Traduci

IL NAPOLI VINCE, MA LA FINALE SARA’ LAZIO-JUVENTUS

Allo stadio “San Paolo”, nella gara di ritorno della seconda semifinale Tim Cup Coppa Italia, il Napoli ha battuto la Juventus per 3-2, ma non è bastata la vittoria per ribaltare il risultato dell’andata favorevole ai bianconeri (3-1). Così, dopo la Lazio, l’altra finalista di Coppa Italia, è la Juventus. Ma il Napoli esce a testa alta da un confronto che ha offerto gol, spettacolo ed emozioni davanti ai circa 50.000 spettatori del “San Paolo”. Intanto, è la terza finale consecutiva per i bianconeri e anche l’undicesimo passaggio del turno su 17 semifinali. Inoltre, la Juventus nelle ultime 17 partite giocate in Coppa Italia non ha mai pareggiato (12 vittorie e 5 sconfitte).

La partita – Sarri, con il consueto 4-3-3 schiera: Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Milik e Insigne. Allegri, invece, con il 4-2-3-1 manda in campo: Neto; Dani Alves, Bonucci, Benatia, Alex Sandro; Rincon, Khedira; Cuadrado, Dybala, Sturaro e Higuain.E’ stata una bella partita giocata con grande intensità da entrambe le squadre. Meglio i partenopei, soprattutto nella ripresa, quando hanno ribaltato il risultato e spinto fino alla fine per cercare quei gol che avrebbero potuto regalare l’impresa.

cms_5950/2.jpg

Abbiamo fatto una grande gara – ha dichiarato il tecnico del Napoli, Sarri, ai microfoni Rai – ma non siamo riusciti a fare l’impresa. La sensazione è che dopo queste due gare ci stiamo avvicinando alla Juventus. Abbiamo messo in difficoltà la Juve sia in campionato che in Coppa. Non siamo contenti per l’eliminazione, ma siamo soddisfatti per il gioco. E’ passata una grande squadra, ma noi non abbiamo fatto peggio di loro”.In effetti, questo Napoli non è sembrato inferiore alla Juventus, ma la squadra piemontese ha dimostrato di saper soffrire e colpire al momento giusto, di essere una grande squadra e di meritare questa finale. Ma la prima vera grande occasione è capitata sui piedi di Callejon che, a due passi da Neto, si vede incredibilmente respingere la sfera. Qualche minuto dopo ci prova Diawara dalla distanza, ma Neto para senza problemi. Poi, alla mezz’ora, dopo un erroraccio di Rincon, arriva il gol di Higuain (con un tiro dalla distanza) che cambia l’inerzia della gara. Nella ripresa, Hamsik pareggia con una precisa conclusione a giro. Ma è la Juve a passare nuovamente.

cms_5950/3.jpg

Cuadrado serve magnificamente il solito Higuain che trova la rete del raddoppio. Questo secondo gol avrebbe potuto spegnere l’entusiasmo a chiunque, ma non al Napoli e nel proprio stadio. Infatti, Milik sfiora il gol in paio di circostanze e Mertens, appena entrato, approfittando di un errore di Neto, pareggia. Gli azzurri, galvanizzati, prendono campo, aumentano di intensità e i risultati si vedono. Insigne, infatti fa letteralmente impazzire il San Paolo segnando la rete del definitivo vantaggio. Ma per il Napoli non basta, perché a passare il turno è la Juventus.

cms_5950/4.jpgAbbiamo raggiunto un bel risultato – ha esordito Allegri ai microfoni Rai – dopo due bellissime partite. La gara è stata gestita bene da noi ed è stata riaperta solo per un incidente. Abbiamo giocato con grande intensità. Poi abbiamo sofferto, ma è la dimostrazione che le partite non sono mai finite. Il mio futuro? L’intenzione è di continuare con la Juve”.In effetti nella prima frazione di gioco vi è stato molto equilibrio e la Juventus non ha risentito del maggior possesso palla del Napoli (58%) che si è rivelato piuttosto sterile. Mentre nella ripresa i bianconeri hanno sofferto la velocità e il palleggio del Napoli.Certo, era difficile per i partenopei ribaltare l’1-3 dello Juventus Stadium, però hanno provato fino alla fine, senza mai mollare. Gli applausi dei “cinquantamila”, al termine della gara, lo testimoniano. D’altro canto, la Juventus ha dimostrato di essere una grande squadra e di essere ancora un gradino avanti rispetto alle altre concorrenti italiane.

Ora si aspetta il 2 Giugno per la finale tra Lazio e Juventus, due squadre che, per pura coincidenza, hanno perso 3-2 nella gara di ritorno.

Autore:

Data:

6 Aprile 2017