Traduci

IL BARI RALLENTA. PAREGGIA AL SAN NICOLA E SCIVOLA AL QUINTO POSTO

Il Bari davanti a circa 20.000 spettatori pareggia per 1-1 contro un buon Modena e perde l’occasione per continuare a guidare la zona play-off. Con la concomitante vittoria di Trapani e Pescara, infatti, il Bari scivola al 5° posto, anche se allunga la striscia positiva di risultati utili consecutivi. Nelle ultime 8 gare, infatti, i biancorossi hanno totalizzato 20 punti , frutto di 6 vittorie e 2 pareggi. Il Modena, dal canto suo, ha ampiamente meritato il pareggio dimostrando di aver superato il momento negativo e di essere in netta ripresa, nonostante il quint’ultimo posto in classifica. I canarini si sono mostrati abili nel chiudere tutti gli spazi per poi ripartire in contropiede. Una squadra solida e ben messa in campo, con giocatori importanti e di categoria, che ha dimostrato anche una invidiabile tenuta atletica.

cms_3795/Foto_2.jpg

Oggi abbiamo avuto difficoltà – dichiara il tecnico del Bari, Camplone, al termine della gara – soprattutto nel primo tempo. Come abbiamo visto, in serie B non ci sono partite facili. Loro hanno corso tanto e non me lo aspettavo. Noi avevamo un pò di gente bloccata, mentre loro avevano un centrocampo più mobile rispetto al nostro.

Camplone, in effetti, alla ricerca di forze fresche, apporta modifiche all’undici iniziale. Rientra Gemiti in difesa, Romizi a centrocampo e Puscas in attacco, mentre deve rinunciare a Dezi per un attacco influenzale. Ma i cambi non producono gli effetti sperati. Nel primo tempo, infatti, avaro di emozioni, il Bari gioca a ritmo lento e non riesce a cambiare passo. Solo nel finale di tempo arrivano le prime due conclusioni. Prima, Rubin il cui tiro viene ben respinto da Micai e successivamente la risposta di Defendi, con un tiro facilmente parato da Manfredini. Nella ripresa arriva, quasi inaspettato il gol di Bentivoglio, direttamente su punizione che cambia l’inerzia della gara. Il Bari, allora, prova a raddrizzare il match con un paio di conclusioni a testa di Romizi e Rosina. Poi, nel finale, ancora Rosina, con uno splendido gol, regala il pareggio al Bari.

“Un pareggio giusto per come si erano messe le cose – continua Camplone – e un punto mportante per il proseguo del campionato. Nel primo tempo loro non ci hanno lasciato spazio. Ma, una volta preso lo schiaffo, abbiamo raddrizzato la partita. Il secondo tempo è stato giocato da una squadra sola. Ora bisogna ritrovare le energie fisiche e fare risultato fuori casa.”

Il Bari questa volta è effettivamente apparso più stanco del solito. Già la partita di Como aveva evidenziato questo aspetto e probabilmente la gara di Ascoli ha accentuato il problema per grande dispendio di energie fisiche e mentali. Tuttavia, ancora una volta, il Bari ha confermato i progressi nella fase difensiva. Ha rischiato molto poco e subìto il gol su una prodezza di Bentivoglio. Intanto, il prossimo turno, potrebbe risultare pro Bari, in virtù di altri due scontri diretti (TrapaniNovara e V. EntellaPescara). Ma, prima di tutto, deve fare punti il Bari che sarà impegnato nella insidiosa trasferta di Perugia.

Autore:

Data:

23 Aprile 2016