Traduci

I “LINKIN PARK” DI NUOVO SUL PALCO

C’è tanta gente, attorniata da un alone carico di mistico silenzio, che attende al buio di un’arena, e c’è un microfono addobbato di fiori al centro di un palco. Questa è l’aria che si respira e la visuale apparsa, a sipario levato, al pubblico dell’Hollywood Bowl di Los Angel, accorso per assistere al nuovo concerto dei Linkin Park; l’ultimo dei Live in ordine di esecuzione dalla loro nascita e anche il primo senza di “Lui”.

cms_7591/Foto_1.jpeg

A distanza di un paio di mesi dalla scomparsa di Chester Bennington, la band è riuscita a trovare le forze per tornare a esibirsi dal vivo d’avanti a circa 17 mila spettatori. Quello del “Bowl”, è un concerto inedito ideato dall’amico e membro dei “Linkin”, Mike Shinoda. Un live durato oltre tre ore e arricchito dalla presenza di musicisti del calibro dei Blink-182, Avenged Sevenfold, Korn, System of a Down e tanti altri. Per chi ha avuto il piacere di assistervi, è stata l’occasione per riascoltare i successi di una carriera iniziata nel 1996, arrangiati per l’esecuzione di artisti molto vicini, musicalmente, alle sfumature nu-metal del gruppo californiano.

cms_7591/Fot_2.jpg

Il momento topico è arrivato a metà serata, quando Shinoda, prima di eseguire Looking For An Answer, ha detto: “Quando abbiamo scoperto di Chester stavamo facendo un servizio fotografico. Durante le prime ore ero incredulo. Non credevo a nessuno, qualsiasi cosa venisse detta. Alla fine ho capito che una delle cose che mi ha sempre aiutato ad attraversare un momento difficile è scrivere musica, non solo ascoltarla. Non avevo ancora il coraggio di ascoltare le nostre canzoni, quindi mi sono seduto nello studio e ho scritto qualcosa. Questo è successo otto giorni dopo e vorrei condividerla con voi. Non so cosa succederà con questa canzone. Potrebbe essere suonata solo in questo momento, mentre voi e il resto del mondo su internet state guardando. Ma se continueremo, voglio continuare a scrivere e a lavorare su questo pezzo. Sarà un momento unico per noi e per voi, per vedere come una canzone viene costruita e composta. Questo è letteralmente il primo pezzo. Successivamente sui social vi faremo vedere come continuerà la cosa, se continuerà

Parole cariche di tristezza, ma che contengono il chiaro messaggio ai fan, coinvolgendoli direttamente, di ricordare Chester continuando a supportare i Linkin Park. Tanta commozione c’è stata anche quando la vedova del musicista ha letto un discorso agli spettatori: A Chester sarebbe piaciuto vedere tanta gente riunita. Ringrazio tutti per il sostegno, e in particolare i fan dei Linkin Park. Nelle scorse settimane, avete sostenuto me e i nostri figli, e avete diffuso nel mondo gli hashtag #MakeChesterproud e #fuckdepression. Così avete contribuito alla nostra speranza di aiutare a salvarsi le persone che hanno problemi di salute mentale, che è importante quanto la salute fisica. E la mia missione è che diventi più facile essere curati.” L’incasso della serata è stato devoluto all’One More Light Found di Music For Relief.

(Video e foto dalla pagina Yotube e dal sito dei Linkin Park: si ringrazia)

Autore:

Data:

29 Ottobre 2017