Headlines

Traduci

Giornate FAI di primavera 2018

Anche quest’anno l’associazione FAI (Fondo Ambiente Italiano), in occasione delle sue “Giornate di primavera”, ci porta a scoprire le bellezze nascoste del nostro territorio nazionale. Siti spesso chiusi al pubblico aprono le loro porte con l’obiettivo di far rivivere l’articolo 9 della Costituzione, secondo il quale “la Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”.

cms_8746/2.jpg

Il primo obiettivo della missione del FAI, infatti, è quello di curare, con il contributo di tutti, i luoghi speciali per le generazioni presenti e future. A tal fine, in molti siti saranno gli studenti a ricoprire il ruolo di ciceroni, per coinvolgere in questo obiettivo le nuove generazioni e trasmettere loro il senso di responsabilità nella salvaguardia del nostro patrimonio storico-artistico.

cms_8746/3.jpg

La ricchezza artistica italiana, nonostante sia tra le più fiorenti a livello mondiale, troppo spesso non risulta adeguatamente valorizzata. Il 24 e 25 marzo, quindi, siamo tutti invitati ad affollare questi siti a dimostrazione del nostro impegno comune nel conseguimento di questo obiettivo. La manifestazione, oltre a essere un momento di incontro tra il FAI e la gente, è anche un importanteevento di raccolta fondi e un’occasione per raccontare a tante persone gli obiettivi e la missione della Fondazione. In effetti, all’ingresso dei siti aperti è richiesto un contributo libero, preferibilmente tra i 2 e i 5 euro.

cms_8746/4.jpg

I luoghi scelti dal FAI quest’anno saranno oltre 1000, grazie al contributo di più di 50.000 volontari. Saranno oggetto di visite, ad esempio, il Conservatorio Nino Rota di Bari, l’isola Bisentinasul Lago di Bolsena, il Salone Margherita di Napoli, il Palazzo Giustiniani a Roma,Cà Vendramin Calergi a Venezia, lo Stadio Meazza a Milano, Palazzo Famularo a Lecce. Quest’anno, per la prima volta, saranno inoltre aperti al pubblico i dormitori dell’Abbazia di Santa Maria di Staffarda, a Revello, in provincia di Cuneo. E allora, approfittiamo di questo week-end alla scoperta della grande bellezza italiana!

Data:

23 Marzo 2018