Traduci

Germania: un piano per ridurre l’inquinamento

Le direttive europee parlano chiaro. La qualità dell’aria in Europa, nonostante gli impegni vincolanti nei vari anni e sistematicamente non rispettati, desta preoccupazione. Sono tantissime infatti le vittime di smog e polveri sottili all’interno dell’Unione Europea. A parlare in questi giorni del problema inquinamento sono stati alcuni Paesi europei riuniti a Bruxelles per avviare misure antismog. Il commissario europeo all’ambiente, Karmenu Vella, ha prolungato i tempi entro i quali mostrarsi in regola a patto che i vari Paesi riducano l’inquinamento utilizzando un piano convincente. Egli si è detto favorevole affinché si mettano in pratica quelle norme da rispettare per tutelare la qualità dell’aria. Ha sollecitato dunque gli Stati ad affrontare, avvedutamente e con l’urgenza che merita, un problema di tale portata ed ad agire responsabilmente per evitare di andare incontro a conseguenze giuridiche.

La Germania, in accordo con le disposizioni comunitarie, ha messo in atto un piano per ridurre al minimo l’inquinamento atmosferico e per rispettare gli obiettivi climatici Ue. La responsabile dell’ambiente, Barbara Hendricks, ha rilasciato tali dichiarazioni: “Stiamo prendendo in considerazione trasporti pubblici gratuiti per ridurre il numero di auto private e combattere così con efficacia l’inquinamento atmosferico senza ulteriori inutili ritardi. Questa è la priorità più elevata della Germania. L’esperimento partirà entro la fine dell’anno“.

La Germania, unitamente a Francia, Italia e Spagna, è uno degli otto stati europei non in regola perché ha riportato emissioni di biossido di azoto e polveri sottili non nei limiti previsti dagli standard comunitari. Se ciò non verrà affrontato adeguatamente, comporterà pesanti sanzioni economiche. Il piano tedesco prevede dunque la diffusione di bus elettrici con trasporto gratis, anche se un’iniziativa del genere è difficile da realizzare a causa delle ingenti somme di denaro necessarie.

Offrire temporaneamente il trasporto pubblico locale gratis contro l’inquinamento dell’aria è un piano tuttavia percorribile. Steffen Seibert, portavoce tedesco dell’esecutivo, si è detto favorevole alla possibilità di sperimentare in cinque città tedesche questi mezzi pubblici gratuiti. Egli ha confermato che sarà possibile una collaborazione fra il Bund e i Comuni per renderli temporaneamente gratuiti. Il piano, dunque, proverà a diminuire la quota di traffico privato per reagire al mancato raggiungimento degli obiettivi europei a proposito di emissioni nocive inquinanti.

Data:

19 Febbraio 2018