Traduci

Hillary Clinton demands FBI show its hand in fresh email probe

Hillary Clinton called on the FBI to “immediately” explain its review of a new batch of emails that the agency said appeared to be pertinent to the previous investigation into her use of a private server.

cms_4804/0.jpg

Addressing reporters on Friday, the Democratic presidential nominee said it was “imperative” for American voters to have all of the information with just 11 days remaining before the presidential election.

“The American people deserve to get the full and complete facts immediately,” Clinton said during a press conference in Des Moines, Iowa. “It’s imperative that the bureau explain this issue in question, whatever it is, without further delay.”

cms_4804/1.jpg

“We are 11 days out from perhaps the most important national election of our lifetimes.”

FBI director James Comey announced the discovery of the new emails in a letter to Congress, which did not offer any specifics other than to disclose that federal investigators would review whether they contained classified information.

cms_4804/2.jpg

“In connection with an unrelated case, the FBI has learned of the existence of emails that appear to be pertinent to the investigation,” Comey wrote. “I agreed that the FBI should take appropriate investigative steps designed to allow investigators to review these emails to determine whether they contain classified information, as well as to assess their importance to our investigation.”

In July, Comey announced that the bureau had closed its investigation into Clinton’s emails and recommended prosecutors not seek charges in the case. But Comey rebuked Clinton and her aides for the “extremely careless” manner in which the emails were handled.

cms_4804/3.jpg

Clinton told reporters that she and her team were given no advance warning and learned of the email investigation through news reports when Comey’s letter was made public. But seeking to mitigate the political ramifications of the announcement, which was immediately seized upon by her Republican opponent, Clinton urged the FBI to provide a clearer picture of its findings.

“Even director Comey noted that this new information may not be significant, so let’s get it out,” Clinton said, adding she had not been contacted by the FBI in relation to the matter.

cms_4804/4.jpg

Federal law enforcement officials said the emails were discovered on a laptop shared by Anthony Weiner and his estranged wife Huma Abedin, a top aide to Clinton. Weiner, a former congressman from New York, has been the subject of an unrelated investigation after it was revealed he sent illicit messages and photos to an underage girl.

Clinton would not confirm the link to Weiner and Abedin, who remains with her on the campaign trail, stating: “We’ve heard these rumors. We don’t know what to believe.

cms_4804/5.jpg

“That’s why it is incumbent upon the FBI to tell us what they’re talking about. Right now your guess is as good as mine, and I don’t think that’s good enough.”

“We’ve made it very clear that if they’re going to be sending this kind of letter that is only going originally to Republican members of the House, that they need to share whatever facts they claim to have with the American people,” she added, “and that’s what I expect to happen.” The letter was sent to both Republican and Democratic chairs of relevant committees in Congress.

cms_4804/6.jpg

A letter sent by Comey to his employees on Friday, and reported by the Washington Post, provided a glimpse into his thinking. The FBI director said he “felt an obligation” to inform Congress of the new review, based on his prior testimony before federal lawmakers that the investigation into Clinton’s emails was complete.
“At the same time, however, given that we don’t know the significance of this newly discovered collection of emails, I don’t want to create a misleading impression,” Comey wrote.

cms_4804/7.jpg

Clinton has been dogged by questions over the use of her private email server since it was discovered weeks before she formally launched her presidential bid, and polling suggests the controversy has damaged her image among voters. Just 34% of Americans find Clinton honest and trustworthy, according to a recent Washington Post-ABC poll.

Sensing an opportunity to revive the email controversy despite the FBI’s vaguely worded statement, Republican nominee Donald Trump said during a rally in New Hampshire on Friday: “Hillary Clinton’s corruption is on a scale we have never seen before – we must not let her take her criminal scheme into the Oval Office.” At a later rally in Lisbon, Maine, he called her use of private emails the “biggest political scandal since Watergate”.

cms_4804/8.jpg

At a later rally in Cedar Rapids, Iowa, he abandoned his weeks of accusing the FBI of collusion with the Clinton campaign. “I give them great credit for having the courage to right this horrible wrong,” he said. “Justice will prevail.”

cms_4804/9.jpg

Clinton, whose lead over Trump has widened in recent weeks as the real estate mogul’s campaign unraveled in the wake of a tape in which he bragged about being able to grope women, said she believed the email issue was already factored into how the American public thinks.

“I think people a long time ago made up their minds about the emails,” Clinton said. “And now they are choosing a president.”

The Clinton campaign expressed its frustration with the FBI’s handling of the latest development, criticizing the way in which the news was disseminated.

