Headlines

Traduci

IL RITORNO DI BOLSONARO

A volte ritornano. L’ex presidente brasiliano Jair Bolsonaro, emigrato negli Stati Uniti 89 giorni fa, è tornato oggi in Brasile alla vigilia dell’insediamento di Luiz Inacio Lula da Silva. Un aereo della compagnia brasiliana Gol è atterrato all’aeroporto internazionale di Brasilia alle 6:38 (11:38 ora italiana), secondo il portale del quotidiano Fiolha de Sao Paulo. L’ex capo di Stato conservatore ha intrapreso una strada difficile, durante la quale cercherà di imporsi come leader contro il governo di Lula, ma allo stesso tempo, dopo aver anche visto i suoi sostenitori prendere d’assalto i palazzi del potere a Brasilia e sequestrare i gioielli donati dalla famiglia reale saudita, dovrà difendersi da diverse inchieste giudiziarie. In un breve discorso nella sede del suo Partito Liberale a Brasilia, Bolsonaro ha elogiato il ruolo del capo dell’organizzazione politica, Valdemar da Costaneto.

cms_29923/foto_1.jpg

Secondo il portale di notizie brasiliano UOL, l’ex Presidente ha specificamente sottolineato di essere “il nostro capo, e voglio sottolineare che ha un’enorme responsabilità sulle sue spalle”. Subito dopo, l’ex capo dello Stato ha espresso il suo apprezzamento per gli Stati Uniti, Paese in cui vive da fine dicembre. Quel paese, ha spiegato, era “come il paese dei miei sogni. Abbiamo già tutto ciò che vogliamo qui: libertà di parola, proprietà privata, attitudine al crimine, diritto legale all’autodifesa”. Poi si è chiesto: “Cos’è più importante? Il lavoro e la libertà di esprimersi. Non uno stato di orgoglio e di crescita”. Centinaia di sostenitori di Bolsonaro sono andati all’aeroporto di Brasilia per salutarlo e applaudirlo dopo il suo arrivo questa mattina, ma l’ex presidente non è passato dall’uscita principale.

cms_29923/foto_2.jpg

Infatti, la polizia federale lo ha portato fuori dall’aeroporto attraverso un canale secondario e poi lo ha scortato via terra fino alla sede del partito. Due militanti, parlando a condizione di anonimato, hanno espresso rammarico ai media: “Siamo arrivati ​​qui alle 4:00 del mattino. Perché non vuole parlare con la gente? Eravamo sicuri che lo avrebbe fatto, ma non l’ha fatto”. L’aeroporto di Brasilia ha adottato misure per il ritorno di Bolsonaro misure di sicurezza. Il presidente in carica Luiz Inácio Lula da Silva sta attualmente riposando nella sua residenza ufficiale, piuttosto che negli edifici governativi, a causa della polmonite, e Bolsonaro è tornato. Tuttavia, il protocollo di sicurezza predisposto dalle autorità nella capitale brasiliana non sembra essere gradito a Bolsonaro e al suo partito, che, secondo loro, meritano “prigionieri” piuttosto che l’ex presidente. Qualcuno paventava, o sperava, un arresto… ma l’ex presidente avrà ancora la sua da dire al Brasile.

Data:

30 Marzo 2023