Traduci

Il Parlamento europeo chiede una rapida soluzione del caso dei due marò italiani

Il Parlamento europeo, nel corso della sessione plenaria a Strasburgo, ha adottato, a grande maggioranza, una risoluzione comune nella quale si auspica una rapida soluzione del contenzioso diplomatico tra l’Italia e l’India sul caso dei due marò italiani accusati di aver ucciso due pescatori indiani nel 2012 durante operazioni anti-pirateria. I deputati europei chiedono, inoltre, il rimpatrio immediato dei due fucilieri, poiché la loro detenzione senza capi d’accusa rappresenta una grave violazione dei diritti umani e va contro il rispetto dei principi di diritto internazionale.

cms_1808/politica_-_l_aula_del_parlamento_europeo_a_strasburgo_imagefull.jpgPer l’Italia l’incidente si è verificato in acque internazionali e i marò dovrebbero quindi essere processati dinanzi a un tribunale italiano o tramite un arbitrato internazionale, mentre l’India sostiene la sua competenza a processarli poiché l’incidente sarebbe accaduto nelle acque costiere poste sotto la sua giurisdizione. Nella risoluzione, gli eurodeputati invitano la responsabile della politica estera europea Federica Mogherini a intraprendere ogni azione necessaria per proteggere i due fucilieri italiani e auspicano una soluzione del caso accettabile per tutte le parti coinvolte.

Autore:

Data:

4 Febbraio 2015