Traduci

Disastro Indonesia, trovati oltre 1200 corpi

Disastro Indonesia, trovati oltre 1200 corpi

cms_10399/indonesia_tsunami_5_afp.jpg

Sono oltre 1.200 i cadaveri trovati dopo il terremoto e il conseguente tsunami che hanno colpito l’isola indonesiana di Sulawesi. Lo ha riferito una delle principali ong indonesiane. “In totale sono stati trovati 1.203 corpi, ma alcuni non sono ancora stati identificati o recuperati“, ha detto Insan Nurrohman, vice presidente di Aksi Cepat Tanggap.

L’Indonesia esorta la comunità internazionale ad aiutare il Paese, ormai in ginocchio: “Il presidente Joko Widodo ci ha autorizzato ad accettare gli aiuti internazionali per rispondere urgentemente al disastro”, ha riferito Thomas Lembong, presidente dell’Investment Coordinating Board, l’agenzia indonesiana per il coordinamento degli investimenti. Ieri, il dipartimento di Stato Usa in un comunicato ha annunciato che gli Stati Uniti “sono pronti ad assistere” l’Indonesia nelle operazioni di soccorso.

La maggioranza delle vittime, finora si sono registrate nella città di Palu, che ha 300mila abitanti, completamente devastata dal terremoto e dal successivo tsunami. Centinaia di corpi sono stati trovati già ieri sulle spiagge e le autorità temono che ve ne siano ancora altri in mare. Per i corpi identificati si procederà con la sepoltura di massa per ragioni sanitarie dato che in città non c’è elettricità, acqua potabile e forniture di carburanti.

Trump: “Io e Kim ci siamo innamorati”

cms_10399/trump_kim_singapore_afp.jpg

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto che lui e il leader nordcoreano Kim Jong-un “si sono innamorati” e che le tensioni tra i due paesi si sono allentate. Così Trump durante un intervento ai suoi sostenitori nella Virginia occidentale. “Mi ha scritto belle lettere e ci siamo innamorati”, ha ribadito.

Trump ha spiegato che il fatto che Pyongyang abbia interrotto i suoi test nucleari, così come i lanci missilistici è un segnale che il suo riavvicinamento con la Corea del Nord sta funzionando. Anticipando le critiche suscitate dalle sue parole di affetto per Kim, il presidente ha aggiunto sarcasticamente: “Donald Trump ha detto che si sono innamorati, quanto è orribile, quanto è orribile? È così poco presidenziale“.

Tesla, Musk dovrà lasciare la presidenza

cms_10399/elon_musk_afp.jpg

Una maximulta di 40 milioni di dollari e l’addio di Elon Musk alla presidenza di Tesla. E’ in sintesi quanto prevede l’accordo raggiunto dal colosso delle auto elettriche statunitense con la Sec (Securities and Exchange Commission), l’autorità di vigilanza della Borsa Usa. Un’intesa che chiude il caso dei tweet fuorvianti di Musk sui prezzi delle azioni.

L’azione legale per frode da parte della Sec era stata avviata dopo che il 7 agosto Musk aveva twittato che stava “considerando” il delisting di Tesla a 420 per azione, con “finanziamento garantito”. Il fondatore della società dovrà ora lasciare la presidenza e pagare 20 milioni di dollari di multa – altri 20 li pagherà il colosso delle auto elettriche per un totale di 40 milioni di dollari – nell’ambito dell’accordo per il patteggiamento. L’intesa prevede che Musk possa rimanere Ceo di Tesla ma dovrà rinunciare alla presidenza per almeno

“In realtà, Musk sapeva che la potenziale transazione era incerta e soggetta a numerose contingenze“, ha scritto Sec dopo aver presentato accuse di frode all’inizio di questa settimana osservando inoltre che i tweet avevano causato notevoli turbative del mercato. La Sec ha osservato che il tweet ha contribuito a spingere la quota di Tesla del 6% e che una quota di 420 dollari era “un sostanziale premio al suo prezzo di negoziazione in quel momento”.

Migranti Aquarius sbarcano a Malta

cms_10399/aquarius6_afp.jpg

I 58 migranti che si trovavano ormai da giorni sulla nave soccorso Aquarius sono stati trasferiti a bordo di un pattugliatore della Marina maltese e da questo portati a terra. “Tutti i migranti sbarcati a Malta saranno trasferiti in quattro Paesi europei”, ha dichiarato, con una nota, il governo maltese, riferendosi all’accordo con Francia, Portogallo, Spagna e Germania che nei giorni scorsi si sono offerti di accogliere i migranti, sbloccando così l’ennesimo stallo.

Una portavoce di SOS Mediterranee, che gestisce la nave soccorso insieme a Medici senza Frontiere, ha detto che è stata trasferita sulla nave maltese anche ’Bella’, una cagnolina che era stata soccorsa in mare insieme ad una famiglia libica. Ora l’Aquarius dovrà far rientro nel suo porto d’origine a Marsiglia, dal momento che ha perso la bandiera di Panama, poche settimane dopo aver perso quella di Gibilterra.

Per poter navigare dovrà trovare una nuova nazione che accetti di registrarla, e le due Ong hanno fatto un appello ai governi europei affinché offrano una nuova bandiera alla nave in modo che possa continuare le sue operazioni di soccorso.

Autore:

Data:

1 Ottobre 2018