Traduci

GIOVANNI DI PAOLO DI GRAZIA – IV^ Parte

Ci sono opere di Giovanni di Paolo che appaiono bizzarre, surreali e sognanti, come il “Miracolo di san Nicola da Tolentino” oppure “Santa Clara soccorre i naufraghi” o ancora nel “Giudizio universale”, databile verso il 1465 e conservato a Siena, dipinto su un lungo pannello che era la predella di un’opera più grande, ovvero di un polittico. Il polittico (dal greco poli- molti e ptychē- piega) è una pala d’altare d’arte sacra, dipinta, a volte anche scolpita, costituita da più elementi uniti fra loro, talvolta anche con cerniere, in modo che possano essere chiusi.

cms_31531/1.jpg

Giovanni di Paolo -San Nicola da Tolentino salva una nave dalla tempesta- Philadelphia Museum of Art

Nel dipinto di “San Nicola da Tolentino salva una nave dalla tempesta”, l’artista raffigura il racconto del miracolo: alcuni marinai, si trovarono in mezzo ad una tempesta, invocarono San Nicola e il Santo arrivò e li salvò. L’artista raffigura San Nicola in volo in mezzo alle vele divelte dagli alberi spezzati della nave. Le onde paiono montagne e sulla sinistra c’è una figura nuda e coi capelli lunghi, mentre i passeggeri sono inginocchiati a pregare. Il tutto è immerso nel buio, restando illuminato solo l’orizzonte e i marinai in raccoglimento, forse allusione alla speranza e alla forza ultima, quella della preghiera.

cms_31531/2_1692583173.jpg

Giovanni di Paolo-Santa Chiara salva dei naufraghi-1455 ca.- Gemäldegalerie- Berlino

Anche “Santa Chiara salva dei naufraghi” presenta le onde come fossero piccole montagne, le vele sbrindellate e la Santa che arriva quasi come un missile, testimonia come l’artista sappia creare la grazia ma anche l’orrido basandosi soprattutto sulla forza del nero.

cms_31531/3.jpg

Giovanni di Paolo-particolare del Giudizio Universale-conservato alla Pinacoteca Nazionale di Siena

Il Paradiso del “Giudizio Universale” è visto come un giardino fiorito, sullo sfondo vi sono alberi dai pomi d’oro, addirittura tra i cespugli ci sono dei leprotti, qui i risorti festeggiano gioiosi di ritrovarsi, conversano, si abbracciano, esultano, vestiti coi loro abiti del tempo tra i putti ignudi.

cms_31531/4.jpg

Giovanni di Paolo, particolare dei suoi prati minuziosamente descritti, fitti di erbe, fragole, viole, garofanini

cms_31531/5.jpg

Particolare dell’incantevole angelo musicale della Madonna in trono col Bambino, Agostino, angeli e santi che si trova al Metropolitan Museum di New York

L’artista raffigura anche immagini agiografiche ormai dimenticate, tuttavia “Santo Stefano allattato da un daino” risulta una raffigurazione assai viva. Due palazzi si fronteggiano, quello a sinistra è color rosso pompeiano, lo stesso colore si riflette sulle pietre della strada. In questa citta metafisica, dove le porte sono aperte ma non vi è nessuno, la cerva imperterrita e decisa, si staglia scura sul palazzo a pietroni grigi, ed è ancor più evidenziata dal colore rosso dell’altra costruzione, elegantemente zampetta con l’infante in fasce, che nonostante la precaria posizione ha l’aureola, è come dire un’immagine assurda e allo stesso tempo probabile.

cms_31531/6.jpg

Giovanni di Paolo-Santo Stefano allattato da un daino-San Stefano alla Lizza-Siena

cms_31531/7.jpg

Giovanni Di Paolo, Antifonario- La morte- ca. 1442-Biblioteca Comunale degli Intronati- Siena

Nell’antifonario di Lecceto assai greve e densa è la scena intitolata “La morte”, che è dipinta come un ibrido spaventoso che arriva veloce in groppa a un cavallo nero che par che voli, mentre punta il suo arco verso un uomo piegato dal terrore che giunge le mani forse invocando una preghiera.

—————————————————————————————-

Le parti precedenti ai link:

https://www.internationalwebpost.org/contents/GIOVANNI_DI_PAOLO_DI_GRAZIA__-__1%5E_Parte_31347.html

https://www.internationalwebpost.org/contents/GIOVANNI_DI_PAOLO_DI_GRAZIA_-_II%5E_Parte_31405.html

https://www.internationalwebpost.org/contents/GIOVANNI_DI_PAOLO_DI_GRAZIA_-_III%5E_Parte_31468.html

—————————————————————————————-

Data:

21 Agosto 2023