Traduci

“FERMI TUTTI”

Nella giornata di oggi, 8 Marzo, scuole chiuse e stop a trasporti e servizi pubblici. 24 ore di disagi per tanti italiani, a causa dello sciopero proclamato in molti settori con fasce orarie stabilite, solo in alcuni casi per l’intera giornata. Ad aggravare la situazione si aggiunge lo sciopero “globale”, in concomitanza della Festa della Donna, contro violenze e femminicidi e per rivendicare la parità di genere.

Ma entriamo nel dettaglio:

cms_8630/2.jpg

Trasporto aereo. È stato proclamato lo sciopero nazionale degli uomini radar, indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Ta e Unica, dalle ore 13 alle 17. E’ sciopero locale dalle 10 alle 18 presso l’aeroporto Roma-Fiumicino indetto da Unica e Ugl-Ta. Infine, sciopero di 4 ore dalle ore 12 proclamato dai lavoratori Alitalia di Confael Assovolo.

cms_8630/3.jpg

Trasporto Ferroviario. Stop per tutta la giornata, indetto da Usb, Cobas e Usi, dei macchinisti dell’Orsa dalle 9 alle 16 e dai lavoratori dei Cub trasporti per gli appalti del settore ferroviario di molte cooperative. Numerosi gli scioperi proclamati da Usb per il trasporto locale, con lo stop di bus e metro con orari che variano da città a città.

cms_8630/4.jpg

– Per quanto riguarda il settore Scuola: lo sciopero generale indetto da Usb e Cobas-Usi prevede scuole ferme per la giornata del 23 marzo e stop ad uffici pubblici e privati.

cms_8630/5.jpg – I disagi non mancano nemmeno nel settore Sanità. I Cub Sanità hanno proclamato una pretesta con astensione per l’intero turno. Scioperi proclamati dalle sigle sindacali unitarie anche nella Capitale per il settore sanitario.

Molte le lavoratrici coinvolte nello sciopero. Cortei, flash mob ed iniziative sul piano dei diritti sociali e del lavoro, a favore della parità di trattamento tra uomo e donna, animeranno molte città italiane.

Data:

8 Marzo 2018