Traduci

EURO 2024, – Ai quarti Francia e Portogallo – Eliminate, rispettivamente, Belgio e Slovenia

FRANCIA-BELGIO 1-0

La Francia avanza ai quarti di finale di Euro 2024. Alla Merkur-Spiel Arena di Duesseldorf i ‘Bleus’ superano 1-0 il Belgio grazie ad un autogol di Vertonghen all’85’. I transalpini affronteranno venerdì 5 luglio ad Amburgo la vincente di Portogallo-Slovenia in campo stasera alle 21.

La partita

Avvio di partita a ritmi non vertiginosi e con la Francia più propositiva. Al 2′ girata in area di Rabiot che termina alta. Al 10′ tentativo di Griezmann dal limite dell’area, tiro centrale e parata di Casteels. Al 18′ Griezmann da calcio d’angolo per Thuram che ci prova di testa ma non trova la porta. La Nazionale di Deschamps tiene il pallino del gioco e fa girare palla cercando poi l’accelerazione e il corridoio giusto. I Diavoli Rossi aspettano chiusi e compatti nella loro metà campo e provano a ripartire con lanci lunghi. Al 24′ De Bruyne cerca la porta con un destro velenoso dal vertice sinistro dell’area, Maignan un po’ sorpreso para di piede.

Nell’azione successiva la Francia riparte ma perde subito palla, Rabiot fa fallo e viene ammonito. L’ex Psg è diffidato e salterà il quarto di finale. Poco prima della mezz’ora Openda sfonda a sinistra e mette in mezzo, Carrasco arriva puntale e calcia in porta con Theo che è sulla traiettoria e salva. Al 34′ opportunità per i transalpini, splendido cross da destra di Koundé su lancio di Tchouameni, Thuram anticipa Faes ma di testa manda sul fondo. Al 39′ tentativo da fuori area di Tchouameni: conclusione forte che finisce di poco a lato. Nel recupero ancora transalpini in attacco: Mbappè slalomeggia in area e serve Tchouameni che da buona posizione spara alto.

Nella ripresa si riparte senza cambi ed è sempre la Francia più propositiva. Tchouameni dal limite cerca di piazzarla con l’interno destro all’angolino, Faes la tocca e per poco non inganna Casteels, che si allunga e mette in angolo. Al 9′ iniziativa personale di Mbappé, straordinario nel partire largo da sinistra, saltare un primo uomo con facilità disarmante, puntarne altri due accentrandosi e poi concludere verso la porta: alto sopra alla traversa.

Al 12′ Kounde crossa rasoterra da destra vedendo il movimento di Mbappé in mezzo all’area: girata di prima intenzione ma palla a lato. Al 16′ ripartenza veloce del Belgio, con un filtrante straordinario di De Bruyne nello spazio per Carrasco. Theo Hernandez in scivolata salva, fermandolo in piena area con un intervento pulitissimo. Al 17′ esce Thuram, entro Kolo Muani. Poco dopo il Belgio risponde con Mangala per Openda. Al 20′ destro dal limite di Griezmann e palla a lato. Al 24′ Tchouameni per la terza volta va al tiro e per la terza volta manda alto.

Al 26′ si vede Lukaku, sinistro da posizione defilata e Maignan respinge coi pugni. Alla mezz’ora Saliba rientra sul mancino saltando Doku e poi conclude fuori di poco. Al 38′ ripartenza del Belgio, ad arrivare al tiro da fuori è De Bruyne: sassata che Maignan respinge. Al 40′ arriva il gol partita. Azione prolungata dei Bleus, con una serie di passaggi lunghissima. L’ultimo è un filtrante per Kolo Muani che in area calcia malissimo ma ha la fortuna di vedere il suo tiro deviato da Vertonghen: Casteels spiazzato e 1-0 Francia.

Portogallo-Slovenia 3-0 ai rigori

Portogallo-Slovenia 0-0 dopo 120′ allo stadio Deutsche Bank Park di Francoforte, si decide ai rigori. 

Nella roulette dei rigori il Portogallo supera la Slovenia 3-0. Un eccezionale Diogo Costa para tutti i primi tre penalty della Slovenia. Lusitani ai quarti contro la Francia che si è imposta sul Belgio per 1-0

Avvio deciso del Portogallo, con i lusitani che fanno la partita (70% di possesso palla) sulla Slovenia, com’era logico attendersi, ma pochissime palle-gol. In chiusura di tempo ottima chance per Palhinha. Gli sloveni si sono difesi con ordine, occupando bene il campo e rendendo difficile agli avversari la costruzione del gioco. Ronaldo molto caparbio ma ancora poco incisivo sotto porta e a digiuno realizzativo.

Secondo tempo caratterizzato in apertura da una percussione di Cancelo al 47’, azione neutralizzata con affanno della difesa slovena. Insiste il Portogallo che schiaccia la squadra di Kek nella propria metà campo. Al 61’ la migliore occasione per il vantaggio sloveno: galoppata solitaria di Šeško che davanti all’uscita di Diogo Costa mette al lato. All’89’ la migliore occasione del Portogallo con Ronaldo che calcia sul portiere sloveno.

Primo tempo supplementare

Al 95’ occasione della Slovenia che recupera un pallone a centro campo per l’errore di Cancelo, Verbic avanza e calcia dal limite la conclusione è deviata in corner da Riben Dias.

Nei primi 10’ di extra-time Portogallo costantemente in area slovena ma la difesa degli uomini di kek ribatte.

Al 103’ rigore per i lusitani per atterramento in area di Diogo Jota.  Lo calcia Cristiano Ronaldo ma un super Oblak si oppone e para. Disperazione e pianto di CR7. 

Finisce il primo tempo supplementare.

Secondo tempo supplementare

Continua ad attaccare il Portogallo con Palhinha al 108’, Oblak alza oltre la traversa.

Punizione per la Slovenia da posizione interessante al 111’ ma la conclusione s’infrange contro la barriera.

Clamorosa la chance sprecata da Šeško al 115′: tutto solo davanti a Diogo Costa si fa parare la conclusione. 

Trascorsi 120′ ancora 0-0 a Francoforte: si va ai rigori.

Nella roulette dei rigori il Portogallo supera la Slovenia 3-0. Un eccezionale Diogo Costa para tutti i primi tre penalty. Lusitani ai quarti

Data:

2 Luglio 2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *