Traduci

DONNE E VINO – Percorsi Di-Vini

Vivo nel mondo del vino da oltre 20 anni e mai come negli ultimi periodi si è sentita forte l’esigenza di dare un volto ed un significato a chi produce il vino. Si sono moltiplicati gli eventi e le manifestazioni in questo settore dedicati soprattutto al mondo produttivo femminile, come se ci fosse il bisogno di confermare questa loro presenza. Come già detto in altre occasioni, il vino non ha sesso. Non importa se a produrlo sia una Donna oppure un Uomo, l’importante è che sia fatto con vera passione, professionalità e serietà d’animo. Ma, se proprio vogliamo dirla tutta, diamo il giusto riconoscimento alle Donne produttrici che, in quanto tali, sono costrette a farsi strada in un panorama che viene a volte in loro contrasto.

Essere Donna è notevolmente complesso, ma proprio per questo diventa una sfida che non ha eguali. Diventare produttrice non è da tutti, non perché non possano farlo tutte, ci mancherebbe, ma perché la Donna è chiamata innanzitutto a gestire, altre priorità, altre realtà come la maternità; seguono le difficoltà nel gestire una famiglia, una casa, un lavoro, un insieme di responsabilità che a volte fanno mettere in secondo piano le proprie passioni, relegando il desiderio di affermazione in un angolo remoto dei pensieri. Ma le Donne hanno una marcia in più, riescono in quelle imprese che richiedono notevole caparbietà e volontà di azione; generalmente, non prendono decisioni se prima non hanno valutato attentamente i pro e i contro e sono molto pragmatiche.

Ogni anno cresce il numero di Donne che intraprende l’arte del fare vino, scelgono di diventare produttrici, a volte per esigenza, altre per opportunità, altre per la volontà di emergere, altre semplicemente per amore. Ne conosco molte e le ringrazio vivamente per ciò che fanno, per quanto desiderano mettersi in gioco e per tutte le volte che rispondono ad una avversità con un semplice sorriso.

Il rapporto tra le Donne ed il vino è da sempre un connubio vincente; basti pensare che quando si dava in passato, importanza ad un Uomo produttore, si sapeva, con certezza che alle spalle era presente una grande Donna, che, silenziosamente si occupava di gestire, organizzare, curare, tutto quello che si rendeva necessario per dar luce ai risultati della propria famiglia. Si può affermare con una certa sicurezza che la frase “dietro un grande Uomo c’è una grande Donna” sia assolutamente vera e corrisponde a molte realtà, e non soltanto del pianeta viticolo. Da Uomo non posso che essere grato a ciò che le Donne hanno fatto per la crescita del nostro paese, in molti settori, ed è fondamentale che possano essere inserite in una scena importante sia a livello nazionale che internazionale. Il mio auspicio è che si possa arrivare il prima possibile ad una qualificazione meritocratica che non prenda in esame il sesso dei singoli, bensì, il risultato di un lavoro serio, qualificante, di valore. Poco importa se proviene da una Donna o da Uomo, non vedo differenze sostanziali se non mentali, da superare in ogni caso.

Non desidero partecipare ad eventi dedicati soltanto alle produttrici Donne poiché ritengo gli stessi vincolanti e rileganti ad un concetto superato; desidero, invece, partecipare, con convinzione, ad eventi in cui il protagonista è il nettare degli dei e se a produrlo sarà stata una Donna, non ne sarei così sorpreso, ed anzi, riuscirei soltanto a complimentarmi sinceramente per il risultato ottenuto, avendo compreso da sempre quanto il ruolo sia dei più difficili. Ben venga una collaborazione semplice, pura, di livello intellettualmente alto, tra i due sessi che possano, ognuno per il proprio ruolo, essere considerati parte di un progetto superiore, con una sola ambizione: portare sulle nostre tavole prodotti di assoluta qualità.

Le viti donano i propri frutti ad entrambi, senza distinzioni, la differenza, caso mai, è il grande amore che ognuno sa dare alla propria terra, che non può essere al contempo ne commisurato ne confrontato. Donna e Uomo, sono diversi nel ragionare ma complementari nel migliorarsi, ed è fondamentale e necessario un continuo scambio di informazioni tra loro, senza invidia, senza timore, con la giusta consapevolezza che fa diventare grandi le passioni.

Buona degustazione.

Autore:

Data:

15 Maggio 2024
Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *