Traduci

Il Prosciutto di Parma in Giappone

Importante traguardo raggiunto per un prodotto gastronomico italiano di primissima qualità. Il Prosciutto di Parma è il primo e unico prodotto non giapponese a essere riconosciuto come Indicazione Geografica dal governo del Sol Levante.
’’Siamo orgogliosi di questo risultato – ha dichiarato Stefano Fanti, direttore del Consorzio del Prosciutto di Parma – che premia gli sforzi dei nostri produttori, a conferma della qualità del Prosciutto di Parma, un prodotto che richiede tempo e fatica, con rigide regole imposte dal disciplinare’’. Il prodotto gastronomico made in Italy – precisa il consorzio – potrà contare sulle stesse tutele che gode in Europa anche in Giappone e, grazie all’IG, potrà godere del beneficio di una chiara riconoscibilità anti contraffazione sul mercato nipponico. Il Giappone è il primo mercato asiatico in termini di esportazioni, con circa 107 mila prosciutti e un giro d’affari di 11 milioni di euro; l’IG porterà a un significativo segno più per le vendite.

cms_7345/2.jpgÈ la prima volta che un prodotto italiano riceve questo riconoscimento. Ciò significa che il made in Italy del food sarà da ora in poi più tutelabile dal punto di vista giuridico. Il made in Italy alimentare contraffatto e imitato nel mondo raggiunge un fatturato annuo di circa 60 mld: una grave perdita per tutto il settore alimentare italiano. Al di fuori dei confini europei, la registrazione del marchio si è dimostrata il metodo più efficace per difendere i prodotti italiani. Il riconoscimento come Indicazione Geografica permette di rafforzare la tutela del prodotto perché, alla protezione diretta del Consorzio sui diritti di proprietà intellettuale, si aggiunge l’attività di tutela ufficiale da parte delle Autorità locali. Bene per l’Italia e Bene per il futuro del made in Italy di qualità, che da sempre è il miglior biglietto da visita per l’Italia nel Mondo.

Data:

2 Ottobre 2017