Traduci

Il ritorno di Berlusconi in tv: “Obbligato a stare in campo, con me si vince”

“Mi sento obbligato a stare ancora in campo per il bene dell’Italia contro i miei stessi interessi”. Silvio Berlusconi ribadisce la necessità di un centrodestra uniti per tornare a vincere alle prossime amministrative e rivendica la sua leadership. Lo fa in occasione di una lunga intervista al programma ’L’incontro’ di Emilio Carelli su Skytg24. Il Cav lancia un messaggio preciso a Matteo Salvini e ci tiene a non farsi rubare la scena sui media, tv in testa, sua ’arena naturale’: ’’Non siamo subalterni alla Lega ma alleati e con la mia presenza in tv Fi tornerà presto il primo partito del centrodestra’’.

Con lui in prima fila, assicura l’ex premier, Fi andrà oltre il 20% e il centrodestra supererà il 40% vincendo le elezioni”. Il leader azzurro fa un parallelo il ’94: ’’Berlusconi in questo momento avrebbe tanta voglia di occuparsi di altro, è stato reso incandidabile per 6 anni. Quindi, non puo’ essere tacciato di ambizioni personali politiche, perché è incandidabile e ineleggibile, ma io mi sento la responsabilita’ di non abbandonare il mio paese nelle mani di chi sarebbe un danno per il paese stesso e resto in campo”.

Berlusconi torna ad attaccare con durezza Matteo Renzi: ’’Il suo è un governo illegittimo e abusivo, ha creato un regime’’. Poi indica la sua ricetta per i risparmiatori sul decreto salva-banche: ’’non avrei lasciato fuori i 30mila obbligazionisti, che hanno investito i risparmi della vita. Aggiungerei 790 milioni di euro” a carico del sistema bancario e così “si risolverebbe tutto con un carico assolutamente sostenibile”.

Autore:

Data:

12 Dicembre 2015