After maintaining silence in order to allow for Clinton to first address the matter, Democrats quickly went on the offensive after her press conference with a series of statements calling on Comey to come forward with more details.

cms_4804/10.jpg

“The deliberately ambiguous nature of the director’s most recent disclosure – the emails could be significant or insignificant, relevant or irrelevant – contributes nothing to the public’s understanding,” Adam Schiff, the top Democrat on the House intelligence committee, said in a statement.

“When coupled with the acknowledgment that more information will take an indeterminate period of time, it is difficult to see how this latest departure from department policy has served the public interest.”

Stephanie Schriock, the president of Emily’s List, a group that works to elect pro-choice Democratic women to public office, said the developments “have sent Republicans into an ignorant and irresponsible frenzy”.

“That is why director Comey must release all of the facts – anything less is just fodder for Donald Trump’s rightwing smear machine,” she said in a statement.

cms_4804/11.jpg

Some top Clinton surrogates did, however, refrain from wading into the issue for now.

Speaking with CNN on Friday, vice-president Joe Biden simply offered: “Oh God. Anthony Weiner. I should not comment on Anthony Weiner. I’m not a big fan.”

cms_4804/italfahne.jpgHillary Clinton chiede che l’FBI presenti una relazione sull’indagine che riguarda l’invio di e-mail.

L’improvviso annuncio del candidato democratico senza alcuna spiegazione ’non sarebbe abbastanza soddisfacente’ come afferma il direttore dell’FBI in una notifica al Congresso a riguardo delle nuove indagini.

Hillary Clinton ha chiesto che l’FBI “immediatamente” spieghi il suo commento su un nuovo lotto di e-mail che l’agenzia ha detto sembrava essere pertinente alla precedente inchiesta sul suo uso del server privato.

Rivolgendosi ai giornalisti venerdì scorso, il candidato democratico alla presidenza ha detto che è “imperativo” per gli elettori americani di avere tutte le informazioni, con soli 11 giorni rimanenti prima delle elezioni presidenziali.

“Il popolo americano merita che sia immediatamente fatta piena luce”, ha detto la Clinton nel corso di una conferenza stampa a Des Moines, nell’Iowa. “E ’imperativo che l’ufficio riferisca circa questo problema in questione, qualunque esso sia, senza ulteriori ritardi.”

“Siamo a soli 11 giorni dalla più importante elezione nazionale della nostra vita.”

Il direttore dell’FBI James Comey ha annunciato la scoperta di nuovi messaggi di posta elettronica in una lettera al Congresso, che non offrono alcun specifiche diverse da quelle di rivelare che gli investigatori federali avrebbero verificato se contenessero o no informazioni riservate.

“In relazione a un caso non collegato, l’FBI ha appreso dell’esistenza di messaggi di posta elettronica che sembrano essere pertinenti alle indagini”, ha scritto Comey. “Ho accettato che l’FBI adottasse le opportune misure investigative progettate per consentire agli investigatori di rivedere queste mail per determinare se contengono informazioni riservate, così come per valutare la loro importanza per la nostra indagine.”

Nel mese di luglio, Comey ha annunciato che l’ufficio aveva chiuso la sua indagine delle mail della Clinton e raccomandato ai pubblici ministeri di non cercare cariche nel caso. Ma Comey rimproverò Clinton e i suoi collaboratori per il modo “estremamente negligente”, in cui sono state gestite le mail.

Clinton ha detto ai giornalisti che lei e la sua squadra non hanno dato alcun preavviso e appreso delle indagini e-mail attraverso rapporti di notizie, quando la lettera di Comey è stata resa pubblica. Ma cercare di attenuare le conseguenze politiche del bando, che è stata subito colto al volo dal suo avversario repubblicano, Clinton ha esortato l’FBI di fornire un quadro più chiaro circa le sue conclusioni.

“Anche il direttore Comey ha notato che queste nuove informazioni non possono non essere ritenute significative, quindi cerchiamo di venirne a capo”, ha detto la Clinton, aggiungendo che non era stata contattata dall’FBI circa il caso in questione. I funzionari federali delle forze dell’ordine hanno detto che i messaggi di posta elettronica sono stati scoperti su un computer portatile condiviso da Anthony Weiner e la sua ex moglie Huma Abedin, il braccio destro della Clinton. Weiner, un ex membro del Congresso di New York, è stato oggetto di un’indagine non correlata dopo che è stato rivelato che ha inviato messaggi illeciti e le foto di una ragazza minorenne.

Clinton non ha voluto confermare il legame di Weiner e Abedin, che rimane con lei durante la campagna elettorale, affermando: “Abbiamo sentito queste voci. Non sappiamo che cosa credere”.

