Traduci

GIAPPONE – GERMAIA – BELGIO

Giappone, esplosione al comizio di Kishida: premier in salvo

cms_30133/1.jpeg

Il premier giapponese Fumio Kishida è stato portato via, da un palco da cui aveva appena iniziato un discorso pubblico, dagli agenti della sua sicurezza, dopo il lancio di una bomba fumogena contro di lui. E’ illeso. La bomba è esplosa ma Kishida è stato protetto in tempo e non ha riportato conseguenze. La polizia ha fermato un uomo sul luogo in cui avrebbe dovuto svolgersi l’evento pubblico, il porto di Saikazaki, nella prefettura di Wakayama, 65 chilometri a sud ovest di Osaka, ha reso noto l’emittente Nhk. In Giappone sono state rafforzate le misure di sicurezza per il premier dopo l’assassinio dell’ex capo di governo Shinzo Abe, lo scorso luglio. Abe era stato colpito durante un comizio. Il programma di Kishida proseguirà nel pomeriggio come previsto.

***** ***** ***** ***** *****

Germania, stop alle ultime tre centrali nucleari

cms_30133/2.jpeg

Stop alle ultime tre centrali nucleari in funzione in Germania oggi. Dopo più di 60 anni, termina l’impiego del nucleare civile nel Paese dove nel novembre del 1960 era stato inaugurato il primo reattore commerciale a Kahl, in Baviera. Due degli impianti avrebbero dovuto essere chiusi alla fine dello scorso anno, ma a causa della crisi dell’energia dovuta ai provvedimenti previsti per limitare l’export di gas e petrolio dalla Russia, il governo aveva deciso di estenderne il funzionamento per tutto l’inverno. A partire da oggi, l’attività dei reattori sarà gradualmente ridotta fino a che potranno essere tolti dalla rete e quindi chiusi completamente. Contro la chiusura la Cdu e il Partito Liberal democratico.

***** ***** ***** ***** *****

Belgio, bufera su ministro: “Italiane non lavorano? Mentalità mediterranea”

cms_30133/3.jpeg

Bufera in Belgio su Bernard Clerfayt, ministro del Lavoro nella regione di Bruxelles, secondo il quale la disoccupazione femminile è dovuta al “modello mediterraneo” proprio a italiane, turche e marocchine.

“Molte donne sono ancora in un modello mediterraneo, che siano di origine italiana, marocchina o turca. E’ un modello familiare in cui l’uomo lavora e la donna rimane a casa per occuparsi dei bambini“, ha detto Clerfayt all’emittente televisiva Ln24.

Le affermazioni del ministro regionale, esponente del partito centrista francofono Democratico federalista indipendente, hanno sollevato forti proteste a sinistra fra i socialisti e gli ecologisti. “E’ inaccettabile e infamante – ha detto la deputata socialista Fadila Laanan – penso a tutte queste donne che cercano lavoro e vengono discriminate, queste mamme single che lottano nella vita quotidiana e vengono rinviate alle loro origini dal ministro”.

Data:

15 Aprile 2023