Traduci

Il fascino della scrittura che tutti seduce

Ci siamo! E’ arrivato il momento storico in cui esistono più scrittori che lettori!! Il mondo intero sembra animato dal desiderio di voler scrivere qualsiasi cosa: romanzi, noir, biografie, auto-biografie, libri di cucina, atlanti, favole per bambini, racconti per ragazzi e chi più ne ha più ne metta.

cms_2091/libreria_photo.jpg

Scrivere, la difficile arte di scrivere, quella che un tempo veniva affidata e riservata a quell’élite di letterati di fronte ai quali tutti s’inchinavano con riverenza affascinati dalla capacità di tanto potere: quello di riusciti a pubblicare le proprie idee rendendole note al mondo. Oggi invece, pubblicare non è mai stato così facile. Può farlo davvero chiunque grazie anche al moltiplicarsi di piccole case editrici e tipografie capaci di stampare qualsiasi cosa se finanziati dall’autore stesso.

cms_2091/scrivere2.jpg

Casalinghe, studenti, professionisti, attori, calciatori, presentatori, cantanti, politici, gente comune e non, tutti spinti dalla voglia di raccontare e raccontarsi, di lasciare una piccola testimonianza del proprio passaggio su questa terra e desiderosi di guadagnare attraverso la vendita di chissà quanti milioni di copie. Con la speranza e la fiducia che il proprio manoscritto diventari il best seller dell’anno!

cms_2091/deserto1.jpg

Ma l’aver scritto un qualsiasi genere di libro non garantisce con certezza nessuna popolarità e tantomeno chissà quali guadagni. La fortuna o le conoscenze servono a far accettare il proprio libro a una importante casa editrice che può diffonderlo attraverso una larga distribuzione. Punto debole questo delle piccole case editrici che spingono gli autori a farsi conoscere tramite dispendiosi viaggi per l’Italia (aerei, treni, alberghi, ristoranti, taxi, e così via) attraverso presentazioni a cui non sempre accorre un folto pubblico. E quindi le spese per l’autore ancora una volta aumentano insieme alla speranza di un imminente recupero finanziario.

cms_2091/ciak1-608x370.jpg

E chissà magari, il proprio libro diventerà una sceneggiatura per un film o una fiction televisiva (ma anche per questo ci vogliono le giuste conoscenze) a meno che…la fortuna arrivi davvero e si venda così tanto da incuriosire anche il cinema. Scrivono così in tanti che la nicchia d’élite si è trasformata in una professione inflazionata e sempre più difficile, considerando anche il momento storico, quello in cui il web ha sostituito in parte il fascino della carta stampata.

cms_2091/da-social-freak-a-scrittore-allantica-8-buone-L-bwnBNS.jpeg

Ma se è vero che “è nei libri che gli scrittori custodiscono le loro verità” e che tramite la scrittura l’anima è libera di esprimersi e continuare a SOGNARE … come poter impedire a un popolo di sognatori di sperare? Si sognare e sperare che il proprio manoscritto viventi il bestseller dell’anno!!

Data:

18 Aprile 2015