“Questo è il motivo per cui spetta al FBI di dirci su che cosa stanno operando. In questo momento la loro ipotesi è buona come la mia ma non credo che sia abbastanza soddisfacente”.

“Resta inteso che se questo tipo di lettera è stato inviato ai membri repubblicani della Camera i quali hanno bisogno di condividere tutto ciò che riguarda il caso e i fatti che concernono il popolo americano”, “e questo è quello che mi aspetto che accada.” La lettera è stata inviata a entrambe le sedi repubblicane e democratiche di commissioni competenti del Congresso.

Una lettera inviata da Comey ai suoi dipendenti venerdì, e riportata dal Washington Post, ha fornito una prova del suo pensiero. Il direttore dell’FBI ha detto che “si è sentito obbligato” di informare il Congresso circa una nuova indagine sulla base della sua prima testimonianza davanti ai legislatori federali che l’indagine delle mail della Clinton era stata completata.

“Allo stesso tempo, però, dato che noi non conosciamo il significato di questa raccolta appena scoperto di e-mail, non voglio creare un’impressione fuorviante”, ha scritto Comey.

Clinton è stato perseguitato da domande circa l’uso del suo server di posta elettronica privato da quando è stato scoperto settimane prima che ha lanciato ufficialmente la sua candidatura presidenziale, e sondaggi suggerisce la controversia ha danneggiato la sua immagine tra gli elettori. Solo il 34% degli americani trovare Clinton onesto e affidabile, secondo un recente sondaggio di Washington Post-ABC.

Percependo l’occasione per rilanciare la polemica e-mail, nonostante dichiarazioni vagamente formulata dell’FBI, candidato repubblicano Donald Trump ha detto durante un comizio nel New Hampshire il Venerdì: “la corruzione di Hillary Clinton è su una scala che non abbiamo mai visto prima – non dobbiamo lasciarla prendere il suo schema criminale nello Studio ovale. “in un raduno tardi a Lisbona, nel Maine, ha chiamato il suo uso di e-mail private del” più grande scandalo politico dal Watergate “.

Nel corso di una manifestazione in seguito a Cedar Rapids, Iowa, ha abbandonato le sue settimane di accusare l’FBI di collusione con la campagna di Clinton. “Io do loro grande credito per avere il coraggio di destra questo orribile male,” ha detto. “La giustizia prevarrà.”

Clinton, il cui vantaggio su Trump ha allargato nelle ultime settimane, come la campagna del magnate immobiliare svelato sulla scia di un nastro in cui si vantava di essere in grado a brancolare le donne, ha detto che credeva che il problema di posta elettronica è stato già preso in considerazione in quanto il pubblico americano pensa .

“Penso che la gente molto tempo fa preso una decisione circa i messaggi di posta elettronica”, ha detto Clinton. “E ora stanno scegliendo un presidente.”

La campagna di Clinton ha espresso la sua frustrazione con la gestione del FBI degli ultimi sviluppi, criticando il modo in cui la notizia è stata diffusa.

Dopo aver mantenuto il silenzio, al fine di consentire la Clinton per affrontare prima la questione, i democratici è andato rapidamente l’offensiva dopo la sua conferenza stampa con una serie di affermazioni che invitano Comey a presentare ulteriori dettagli.

“La natura volutamente ambiguo di più recente scoperta del regista – le e-mail potrebbe essere significativo o insignificante, rilevante o irrilevante – non contribuisce alla comprensione del pubblico,” Adam Schiff, il democratico superiore sul comitato di intelligence Casa, ha detto in un comunicato.

“Quando accoppiato con il riconoscimento che ulteriori informazioni ci vorrà un periodo di tempo indeterminato, è difficile vedere come questo ultima partenza dalla politica dipartimento ha servito l’interesse pubblico.”

Stephanie Schriock, il presidente della lista di Emily, un gruppo che lavora per eleggere le donne Democratiche pro-choice a una carica pubblica, ha detto che gli sviluppi “hanno inviato i repubblicani in una frenesia ignorante e irresponsabile”.

“Questo è il motivo per cui il regista Comey deve rilasciare tutti i fatti – niente di meno è solo il foraggio per la macchina striscio di destra di Donald Trump”, ha detto in una dichiarazione.

Alcuni surrogati top Clinton hanno tuttavia astenersi dal guado la questione per ora.

Parlando con la CNN il Venerdì, vice-presidente Joe Biden ha offerto semplicemente: “Oh Dio. Anthony Weiner. Non dovrei commentare Anthony Weiner. Io non sono un grande fan “.

Data:

29 Ottobre 2016