Traduci

ESORDIO AMARO PER IL BARI CHE, AL SAN NICOLA, PERDE (1-2) CON IL CITTADELLA

Osservato il doveroso minuto di raccoglimento per le vittime colpite dal terremoto nel Centro-Italia, è partito anche il campionato del Bari. Ma un inizio peggiore per i biancorossi non si poteva immaginare. Al San Nicola, infatti, al cospetto di circa 17.000 spettatori, il Bari subisce la prima sconfitta stagionale. Vince un Cittadella concreto, che gioca a memoria, con il risultato di 2-1, grazie alle reti di Pascali e Litteri (di Maniero la rete per il Bari).

cms_4456/2_STELLONE.jpg

Una vittoria netta da parte degli ospiti, soprattutto sotto l’aspetto del gioco e del palleggio come testimonia lo stesso Stellone ai microfoni di Radionorba: “Una gara brutta, ma equilibrata. Avevamo messo in preventivo il loro palleggio e il fatto che loro giocano a memoria, ma una giornata storta può capitare”.

In effetti, il Cittadellaè una squadra rodata, più organizzata e già avanti (a differenza del Bari), dal punto di vista dell’intesa. I biancorossi, invece, con almeno 6 nuovi calciatori (Moras, Cassani, Furlan, Basha, Martinho e Monachello) schierati da Stellone, sono ancora alla ricerca di un gioco di squadra e della migliore intesa. Formare un gruppo non è mai facile ed il Bari, oggi, lo ha dimostrato. Contro una squadra che ha cambiato poco, il Bari è sembrato slegato fra i vari reparti e ha avuto maggiore difficoltà ad imporre il proprio gioco. Non a caso, infatti, la prima conclusione dei galletti, nello specchio della porta, arriva alla mezz’ora del primo tempo con un colpo di testa di Monachello facilmente parato, tra l’altro, dal portiere Alfonso. Poi, altre due buone conclusioni con Martinho e Furlan (di poco fuori), ma senza pungere. L’uno-due degli ospiti, invece, ad inizio ripresa, cambia l’inerzia della gara e i galletti subiscono il colpo. Nonostante il gol di Maniero su calcio di rigore, infatti, la squadra di casa non riesce a completare la sperata rimonta.

In ogni caso, nonostante la sconfitta meritata, si è alla prima giornata di questo campionato ed il Bari, ancora in costruzione e con evidenti margini di miglioramento, deve guardare avanti con ottimismo e serenità.

Siamo all’inizio – continua il tecnico biancorosso – ed una giornata storta da parte di molti può capitare. E’ un Bari che ha corso, ma non bene. I giocatori erano stremati alla fine della gara. Dobbiamo migliorare nella gestione della palla, ma voltiamo pagina e pensiamo alla prossima gara contro il Perugia. Il mercato? Vedremo.

Autore:

Data:

28 Agosto 2016