Traduci

IL SIGNORE DEGLI ANELLI: UN…“TESSSORO” DI RACCONTO

Il 3 gennaio del 1892, a Bloemfontein (Sud Africa), nacque un signore destinato a diventare uno dei personaggi più famosi di tutto il pianeta: John Ronald Reuel Tolkien. Scrittore, filologo e linguista britannico, Tolkien sarà l’ideatore della saga che, ancora oggi, continua ad attirare l’attenzione di un vastissimo pubblico di lettori e appassionati del genere fantasy e non solo: Il Signore degli Anelli. Come molti ben sanno, visto che sono milioni le copie del libro vendute dagli anni 50’ a oggi, l’opera si divide in tre racconti ambientati in un’era epicamente distopica in cui i personaggi principali, riuniti in una selezionata compagnia di Hobbit, Elfi, Nani e Uomini, guidati dal mago Gandalf intraprendono un lungo viaggio per andare a distruggere “l’Anello del Potere” donato da Bilbo Baggins al cugino Frodo.

cms_7736/Foto_1.jpg

In queste righe, non è mia intenzione recensire, ancora una volta, il racconto o i film dedicati a una saga che continua a fruttare compensi milionari a eredi, editori e produttori cinematografici. Come già preannunciato un po’ di tempo fa, finalmente dopo un lungo tiremmolla Amazon (N.d.R. È una Internet Company statunitense che si occupa di commercio elettronico) ha acquistato i diritti televisivi della serie tratta da Il Signore degli Anelli, accordandosi di produrre diverse stagioni.

cms_7736/foto_2.jpg

L’adattamento manderà in onda nuove storie antecedenti il periodo descritto nei tre racconti principali; prevista anche una serie spin-off aggiuntiva. Sicuramente questa esclusiva produzione televisiva, almeno agli inizi, attirerà la curiosità di tanti che, in circa un ventennio, hanno contribuito a far racimolare cifre da capogiro e premi cinematografici alla serie di pellicole trasmesse sul grande schermo. Solo per dare alcune cifre, la trilogia de Il Signore degli Anelli ha fatto guadagnare a livello mondiale quasi 6 miliardi di dollari e 17 premi Oscar, tra cui anche l’Oscar al miglior film. Pertanto si spera che la produzione televisiva, sia all’altezza del capolavoro letterario dello scrittore inglese.

cms_7736/foto_3.jpg

Siamo onorati di poter lavorare con Tolkien Estate and Trust, HarperCollins e New Line su un progetto così emozionante e siamo entusiasti di poter portare tutti i fan de Il Signore degli Anelli in un nuovo, epico viaggio nella Terra di Mezzo”, ha dichiarato Sharon Tal Yguado, Head of Scripted Series degli Amazon Studios. Fino al 2020, anno del probabile debutto televisivo su Amazon Prime Video, non sapremo se la nuova serie sarà all’altezza dei capolavori del regista Peter Jackson; ma quantomeno, sin da oggi, la trepidante attesa terrà col fiato sospeso coloro i quali non hanno mai dimenticato le imprese di Frodo e compagni.

Data:

16 Novembre 2017