Traduci

“Guardia costiera libica ha catturato 70 persone in mare”

Una motovedetta della cosiddetta ’Guardia costiera libica’ ha completato l’operazione di intercettazione e cattura di ’oltre 70 persone’ tra cui donne e bambini piccoli a bordo del gommone segnalato da Watch The Med – Alarmphone 52 miglia a Nord est di Misurata”.

cms_18086/2.jpg

E’ l’allarme lanciato da Mediterranea Saving Humans. “La nostra Mare Jonio, che si trovava a poche miglia di distanza, ha offerto la propria disponibilità ad imbarcare i naufraghi su un assetto più sicuro, che poteva garantire cure medico-sanitarie adeguate. I miliziani libici si sono rifiutati – spiegano sui social – Così come il comando della motovedetta libica ha negato informazioni sulla presenza di otto persone decedute e di una donna che avrebbe partorito a bordo, come invece i naufraghi avevano segnalato”.

cms_18086/1.jpg

“Ancora una volta soldi e mezzi erogati dall’Italia alla Libia, insieme alla cooperazione degli altri governi europei, hanno portato alla deportazione di profughi in un Paese in guerra” scrive Mediterranea Saving Humans.

cms_18086/3.jpg

“Nessuno dovrebbe essere riportato in Libia. Tantomeno chi avrebbe subito il destino crudele di nascere dalla disperazione e in mezzo al mare. I naufraghi sono esseri umani non vuoti a perdere” scrive su Twitter, Carlotta Sami, portavoce dell’Unhcr.

(fonte AdnKronos – foto dal web)

Autore:

Data:

29 Giugno 2020