Traduci

Donne & Politica

C’è da chiedersi:perché alle donne viene negato il riconoscimento del ruolo che meritano nella politica e nei partiti?Come nel campo lavorativo, così nella politica, le donne sono presenti in gran numero nelle incarichi inferiori e scompaiono quasi o del tutto quando si raggiungono i vertici decisionali. Escluse da una politica funzionale al mantenimento della supremazia maschile. Quando politica è uguale a potere,vengono regolarmente escluse le donne che non aderiscono all’ordine partitico maschile.

cms_1875/donne-e-politica-Bilancia.jpgE’ da questa esclusione che nasce l’assenza,una “condizione” che dovrebbe far riflettere ed imparare. Tante di esse che vogliono impegnarsi,una risorsa preziosa perché capaci e dotate della coesione,della solidarietà che gli uomini hanno imparato ad usare per governare partiti e politica decidendo anche per le donne. Ora più che mai c’è la necessità che le donne devono eliminare la distanza tra loro e la società attraverso un reale impegno politico.

cms_1875/donnepolitica.jpg

E’ questo l’inizio del cambiamento! un cambiamento capace di opporsi alla “politica dello scambio” che da sempre ha caratterizzato la politica al maschile. Dare spazio alle voci delle donne affinché, vengano ascoltate e prese in considerazione e dalle stesse trasformate in solida costruzione fondante della società civile. Per questo devono imparare a mediare tra loro per decidere insieme: non per pareri condizionati o vincolati alla decisione delle regole maschili, ma per scelte fatte da donne che vogliono valorizzare le donne, senza discriminare gli uomini.

cms_1875/conferenzadonne.jpgLe donne vogliono e possono contribuire al rinnovamento della politica attraverso scelte e azioni condivise e mediate. Le donne ci sono, partecipando fattivamente alla vita sociale sono in grado di attuare un’altra politica,un altro modo di costruzione e progresso sociale. Quello che è necessario la consapevolezza e il rafforzament dell’autorevolezza femminile, donne che sappiano ascoltare, e cooperare con le altre e capaci di collaborare con gli uomini, inteso come segnale nel passaggio essenziale e necessario per la politica e che deve garantire loro la possibilità di sviluppare al massimo le loro potenzialità, la loro intelligenza, la loro differenza. Ormai non c’è più tempo di aspettare! Le donne sono in cammino! Siamo in cammino! Un lungo cammino, che inizia dal riconoscimento e dal dialogo tra voci femminili! Un cammino che nasce e si sviluppa dalle relazioni tra donne “riconosciute” e uomini: insieme nel dialogo che deve vederli impegnati nel cambiamento.

cms_1875/politica-piu-donne-in-parlamento_M1_-_Copia.jpg

Sono percorsi che restituiscono equilibrio alla rappresentanza di genere. La doppia preferenza:segnale di innovazione e cambiamento! Va applicata in tutto il Paese a partire dal nostro territorio:è questa sinergia di intelligenza e opportunità. E’ possibilità per una partecipazione attiva delle donne che legittima il ruolo che devono ricoprire all’interno degli ordinamenti politici,necessari per contribuire alla democrazia paritaria e alla società più rispettosa verso tutti.

Data:

21 Febbraio 2015