi casi registrati in Toscana sono 15.830 su 69.759 test di cui 25.126 tamponi molecolari e 44.633 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 22,69% (69,6% sulle prime diagnosi)”, scrive Giani, specificando che “7.351 nuovi positivi provengono dai test rapidi antigenici”.

FRIULI VENEZIA GIULIA – Sono 2.110 i nuovi contagi da Coronavirus in Friuli Venezia Giulia secondo il bollettino di oggi con i dati della Regione. Nella tabella si fa riferimento ad altri 6 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati 9.756 i tamponi molecolari processati e 16.322 i test rapidi antigenici. Scendono a 26 le persone ricoverate in terapia intensiva, 282 i pazienti ospedalizzati in altri reparti. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 153.733 persone.

cms_24310/CORONAVIRUS-_NOTIZIE_E_PROVVEDIMENTI.jpg

Da quarantena covid a Super green pass, cosa cambia da oggi

cms_24310/CDM_LOGO.jpgDal Super green pass alla quarantena covid per contatto con un positivo, nuove regole e misure contro l’impennata di contagi in Italia.

Entra in vigore oggi, venerdì 31 dicembre, il nuovo decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri mercoledì scorso. Il presidente della Repubblica Mattarella ha firmato ed emanato il provvedimento che, pubblicato in Gazzetta ufficiale ieri 30 dicembre, entra in vigore già da oggi.

Ecco le misure che hanno ottenuto il via libera dal Cdm:

QUARANTENA

“La misura della quarantena precauzionale non si applica a coloro che, nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione o successivamente alla somministrazione della dose di richiamo, hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al COVID-19”, si legge nel decreto.

“Ai soggetti di cui al primo periodo è fatto obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto con soggetti confermati positivi al COVID-19, e di effettuare un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione dell’antigene Sars-Cov-2 alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto. La disposizione di cui al presente comma si applica anche alle persone sottoposte alla misura della quarantena precauzionale alla data di entrata in vigore del presente decreto”, si legge ancora.

“La cessazione della quarantena consegue all’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione dell’antigene Sars-Cov-2, effettuato anche presso centri privati a cioò abilitati. In quest’ultimo caso, la trasmissione, con modalità anche elettroniche, al dipartimento di prevenzione territorialmente competente del referto con esito negativo determina la cessazione del regime di quarantena o di auto-sorveglianza”.

SUPER GREEN PASS, REGOLE DAL 10 GENNAIO

“Dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID-19 l’accesso ai seguenti servizi e attività: alberghi e altre strutture recettive; sagre e fiere, convegni e congressi; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose”.

“Fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID l’accesso ai seguenti mezzi di trasporto e il loro utilizzo. Le disposizioni di cui al comma 1, nel medesimo periodo ivi previsto, si applicano anche all’accesso e all’utilizzo dei seguenti servizi e attività: a) impianti di risalita con finalità turistico-commerciale, anche se ubicati in comprensori sciistici; b) servizi di ristorazione all’aperto; c) piscine, centri natatori, sport di squadra e di contatto centri benessere per le attività all’aperto; d) centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all’aperto”.

FFP2, PREZZI CALMIERATI

“Il Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19, considerati i prezzi mediamente praticati alle farmacie e ai rivenditori, definisce, d’intesa con il Ministro della salute, un protocollo d’intesa con le associazioni di categorie maggiormente rappresentative delle stesse farmacie e degli altri rivenditori autorizzati al fine di assicurare, fino al 31 marzo 2022 e senza oneri aggiuntivi per la finanza pubblica, la vendita di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 a prezzi contenuti. Il Governo monitora, attraverso relazioni del Commissario, l’andamento dei prezzi delle mascherine FFP2”.

SANZIONI PER VIOLAZIONI

Per quanto riguarda le sanzioni, il nuovo dl Covid fa riferimento al dl del 25 marzo 2020 in cui le violazioni vengono punite con “la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 1.000”.

ENTRATA IN VIGORE

Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sarà presentato alle Camere per la conversione in legge. Pubblicato giovedì 30 dicembre, entrerà in vigore oggi venerdì 31 dicembre.

Data:

31 Dicembre 2021