Traduci

Fmi alza stime sull’Italia, +1,3% nel 2017

cms_6798/fmi_2_xin.jpgIl Fondo Monetario Internazionalerivede al rialzo le stime di crescita per l’Italia, portando a +1,3% il Pil del 2017 e a +1,0% quello del 2018. I due dati crescono rispettivamente di 0,5 punti percentuali per l’anno in corso e di 0,2 punti percentuali per il prossimo.

L’istituzione statunitense ha rivisto al rialzo le stime di diversi Paesi europei, si legge nel report, “tra cui Francia, Germania, Italia e Spagna, per i quali nel primo trimestre la crescita è stata sopra le attese”.

Nell’area euro le stime del Fondo Monetario Internazionale per la crescita dell’economia sono al rialzo. Secondo l’istituzione di Washington, il Pil di Eurolandia salirà dell’1,9% nel 2017, +0,2 punti percentuali rispetto alle stime di aprile. Nel 2018 la crescita sarà dell’1,7%, +0,1 punti percentuali.

Per la Gran Bretagnal’Fmi ha rivisto al ribasso le stime di crescita, abbassando le previsioni per il Pil del 2017 a +1,7% dal +2,0% che era stato previsto ad aprile. Rimane invece invariata la stima per il 2018 (+1,5%). Secondo l’istituzione di Washington poi, oltre all’Italia cresceranno più delle attese le economie di Germania, Francia e Spagna.

Il Pil tedesco aumenterà nel 2017 dell’1,8% e nel 2018 dell’1,6% (+0,2 pp e +0,1 pp). Quello francese è stato rivisto a +1,5% nel 2017 e +1,7% nel 2018 (+0,1 pp per entrambi). Infine il prodotto interno lordo spagnolo crescerà del 3,1% nel 2017 e del 2,4% nel 2018 (+0,5 pp e +0,3 pp).

Negli Usa, le politiche di bilancio poco espansive di Donald Trump frenano la crescita. Il Fondo Monetario Internazionale ha rivisto al ribasso le stime di aumento del Pil nel 2017, pari a +2,1%, tagliando 0,2 punti percentuali. Anche nel 2018 l’economia crescerà del 2,1%, meno del 2,5% previsto lo scorso aprile. “C’è incertezza sulla natura delle politiche dell’amministrazione Usa e sui suoi tempi”, scrive l’Fmi.

Quanto alla crescita mondiale, l’Fmi ha lasciato invariate le stime di aprile. Nel 2017 il Pil aumenterà del 3,5%, e nel 2018 del 3,6%. Secondo l’istituzione di Washington, “la ripresa globale va avanti, i rischi nel breve termine sono bilanciati mentre quelli del medio sono confermati al ribasso. Pesano però l’incertezza politica della Gran Bretagna in seguito alla Brexit, le scelte imprevedibili dell’amministrazione statunitense e le tensioni finanziarie in Cina”.

Trump contro Nyt: “Ha fatto saltare blitz contro al Baghdadi”

cms_6798/trump_dito_afp_2606.jpg“Il fallimentare New York Times ha fatto saltare un tentativo di uccidere il terrorista più ricercato, Al-Baghdadi”. Così Donald Trump, in un ennesimo tweet, attacca il giornale newyorkese, suggerendo che ha “un’agenda perversa sulla Sicurezza Nazionale”.

Non è chiaro a che cosa e a quale attacco si riferisca il presidente. Il tweet arriva dopo che il segretario alla Difesa, Jim Mattis, ha detto di ritenere che il leader dello Stato Islamico – più volte dato per morto, l’ultima volta a giugno da fonti russe – sia vivo. “Fino a quando non vedo il suo cadavere, io continuerò a ritenerlo vivo”, ha detto.

Il Times ha chiesto alla Casa Bianca di chiarire il tweet del presidente e le accuse rivolte al quotidiano, ha riportato Politico. Secondo alcuni, anche in questo caso si tratterebbe di un’informazione che Trump ha appreso, e poi rilanciato via Twitter praticamente in tempo reale, dal suo programma televisivo preferito, “Fox and Friends”, lo show del mattino dell’emittente conservatrice.

Nello show di questa mattina veniva ricordato che il comandante delle operazioni speciali, il generale Tony Thomas, in una recente intervista, sempre a Fox ha rivelato che un attacco contro al Baghdadi preparato nel 2015 era stato compromesso dalle rivelazioni di “un importante giornale nazionale”.

Non veniva indicato direttamente il Times, ma uno degli ospiti, un militare a riposo, ha accusato il New York Times e il Washington Post di diffondere notizie che non dovrebbero essere rese pubbliche, perché interessati più a”sostenere una propria agenda politica piuttosto che a proteggere il popolo americano”.

Durante lo show quindi è apparso un titolo sullo schermo che, erroneamente, sintetizzava: “Il Nty ha sventato un tentativo Usa di uccidere al Baghdadi”. Praticamente, hanno notato giornalisti americani, lo stesso testo del tweet di Trump.

Crolla la popolarità di Macron: -10 punti nell’ultimo mese

cms_6798/macron_saluta_afp.jpgLa ’stella’Macronperde luce. La popolarità del presidente francese perde terreno, con un forte ribasso di ben 10 punti rispetto al mese di giugno, attestandosi al 54% dei consensi a luglio, secondo l’ultimo sondaggio Ifop per il Journal du Dimanche. Anche il premier Edouard Philippe registra una perdita di 8 punti, passando dal 64% al 56%.

In particolare, per Macron, il 47% degli intervistati si dice “piuttosto soddisfatto” (era il 54% a giugno) e il 7% “molto soddisfatto” (10% a giugno). Contemporaneamente il totale degli insoddisfatti passa dal 35% al 43% in un mese, ripartito tra i “molto scontenti” (15% a luglio contro il 12% di luglio), “piuttosto insoddisfatti” (dal 23% al 28%), mentre il 3% non si esprime contro l’1% del mese scorso.

Autore:

Data:

24 Luglio 2017