Traduci

Il ritorno di Montalbano

Grande attesa per i nuovi episodi del commissario più amato, Salvo Montalbano, nato dalla penna di uno degli autori più apprezzati del panorama letterario italiano, Andrea Camilleri.

Scrittore, sceneggiatore, regista e drammaturgo, Camilleri è noto al grande pubblico televisivo per la sua creatura che da sempre ha il volto di Luca Zingaretti, l’attore romano che episodio dopo episodio lo interpreta sfoggiando un’originale cadenza siciliana.

cms_11694/2.jpg

Da sempre impegnato nel sociale, Camilleri si definisce un uomo di sinistra e ai politici non “la manda a dire”.

Sul tema dei migranti si è sempre mostrato attento e sensibile, sottolineando come si stia perdendo l’umanità e manifestando le sue perplessità sul clima politico che definisce una preoccupante reiterazione di un periodo a tutti noto, collocato nel quarto decennio del ‘900.

cms_11694/3.jpg

Il fascismo in pratica

I nuovi episodi del commissario di Vigata stanno scatenando numerose polemiche prima ancora di andare in onda, date le tematiche trattate, che rischiano di provocare ulteriori imbarazzi in Rai.

Dopo le esternazioni di Baglioni sui migranti, da cui la fresca di nomina direttrice di Rai1, Teresa De Santis, si era dissociata, si teme un nuovo caso, malgrado in realtà il romanzo sia stato scritto nel 2016.

Sulle spiagge della località siciliana, infatti, durante il primo episodio della fiction in programmazione per il prossimo 11 febbraio, vi saranno degli sbarchi di migranti la cui emergenza sarà affrontata dal commissario Montalbano.

Il collegamento con l’attualità (le politiche sull’immigrazione, la vicenda della nave Diciotti ecc…) è diretto, e il rischio che la messa in onda della celebre fiction possa essere strumentalizzata è concreto.

Non a caso, probabilmente per evitare un sovraccarico di polemiche, in seconda serata, il programma Porta a Porta di Bruno Vespa prenderà il posto dell’appuntamento del lunedì con Fabio Fazio.

Quasi per “compensare l’azzardo” di Camilleri.

Nel frattempo non ci resta che attendere, convinti che, come sempre, l’attesa fiction non deluderà le aspettative del grande pubblico di Rai!

Autore:

Data:

3 Febbraio 2019