Traduci

ETNA IN ERUZIONE – ALLUVIONE BARDONECCHIA

Etna in eruzione, aeroporto di Catania chiude lo spazio aereo

cms_31472/etna_eruzione23_fg.jpeg

L’Etna di nuovo in eruzione. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività stromboliana è evoluta in fontana di lava e sta producendo una nube eruttiva che i venti disperdono in direzione Sud. Si osserva inoltre un trabocco lavico dal fianco meridionale del cratere di Sud-Est.

La società di gestione dell’aeroporto di Catania comunica che fino alle ore 13 di oggi i settori di spazio aereo C1 e B3 rimarranno chiusi. Tutti gli arrivi e le partenze sono dunque inibiti. “Si pregano i gentili passeggeri di presentarsi in aeroporto solo dopo aver consultato la propria compagnia aerea – si legge in una nota – Per info sui voli dirottati o cancellati si prega di rivolgersi alle compagnie aeree o verificare la situazione in tempo reale sul sito dell’Aeroporto www.aeroporto.catania.it e sui profili Facebook e Twitter dell’aeroporto”.

***** ***** ***** ***** *****

Alluvione Bardonecchia, esonda torrente Frejus: 5 dispersi e 120 sfollati

cms_31472/bardonecchia.jpeg

Cinque dispersi, un ferito non grave e 120 sfollati. E’ questo il bilancio del nubifragio che ha colpito ieri sera Bardonecchia, nella Val di Susa, provocando l’improvvisa esondazione del corso del torrente Frejus all’interno del centro urbano. La colata di acqua e fango, scatenata da una frana a monte, ha causato danni significativi e ha richiesto un massiccio intervento delle forze dell’ordine e dei soccorritori.

Le zone più colpite dalla piena sono state principalmente concentrate lungo via Enaudi. Sei persone che si trovavano in un camper travolto dalla piena sono state salvate dai vigili del fuco. Istituito stanotte un posto di comando avanzato per la gestione delle operazioni di soccorso che vedono impegnati 50 vigili del fuoco. Esclusa stanotte dopo il controllo da parte dei sommozzatori dei vigili del fuoco la presenza di persone all’interno delle auto travolte. Sono in corso le ricerche delle persone disperse in acqua lungo il corso del torrente da Bardonecchia fino al centro abitato di Boulard più a valle.

Gli sfollati sono stati ospitati in alberghi o nel campo C.R.I. allestito all’interno del “Palazzetto dello Sport”. La devastazione all’interno del centro urbano è notevole, con ingenti danni alle vetture parcheggiate.
Tra i danni più gravi si annovera il locale commissariato di polizia, risultato non agibile e con gravi danni al piano terra, oltre alla totale compromissione del parco mezzi. Anche l’Hotel ’La Betulla’ ha subito danni, con il piano seminterrato interessato dall’ondata di piena. L’evento ha richiesto un’immediata mobilitazione delle autorità competenti, con le pattuglie dell’Arma intervenute prontamente per prestare soccorso alla popolazione. Al fine di evitare esplosioni potenzialmente pericolose, è stata interrotta l’erogazione del gas, in attesa di individuare e risolvere i danneggiamenti alle condotte. Alle 22.15 è stato attivato il Centro Operativo Comunale (C.O.C.), con un’efficace sinergia tra le forze dell’ordine (Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza) coadiuvate dalla Croce Rossa Italiana e dal Soccorso Alpino. Le operazioni di ricerca e soccorso per i veicoli trascinati dalla corrente sono proseguite fino alle 02.30, per poi riprendere alle prime ore del mattino.
Sulla strada statale 335 “Di Bardonecchia” è temporaneamente chiuso il tratto, in entrambe le direzioni, al km 10,000 a Bardonecchia. Le deviazioni sono segnalate in loco. Sul posto sono intervenute le squadre Anas e i Carabinieri per la gestione della viabilità, al fine di consentire il ripristino della normale viabilità nel più breve tempo possibile.

Data:

14 Agosto 2023