Traduci

I BAMBINI CRISTALLO, IL FUTURO DELLA RAZZA UMANA

Il figlio, in realtà non è che un piccolo, ma potente maestro di vita che insegna ai genitori a diventare sempre più consapevoli della realtà e del percorso di vita. Se il bambino subisce forme rigide di potere e di controllo restituisce disobbedienza e ribellione. E’ inevitabile. Questi bambini nuovi, sensibili e altamente intuitivi, hanno prima di tutto bisogno di essere amati e accettati per quello che sono. La modella Candice (ragazza indaco) scrive: “Non so quante volte ho desiderato questa semplice cosa: che qualcuno mi dicesse che mi amava e che io ero speciale. Non con condiscendenza, ma in modo da rafforzarmi, da darmi la sensazione che avevo un compito importante qui, come lo abbiamo tutti”. Il bisogno di amore è un sentimento dilagante che fa girare l’Universo, fa sbocciare i fiori, scorrere i fiumi, sorridere i bambini, che ci mantiene vivi, dandoci la forza di evolvere. Se amiamo ogni attimo della nostra vita, se respiriamo e ci inebriamo di amore siamo tutti bambini cristallo.

cms_6518/2.jpg

I bambini Cristallo sono un dono per questa umanità. Sono amorevoli, felici, deliziosi, inclini al perdono, dei piccoli saggi. Soprannominati “I lavoratori di luce”, rappresentano una potente forza d’amore e di pace per il Pianeta. In realtà pare che non ce ne siano molti, perché l’umanità deve essere pronta a riceverli. Sono estremamente potenti e il loro scopo principale è quello di condurre il genere umano a un livello evolutivo successivo, riportando in auge gli insegnamenti del Messia, ma il loro compito trascende dalle religioni, essi non sono necessariamente cristiani, musulmani o protestanti, non professano nessun dogma, ma diffondono il credo del cuore.

I Cristallo, hanno iniziato ad incarnarsi sul Pianeta, in piccoli numeri, all’incirca a partire dagli anni novanta, quando giunsero i nuovi pionieri, e dal duemila il loro numero è diventato significativo. La loro missione è quella di completare il lavoro iniziato dagli Indaco. Se gli Indaco demoliscono i sistemi e smantellano vecchi e limitanti modi di pensare, i Cristallo invece sono giunti per avviare il processo di rinnovamento e ricostruzione.
Essi nascono quasi sempre nelle case in cui sono profondamente desiderati e in cui hanno certezza di essere amati e onorati. Solitamente sono figli di genitori indaco e sovente si incarnano dopo un fratello o una sorella indaco. Hanno caratteristiche fisiche ben definite. Sono in genere ben sviluppati, i loro occhi sono grandi e penetranti e osservano le persone intensamente e a lungo. Quando il bambino guarda entra negli archivi della vostra memoria Akashica per scorrere le registrazioni animiche e leggere chi siete. E’ un comportamento abbastanza normale per loro. E’ questo il modo in cui comunicano, guardando nell’anima dell’altro attraverso gli occhi e percependo chi esso sia. E’ una cosa che in futuro impareremo a fare tutti. Sono inoltre estremamente sensibili, riescono a raccogliere e sentire tutte le tensioni, arrabbiature irrisolte nel subconscio, per questo motivo sono anche così suscettibili all’ambiente e possono esserlo anche al cibo, sviluppando alcune intolleranze alimentari. Sono anche molto affettuosi e nel loro percorso cercheranno di aiutare e prendersi cura di esseri umani e di animali in difficoltà. Calmi e buoni, instaureranno un intenso rapporto con la madre, fino a risultare appiccicosi, perché essendo la loro prima incarnazione hanno bisogno di rassicurazione, stabilità e presenza fisica della mamma.

cms_6518/3.jpg

Pare che l’aumento dei casi di autismo tra i bambini sia una delle questioni correlate all’arrivo dei Cristallo. I bambini autistici in termini metafisici, sono bambini che non si sono incarnati pienamente nel corpo e hanno scelto di mantenere, la maggior parte della loro energia nelle dimensioni più elevate. Quindi la loro attenzione è quasi del tutto sintonizzata su queste altre dimensioni, ed è per questo che non si relazionano bene sul piano fisico. Di solito è per ansia e paura che il bambino compie tale scelta. E mentre sempre più anime gentili dei Cristallo si incarnano sul Pianeta, molte di queste sono così traumatizzate delle energie della Terra, che preferiscono permanere nelle dimensioni superiori. La nostra cultura spesso non fornisce i canali e gli stimoli adeguati a tale creatività e per i genitori diventa difficile indirizzare questa energia in modo creativo piuttosto che distruttivo.

Questi esseri regali riflettono la preziosità di ciascuno di noi. Non siamo forse tutti degli esseri regali, cioè esseri spirituali che stanno avendo un’esperienza fisica sulla Terra?

Mentre impariamo a rispettare loro e i loro processi e a svolgere il nostro mestiere di genitori e di nonni con maggior efficacia, stiamo imparando a rispettare il bambino che risiede nel profondo di ciascuno di noi. Quando i vostri figli vi chiedono di giocare, se non avete tempo per il gioco, createvelo! Non vi viene dato automaticamente, bisogna crearlo.

Se la vita diventa talmente seria che non sappiamo più giocare, ridere, saltare nelle pozzanghere sotto la pioggia, correre nel fango con il nostro cane, fare le smorfie a nostro figlio mentre gli asciughiamo le lacrime, allora vuol dire che ci siamo persi.

Data:

18 Giugno 2017