Traduci

DISABILITÀ E INCLUSIONE SOCIALE: UNA SFIDA COMUNE

cms_29697/foto_1.jpg“La piena inclusione delle persone con disabilità (fisica, psichica, sensoriale) è possibile solo se i diversi attori sociali lavorano in sinergia e con unità di intenti. Ed è proprio questo il compito della Pedagogia speciale e sociale: costruire percorsi inclusivi di comunità, che offrano opportunità a chi ne ha meno.

Conoscere e riconoscere nella diversità l’elemento ineludibile di ogni specie vivente è necessario per superare la diffidenza.

“Ieri sera, ad Andrano, è emerso tutto l’impegno di un percorso che sta andando in questa direzione. E se ciò è possibile, il merito va riconosciuto a tutti coloro che con impegno, seppur tra tante difficoltà, tenacemente sta portando avanti questa rivoluzione culturale. È per questo che il mio ringraziamento va al Sindaco Musaró e alla sua amministrazione, al dirigente dell’istituto comprensivo Ivano De Luca perché combatte per una scuola sempre più inclusiva, alla bravissima prof.ssa Silvia Rizzo per la competenza e passione che si percepisce da ogni respiro, al mio amico Leonardo Bianchi per la tenacia e autentica passione con la quale porta avanti queste battaglie per il rispetto della dignità delle Persone. Da parte mia ci sono e ci sarò insieme a voi e a tutti coloro che credono nella costruzione di una società più a misura delle persone”.

cms_29697/foto_2.jpg

Con queste parole la dott.ssa Annatonia Margiotta ha postato le sue sensazioni in merito all’evento tenutosi presso la Biblioteca del Comune di Andrano, un evento voluto da chi continua a credere e a investire energie sulla sensibilizzazione della comunità educante sperando che nel prossimo futuro si possano avere generazioni con un’apertura spontanea e sincera verso le persone speciali, che devono essere aiutate affinché le loro potenzialità e competenze possano far crescere tutto il territorio. È una sfida difficile ma importante, nella quale amministrazioni comunali, scuola e enti del terzo settore devono incontrarsi e confrontarsi soprattutto iniziando da coloro che le disabilità devono viverle e affrontarle tutto il giorno, tutti i giorni.

Autore:

Data:

12 Marzo 2023