Traduci

IL CASO DELLO CHEF ZAMPERONI

Si chiama Angelina Barini ed è una maitresse, l’assassina dello chef lodigiano Andrea Zamperoni, morto una settimana fa a New York e ritrovato quattro giorni dopo la sua scomparsa. La prostituta è stata intercettata dalla polizia a seguito di una chiamata anonima giunta alle autorità verso le ore 20.30 di mercoledì sera. A quanto pare la donna avrebbe cercato con ogni mezzo di impedire agli agenti di fare irruzione al Kamway Lodge ovvero l’ostello del Queens dove si sarebbe consumata la tragedia. In una delle stanze, nascosto in un bidone della spazzatura, ci sarebbe stato il corpo dello chef di Cipriani Dolci. Da quanto emerge dalle indagini, la donna avrebbe cosparso la stanza di incenso in modo tale da coprire l’odore del cadavere, dettaglio che alla luce dei fatti, fa pensare che Zamperotti sia morto la notte stessa della scomparsa. L’Assassina riferisce agli agenti che Zamperoni avrebbe pagato per fare sesso e lei gli avrebbe dato dell’ecstasy liquido miscelato al Fentatyl, un potentissimo oppiaceo. Dopo averlo assunto, lo chef sarebbe svenuto senza mai più risvegliarsi.

cms_13984/2.jpg

I suoi complici discutevano su come disfarsi del cadavere, infatti, il suo protettore non le ha permesso di rivolgersi alla polizia suggerendole invece di fare a pezzi il corpo e infine nasconderlo. I filmati delle videocamere di sorveglianze, mostrano non solo Angelina Barini con Zamperoni ma anche con altri due uomini della cui morte è accusata la quarantaduenne. Per questi due casi la donna dovrà rispondere in tribunale il prossimo settembre. Aya Worthy Davis, dell’ufficio del Chief Medical Examiner, fa sapere che l’autopsia è stata completata ma hanno bisogno di indagini supplementari, da quelle tossicologiche a quelle su cervello e cuore. Sono stati prelevati campioni sui quali saranno condotti i test suppletivi, facendo intendere che non ci sono altri motivi per trattenere il corpo dello chef. Questo vuol dire che il rimpatrio della salma potrebbe avvenire a breve, anche perché fonti vicine alla vicenda affermano che il fratello della vittima, Stefano giunto da Londra per sostenere le ricerche, potrebbe già tornare in Italia.

Data:

28 Agosto 2019