Traduci

“IL DOTTORE” E’ RITORNATO!

Il Mondiale Moto Gp 2015, sembra riservarci ancora molte sorprese, anche se solo due, al momento, sono i piloti che dimostrano di avere una certa costanza nel terminare positivamente le corse. A quasi 10 prove dalla conclusione, il campionato ha già delineato i ranghi mettendo in evidenza chi tra Rossi e Lorenzo, l’otto novembre a Valencia, solleverà il trofeo 2015. Yamaha e Ducati, sono le scuderie più in forma in questo campionato del mondo.

cms_2424/Assen_-_Ottava_prova_del_Moto_Gp.jpg

Ad Assen, dopo 4 vittorie di fila, lo spagnolo Jorge Lorenzo, è dovuto inchinarsi davanti a uno strepitoso Valentino Rossi. Nell’ottava prova stagionale, il centauro di Pesaro è riuscito a tagliare il traguardo lasciandosi rispettivamente alle spalle i due diretti rivali, Lorenzo e l’altro iberico, Marq Marquez. La corsa per le prime posizioni, è stata davvero al cardio palma. Formidabile “The Doctor” nel riuscire, con abilità e professionalità, a rimanere in piedi sull’ultima curva, dopo una carenata subita per opera di Marquez. “Marquez ha provato a vincere, ha potuto provarci solo in quel modo, altrimenti non ci sarebbe riuscito, ma non ci è riuscito neanche così. La prossima volta deve stare più calmo con queste carenate che dà sempre a tutti”, ha dichiarato il pilota della Ducati, Andrea Iannone, sceso in campo a difesa di Rossi. “Ho visto il sorpasso in replica più volte e l’unica possibilità che Valentino aveva era quella di rialzare la moto e andare nella ghiaia, altrimenti credo che non avrebbe fatto la curva “, ha aggiunto a fine intervista. Anche Lorenzo, difende il proprio compagno di scuderia, commentando con queste parole l’accaduto: “Non penso che Valentino sarebbe andato dritto tagliando la curva se Marquez non l’avesse toccato”.

cms_2424/l43-valentino-rossi-150627172140_medium.jpg

Adesso la classifica vede Valentino Rossi a 10 punti da Lorenzo e a più 70 dal campione in carica Marquez. Il prossimo appuntamento è fissato per il 12 luglio. Si corre in Germania, sul circuito di Sachsenring. Il circuito, costruito nel 1996, ha ospitato un primo Gran Premo nel 1998. Da allora sono state eseguite continue migliorie negli impianti; soprattutto per quanto concerne il radicale cambiamento nel disegno del tracciato, effettuato nel 2001. Oggi la pista presenta numerose e strette curve, rendendo questo circuito uno dei più lenti del calendario, ma non per questo meno tecnico degli altri. Inoltre, per questo tipo di tracciato, è molto importante fare bene nelle qualificazioni, conquistando una pole che consentirebbe ai piloti in prima fila di rimanere in testa, fino alla fine della gara, senza timori di sorpassi. Fari puntati anche su Iannone e Dovizioso che, a bordo delle Ducati, cercheranno di contendersi punti preziosi per la terza posizione della classifica generale.

Data:

4 Luglio 2015