Traduci

High tide emergency in Venice

Among the many damages that the city of Venice has suffered with exceptional high tide on Tuesday 12 November (reaching 187 cm), the balance of damage to the building and artistic heritage is certainly very serious. The Library Fund of the Querini Stampalia Foundation in Santa Maria Formosa in the San Marco district has been severely damaged and urgently needs help.

cms_14928/3.jpg

Marigusta Lazzari, director of the foundation, says: “It is still too early to quantify all the damages economically and in detail, even if a first estimate can already be calculated in several tens of thousands of euros. The art collections have not suffered damage, while the book patrimony unfortunately yes: 35 linear meters of miscellanies from the end of the 19th century will have to be urgently subjected to conservation treatments, another 600 linear meters of modern library publications and periodicals have been completely submerged in water ”.

cms_14928/1.jpg

The Querini Stampalia Foundation Museum is one of the most important and best preserved examples of home museum in the heart of Venice. The noble floor of the Palace recreates in fact the sumptuous home of the Querini family where, in an atmosphere of extraordinary refinement, the ancient collections with their precious furnishings, paintings, porcelains, globes, fabrics and sculptures give life to an inseparable bond with the sumptuous salt rich in stuccos and frescoes.

cms_14928/4.jpg

The museum house, open to the public since 1869, tells stories of taste, traditions and culture that reflect the life of Venice: a city unique in the world.
Today the Museum presents itself to the public as a historic dwelling that preserves the atmosphere of the past, opening the doors to initiatives, concerts and exhibitions of both ancient art and contemporary art.

cms_14928/2.jpg

The Querini Stampalia Foundation Library is of a general nature and provides over 350,000 volumes of ancient and modern books to the public. An agreement with the Municipality of Venice defines the Civic Library of the historic center, recognizing its role for the city. The library is also open in the evening and on public holidays, and anyone who has turned 16 can access it for free. In the reading rooms you can directly consult about 32,000 volumes, have more than 350 magazines and periodicals available and browse 20 local, national and international newspapers every day. Librarians are available to offer assistance in bibliographic research. In the library rooms, you can surf the net for free, even with your own PC.

cms_14928/6.jpg

The forms of support for the Querini Stampalia Foundation can be varied according to the specificities, desires and abilities of each. Being Friends of the Querini Stampalia means supporting the Foundation and taking part in its cultural initiatives as well as participating in an exclusive calendar of activities. A donation or a bequest contributes to the increase of the book and artistic heritage and to the collection enhancement activities; the name of the donor will thus forever be linked to the history of the Foundation. Companies can associate their brand with a tradition of cultural excellence, through a fruitful and continuous collaboration or by supporting a project. Another way to show the particular appreciation towards the institution is to allocate 5 per thousand in the tax return. Volunteering allows you to personally participate in the life of the Foundation and offer valuable assistance by making your time and skills available. Making an event at the Foundation can be an original way to make it truly special. A conference, a business meeting, a dinner at Querini can acquire the charm of one of the oldest and most contemporary Italian cultural institutions.

cms_14928/7.jpg

For those wishing to support it is possible to do so through the current account of the Foundation: IBAN: IT 76 O 010 0502 0000 0000 0032 500 / Causal: Water alta_12 November 2019 or click this link.

cms_14928/italfahne.jpgEmergenza acqua alta a Venezia

Salviamo il patrimonio librario della Fondazione Querini Stampalia

Tra i tanti danni che la città di Venezia ha subito con l’acqua alta eccezionale di martedì 12 novembre (raggiunti i 187 cm) sicuramente gravissimo è il bilancio dei danni al patrimonio immobile e artistico. Il Fondo Librario della Fondazione Querini Stampalia a Santa Maria Formosa nel quartiere di San Marco è stata gravemente danneggiata e necessita urgentemente di un aiuto.

Marigusta Lazzari, direttrice della fondazione, afferma: “E’ ancora presto per quantificare economicamente e nel dettaglio tutti i danni, anche se ad una prima stima si possono già calcolare in parecchie decine di migliaia di euro. Le collezioni d’arte non hanno subito danni, mentre il patrimonio librario purtroppo sì: 35 metri lineari di miscellanee di fine ‘800 dovranno essere urgentemente sottoposte a trattamenti di conservazione, altri 600 metri lineari circa di pubblicazioni della biblioteca moderna e periodici sono stati completamente sommersi dall’acqua”.

Il Museo della Fondazione Querini Stampalia rappresenta una delle testimonianze di casa museo, nel cuore di Venezia, più importanti e meglio conservate d’Europa. Il piano nobile del Palazzo ricrea infatti la fastosa dimora della famiglia Querini dove, in un’atmosfera di straordinaria raffinatezza, le antiche collezioni con i loro preziosi arredi, dipinti, porcellane, globi, tessuti e sculture danno vita ad un legame inscindibile con le sontuose sale ricche di stucchi ed affreschi.

La casa museo, aperta al pubblico dal 1869 narra, attraverso la vita di tutti i giorni, storie di gusto, di tradizioni e di cultura che riflettono la vita di Venezia: una città unica al mondo.

Oggi il Museo si propone al pubblico come una dimora storica che conserva l’atmosfera di un tempo, aprendo tuttavia le porte ad iniziative, concerti ed esposizioni sia di arte antica che di arte contemporanea.

La Biblioteca della Fondazione Querini Stampalia è di carattere generale e mette a disposizione del pubblico oltre 350.000 volumi tra opere antiche e libri moderni. Una convenzione con il Comune di Venezia la definisce Biblioteca civica del centro storico, riconoscendole il ruolo svolto per la città. La biblioteca è aperta anche la sera e nei giorni festivi, e vi possono accedere gratuitamente tutti coloro che hanno compiuto 16 anni. Nelle sale di lettura si possono consultare direttamente circa 32.000 volumi, avere a disposizione più di 350 riviste e periodici e sfogliare ogni giorno 20 quotidiani locali, nazionali e internazionali.

I bibliotecari sono a disposizione per offrire assistenza nelle ricerche bibliografiche. Nelle sale della biblioteca, è possibile navigare gratuitamente in rete, anche con il proprio pc.

Le forme di sostegno alla Fondazione Querini Stampalia possono essere varie secondo le specificità, i desideri e le capacità di ciascuno. Essere Amici della Querini Stampalia significa sostenere la Fondazione e prendere parte alle sue iniziative culturali oltre che partecipare ad un esclusivo calendario di attività. Una donazione o un lascito contribuiscono all’incremento del patrimonio librario e artistico e alle attività di valorizzazione delle collezioni; il nome del donatore sarà così per sempre legato alla storia della Fondazione. Le aziende possono associare il loro brand ad una tradizione di eccellenza culturale, attraverso una proficua e continuativa collaborazione o sostenendo un progetto. Un altro modo per dimostrare l’apprezzamento particolare verso l’Istituzione è quello di destinarle il 5 per mille nella dichiarazione dei redditi. Il volontariato permette di partecipare in prima persona alla vita della Fondazione e offrire un valido aiuto mettendo a disposizione il vostro tempo e le vostre competenze. Realizzare un evento alla Fondazione può essere un modo originale per renderlo davvero speciale. Una conferenza, un meeting aziendale, una cena in Querini possono acquisire il fascino di una delle più antiche e contemporanee istituzioni culturali italiane.

Per chi volesse sostenere è possibile farlo attraverso il conto corrente della Fondazione: IBAN: IT 76 O 010 0502 0000 0000 0032 500 / Causale: Acqua alta_12 novembre 2019

Data:

15 Novembre 2019