Traduci

I “GIOCHI” DELLA DISTENSIONE

Manca esattamente una settimana all’inizio dei Giochi Invernali in Corea del Sud, e già si stilano le statistiche sui record organizzativi di questa XXIII edizione. Sono 2295 gli atleti dei 92 paesi partecipanti e 102 le medaglie messe in palio. Precedentemente, a Sochi, erano oltre 2.800 atleti da 88 Paesi.

cms_8319/Fot_1.jpg

Ed è anche l’Olimpiade con la prima presenza assoluta di Ecuador, Eritrea, Nigeria, Kosovo, Malaysia e Singapore; ma il vero “record” è sicuramente un altro. Fermo restando i numeri e le ricadute positive sull’economia e l’immagine del paese, questi “Giochi” saranno ricordati come quelli della distensione tra le due Coree. Nord e Sud sfileranno insieme nella cerimonia di apertura e giocheranno con la squadra di Hockey femminile unificata.

cms_8319/Foto_2.jpg

Nel frattempo, un’altra notizia tende a suscitare scalpore sul pubblico e perplessità sul Comitato Olimpico Internazionale: il Tribunale Arbitrale per lo sport di Losanna ha revocato “per prove insufficienti” la squalifica a vita di 28 dei 43 atleti russi accusati di doping di Stato alle Olimpiadi invernali del 2014, ma non è detto che possano partecipare ai Giochi. Spetta al CIO, a pochi giorni dall’inaugurazione dell’Evento, decidere se rilasciare il nullaosta per Pyeongchang; in caso contrario, rimarrà per i 28 atleti la soddisfazione di riavere indietro le medaglie. Gli altri 169 atleti russi non coinvolti dallo scandalo di Sochi, invece, sfileranno alla cerimonia di apertura senza bandiera, senza inno e senza divisa. Per la Diretta televisiva, infine, Eurosport ha acquistato i diritti per la trasmissione integrale dei Giochi a partire dall’8 fino al 25 febbraio. Le gare verranno trasmesse sia sulla piattaforma Sky sia su Mediaset Premium; mentre su Eurosport 1, l’Italia potrà seguire tute le gare ufficiali degli Azzurri.

(Foto dalla pagina Facebook dei Giochi: si ringrazia)

Autore:

Data:

1 Febbraio 2018