Traduci

Guaidò contro Di Battista: “Ignorante”

Guaidò contro Di Battista: “Ignorante”

cms_11720/guaido_venezuela_primopiano_afp.jpg

Questo signore ignora cosa sta accadendo qui. Ma la sua ignoranza porta anche al disconoscimento della lotta di un popolo. Una lotta che oggi è riconosciuta da tutto il mondo, da 26 nazioni europee su 28, dai Paesi africani, in Oceania… Venisse qui a farsi un giro, a vedere qualche ospedale, o magari qualche città di frontiera, a Boa Vista, si facesse due chiacchiere con i parenti dei nostri prigionieri politici, dei nostri esiliati…”. Così, in un’intervista a ’La Repubblica’ l’autoproclamato presidente ad interim del Venezuela, Juan Guaidò, risponde alle parole di Alessandro di Battista.

“In questi giorni – prosegue ancora – sto parlando con molti italiani. Mi tengo in contatto con Salvini, e frequento gli italo venezuelani. Il mio stupore nei confronti della posizione dell’Italia è anche il loro”.

Parigi, palazzo in fiamme: 10 morti

cms_11720/Parigi_esplosione_palazzio_Afp.jpg

Dieci persone sono morte nell’incendio di un palazzo a Parigi. E, secondo quanto reso noto dalla procura di Parigi a ’France Info’ e ’France 3’, tra loro c’è anche un bambino piccolo. Secondo ’Le Parisien’ gli investigatori sembrano privilegiare la pista criminale e una donna è stata fermata mentre stava dando fuoco ad un’auto non lontano dalla stabile teatro della tragedia.

La donna, residente nell’edificio nel XVI arrondissement, dove si trova il palazzo di 8 piani andato in fiamme, avrebbe parlato di una lite con un vicino.

Tra i 37 feriti, di cui uno grave, ci sono anche 8 vigili del fuoco. Tre persone sarebbero morte dopo essersi lanciate nel vuoto nel tentativo di sfuggire alle fiamme. Per domare le fiamme ci sono volute 5 ore,

I vigili del fuoco, accorsi sulla scena dopo una chiamata arrivata intorno all’una, hanno parlato di “una scena di incredibile violenza” nello stabile costruito negli anni Settanta e situato al 17 bis di rue Erlanger, in una zona residenziale.

Tav, analisi costi-benefici a Parigi

cms_11720/faldoni_tavolo_fg.jpg

Il Mit ha condiviso con il Governo francese, nella persona dell’ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset, l’analisi costi-benefici sul progetto Tav Torino-Lione, come concordato dai ministri Borne e Toninelli, prima della sua validazione e pubblicazione da parte del Governo italiano”. Lo comunica, in una nota, il ministero delle Infrastrutture e Trasporti.”E’ il punto di partenza di un’interlocuzione tra i due esecutivi. A breve – , annuncia il dicastero – sarà fissato un incontro bilaterale”.

Di Maio e Di Battista vedono i gilet gialli

cms_11720/parigi_5_stelle.jpg

Incontro in una località a sud di Parigi tra Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista e una delegazione del movimento francese dei gilet gialli. L’incontro, a quanto apprende l’AdnKronos, si è svolto a Montargis con il gruppo dei gilets jaunes che fanno capo a Ingrid Levavasseur. I due esponenti 5S sono volati in Francia per stringere sulle alleanze in vista delle elezioni europee alle porte. All’incontro anche Christophe Chalencon, uno dei volti mediatici di primo piano dei gilet gialli e tra i primi ad aver lanciato l’idea di una lista per le prossime europee.

“Molte le posizioni e i valori comuni che mettono al centro delle tante battaglie i cittadini, i diritti sociali, la democrazia diretta e l’ambiente” ha reso noto l’ufficio stampa del vicepremier e ministro del Lavoro, descrivendo un “clima di grande entusiasmo” durante l’incontro tra Di Maio e Di Battista con Chalençon. Il quale, parlando con ’Le Parisien’, ha sottolineato la soddisfazione per l’incontro: “Siamo molto soddisfatti. I contatti ci sono stati un paio di settimane fa. Abbiamo accettato di scoprire questo partito per conoscere la sua posizione politica in relazione alla Lega”.

E “Di Maio ci ha assicurato che ci saranno liste separate nelle elezioni locali e in quelle europee” ha detto Chalençon, che avrebbe escluso al momento ogni ipotesi di alleanza: “E’ possibile? Per niente” ha affermato, annunciando un nuovo vertice in Italia: “Andremo presto a Roma”. Poi, in serata, fonti M5S hanno precisato che il leader dell’ala ’dura’ dei gilet gialli ha detto che non si è parlato di un’alleanza con il Movimento durante l’incontro che si è tenuto a Parigi e non ha detto ’no all’alleanza’.


CHI C’ERA –
Tra i presenti all’incontro, oltre agli eurodeputati del MoVimento 5 Stelle Fabio Massimo Castaldo, Tiziana Beghin e Ignazio Corrao, anche alcuni leader della lista Ric che ha come capolista Ingrid Levavasseur e che si presenterà alle europee. E dopo il faccia a faccia, su Instagram il vicepremier ha postato una “foto ricordo di questo bell’incontro, il primo di tanti, in cui abbiamo parlato dei nostri Paesi, dei diritti sociali, di ambiente e di democrazia diretta”. E ancora: “Il vento del cambiamento ha valicato le Alpi. Ripeto. Il vento del cambiamento ha valicato le Alpi”.

NUOVO INCONTRO – A quanto apprende l’Adnkronos, il nuovo incontro dovrebbe tenersi a fine mese a Roma. Al prossimo dovrebbe essere presente, oltre a Chalençon, anche Ingrid Levavasseur, a capo del gruppo dei gilets jaunes che sta dialogando con i 5 Stelle. E’ probabile, viene inoltre riferito, che all’incontro romano prendano parte anche gli altri ’azionisti’ del gruppo a cui lavora Di Maio: i polacchi di Kukiz’ 15, i croati di Zivi zig e i finlandesi di Liike Ny sono i Movimenti attualmente noti.

Autore:

Data:

6 Febbraio 2019