Headlines

Traduci

Assoluzione di Trump: nessuna collusione

Grande conquista per Trump e i repubblicani in vista delle presidenziali del 2020: il rapporto del procuratore speciale Mueller scagiona il presidente degli Stati Uniti da ogni accusa di collusione con la Russia per le elezioni del 2016. Sotto accusa da Giugno 2017, Trump può finalmente tirare un sospiro di sollievo, alla luce dell’insufficienza di prove valide a favore della cospirazione del suo entourage con il Cremlino nelle ultime presidenziali. Dopo mesi di indagini, Mueller deve arrendersi all’evidenza, pur non esprimendo, tuttavia, esplicitamente l’innocenza del presidente, lasciando intendere che vi siano ancora potenziali vie da esplorare per esaminare ulteriormente la questione. Il ministro della Giustizia, William P. Barr, ha infatti inviato al Congresso una sintesi del rapporto del procuratore, annunciando l’assoluzione di Trump, quantunque egli non sia stato esonerato espressamente anche dall’accusa di ostruzione alla giustizia.

cms_12264/2.jpg

Per ostruzione alla giustizia si intende l’atto di qualsivoglia interferenza con la giustizia o con la legge, con particolare riferimento all’influenza esercitata su un potenziale testimone, inducendolo a falsificare la propria testimonianza e impedire così un corretto svolgimento delle pratiche di giustizia. Nel caso specifico, Trump fu accusato di aver esercitato pressione sull’ex capo dell’FBI, James Comey, affinché insabbiasse le indagini sul generale Flynn (ex consigliere per la sicurezza nazionale, incriminato per aver mentito riguardo i rapporti intrattenuti con la Russia). Prima di Trump, Richard Nixon fu accusato dello stesso reato, nel celebre caso Watergate, ma, a differenza del 1974, l’attuale presidente degli Stati Uniti è ben lontano da rischi di impeachment.

cms_12264/3.jpg

L’opposizione non si dà per vinta, richiedendo di poter approfondire la questione, analizzando personalmente il rapporto completo di Mueller e tutti i documenti necessari allegati al caso. Trump, dal canto suo, esulta e approfitta della situazione, scagliandosi contro le forze d’opposizione democratiche, affermando quanto malvagie siano state le azioni subite durante l’indagine e aggiungendo che farà tutto ciò che sarà in suo potere per evitare che un altro presidente debba vivere lo stesso tipo di trattamento.

Data:

27 Marzo 2019